Caracalla Paradiso Contemporaneo: apertura al pubblico del Mitreo di Caracalla

27 Dic

Mitreo di CaracallaLa Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma con l’evento ‘Caracalla paradiso contemporaneo’ promuove l’incontro tra storia e arte contemporanea con l’apertura al pubblico del mitreo delle Terme di Caracalla e l’inaugurazione dell’opera di uno dei più grandi artisti italiani: ‘Il Terzo Paradiso’ di Michelangelo Pistoletto.

Al termine di una campagna di restauri il mitreo delle Terme di Caracalla riapre al pubblico dopo dieci anni di chiusura. È questo il più grande dei luoghi di incontro dei seguaci del culto del dio Mitra ritrovati a Roma. L’aula, che è stata oggetto di una pulitura completa, misura circa 25 metri di lunghezza ed è larga 10. Il mitreo delle Terme di Caracalla rappresenta un unicum anche per la presenza della fossa sanguinis, in cui veniva realmente e non simbolicamente praticato il sacrificio del toro. Con il restauro la fossa è stata messa in sicurezza e protetta con una recinzione, e sono stati ripuliti tutti gli intonaci dell’aula compreso l’affresco di Mitra. L’immagine del dio, raffigurato in una nicchia laterale, già in antico era stata cancellata, probabilmente per la damnatio cristiana del culto.
Un nuovo sistema di luci illumina il mitreo, sottolineando la scansione e l’ampiezza degli spazi d’ingresso ed è stata ripristinata la grande scalea di travertino dell’estradosso che poneva in comunicazione il piano delle Terme con il sottostante luogo di culto.

Le visite al mitreo saranno possibili per gruppi di massimo 25 persone a turno, su prenotazione consigliata, dal martedì alla domenica.

Il progetto ‘Il Terzo Paradiso’ di Michelangelo Pistoletto, a cura di Achille Bonito Oliva, in collaborazione con RAM radioartemobile, viene allestito in uno delle aiuole del giardino delle Terme di Caracalla, opera di Rodolfo Lanciani del primo decennio del Novecento, in cui il nuovo segno dell’infinito è realizzato con reperti appartenenti alle Terme stesse, selezionati dall’artista tra marmi e mosaici.
Michelangelo Pistoletto, originario di Biella, ha raggiunto notorietà internazionale con le sue superfici specchianti, ma dal 2003 ha intrapreso un nuovo corso artistico. È in quella data che ha tracciato il nuovo segno d’infinito, simbolo del Terzo Paradiso. Ed è in occasione della Biennale di Venezia del 2005, a S. Servolo, che è stato presentato il primo allestimento del Terzo Paradiso. Da allora, il progetto ha girato l’Italia e alcune città straniere come Marsiglia, Tunisi, Londra e Mosca coinvolgendo istituzioni e pubblico. Una costante, quest’ultima, del lavoro di sempre di Pistoletto, in cui il pubblico è partecipe e spesso protagonista della sua opera.

Orari
29 ottobre 2012 – 6 gennaio 2013
Dalle 9.00 a un’ora prima del tramonto.
Il lunedì aperto dalle 8.30 alle 13.00.
La biglietteria chiude un’ora prima.
Chiuso il 25 dicembre e il 1° gennaio.

Intero € 6,00 + spese d’agenzia
Ridotto € 3,00 + spese d’agenzia
Il biglietto, valido 7 giorni, consente l’accesso anche a Villa dei Quintili e al Mausoleo di Cecilia Metella sull’Appia Antica

L’ingresso al mitreo è su prenotazione consigliata

VISITE GUIDATE

MAGGIORI INFORMAZIONI

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: