Archivio | gennaio, 2013

Offerta speciale per una visita guidata alla Galleria Borghese senza fila

22 Gen

ImmagineL’imperdibile offerta di Genti e Paesi su Groupalia: Galleria Borghese visita+saltafila 20 €

Ingresso saltafila+visita alla Galleria Borghese con i capolavori di Raffaello, Tiziano, Caravaggio e le sculture di Bernini e del Canova!
Alla scoperta della bellezza nell’epoca del Manierismo e del più grandioso Barocco: ingresso con saltafila e visita guidata alla Galleria Borghese solo 20€ con Genti e Paesi. 

Cosa comprende il coupon?

  • Visita guidata + saltafila per Galleria Borghese x1 persona, con Genti e Paesi.

Perché comprare questa proposta?

  • Alla scoperta della bellezza nell’epoca del Manierismo e del più grandioso Barocco!
  • Ammira i capolavori di Antonello da Messina, Giovanni Bellini, Raffaello, Tiziano, Correggio, Caravaggio e splendide sculture di Gian Lorenzo Bernini e del Canova.
  • Non si finisce mai di scoprire le bellezze di una città come Roma, eterna, storica, bellissima.

MAGGIORI INFORMAZIONI

Annunci

Capodanno Cinese 2013: i festeggiamenti a Roma

21 Gen

rdfgtthyIl Capodanno cinese, detto anche Chunjie (la festa di primavera) o più popolarmente festa di ‘Guo nian’, viene festeggiato quest’anno la notte del 6 febbraio.
Per l’occasione, sabato 9 e domenica 10 febbraio, le associazioni della comunità cinese di Roma e l’associazione Italia-Cina, con il patrocinio del Municipio I e in collaborazione con l’Assessorato alle politiche giovanili e alle politiche della multietnicità e dell’intercultura, hanno organizzato una grande festa al quartiere Esquilino.

Vedi anche: Capodanno Cinese: in festeggiamenti per l’Anno del Serpente in via dei Fori Imperiali 02/02/2013

Programma sabato 9
ore 14.30-17: danza dei tradizionali dragoni e leoni cinesi per le vie dell’Esquilino. Partenza da Viale Manzoni e arrivo ai giardini di Piazza Vittorio.

Programma domenica 10
ore 10-12: Cricket, Basket, Ping Pong e Kung Fu per bambini e ragazzi; presentazione della favola ‘Il Duca Yè e la passione dei draghi’ di Sofia Gallo e Mao Wen
ore 13-13.30: danza dei leoni e dei dragoni e spettacolo di Kung Fu
ore 13.30-14.30: concerto di giovani voci e di cantanti lirici cinesi
ore 14.30-14.45: inaugurazione dell’iniziativa con la Banda del Corpo della Polizia Municipale del Comune di Roma
ore 14.45-15.15: discorso inaugurale
ore 15.15-17: spettacolo del gruppo artistico ‘L’Amore della Cina’

MAGGIORI INFORMAZIONI

All’Ara Pacis una mostra fotografica dedicata a Vittorio De Sica

21 Gen

desicalorenAl Museo dell’Ara Pacis una mostra fotografica dedicata a Vittorio De Sica dall’8 febbraio al 28 aprile 2013.

La mostra celebra il grande attore, considerato uno dei padri del Neorealismo e allo stesso tempo uno dei più grandi registi ed interpreti della Commedia italiana .
Fotografie dentro e fuori dal set, sequenze immortali dall’infinità dei suoi film, oggetti privati e di scena, lettere, documenti d’epoca che testimoniano le luci della ribalta che hanno illuminato il mito di De Sica a dispetto del passar degli anni, passando dall’icona giovane del signor Max a quella matura che forse ha ancor più nutrito l’immaginario cinematografico e del costume italiano e internazionale.

Tariffe
Ingresso ordinario
Intero € 8,50 + spese d’agenzia
Ridotto € 6,50 + spese d’agenzia
per i cittadini residenti nel territorio di Roma Capitale (mediante esibizione di valido documento che attesti la residenza)
Intero € 7,50 + spese d’agenzia
Ridotto € 5,50 + spese d’agenzia

Orario
Martedì-domenica 9.00-19.00

MAGGIORI INFORMAZIONI

Museo delle Anime del Purgatorio

15 Gen

MuseoanimepurgatorioromaIl museo delle Anime del Purgatorio si trova a Lungotevere Prati 18 a Roma presso la sagrestia della chiesa del Sacro Cuore del Suffragio.

Dopo la sua costruzione della Chiesa del Sacro Cuore del Suffragio, la chiesa subì un incendio. Al prete dell’epoca, don Victor Jouet, sulle pareti dietro l’altare parve di vedere un volto dalle sembianze umane e dall’espressione mesta e malinconica, volto lasciato impresso dalle fiamme sulle pareti.
Egli stesso giunse alla conclusione che un defunto volle mettersi in contatto con i vivi come anima in pena e condannato al Purgatorio. Con questo evento particolare si decise di fondare il museo.
Il prete stesso decise di trovare documenti e testimonianze di fatti analoghi.
Le ricerche si rivelarono per il sacerdote, suo malgrado, più difficili del previsto; tuttavia egli riuscì a trovare parecchio materiale che dimostrava quanto segue: i defunti che dovevano passare un certo periodo nel regno ultraterreno del Purgatorio allo scopo dipurificarsi dai loro peccati, cercavano di attirare l’attenzione dei vivi per chiedere loro preghiere e messe di suffragio, affinche fosse facilitato il loro passaggio in Paradiso.

Il percorso museale si svolge in un’unica sala presso la sagrestia della chiesa del Sacro Cuore del Suffragio.
Nell’unica bacheca sono raccolti documenti e foto che documentano ed attestano i fatti di cui sopra, tra cui:
un libro di preghiere, in cui su una pagina si stampò una mano di un defunto;
la federa di un cuscino con un’impronta di fuoco di una suora che chiese ad una sua consorella delle preghiere per affrettare il passaggio in paradiso;
una tonaca ed una camicia di una suora con delle impronte di un defunto.

museopurgatorioAllestito in un locale adiacente alla sacrestia della piccola chiesa neogotica del Sacro Cuore del Suffragio, il singolare museo ebbe origine alla fine dell’800 per volontà del missionario francese Victor Jouet che, a seguito di un misterioso incendio sviluppatosi all’interno della chiesa appena ultimata nella cappella del Rosario, decise di girare l’Europa alla ricerca di testimonianze dell’esistenza ultraterrena dei defunti e dei loro contatti con i congiunti viventi: tra le fiamme della cappella il sacerdote e molti fedeli credettero infatti di scorgere le sembianze di un volto sofferente rimasto poi enigmaticamente impresso sulla parete dell’altare ed ora visibile in riproduzione fotografica all’interno del museo. La raccolta di misteriose tracce dell’aldilà messa insieme dal religioso annovera in realtà solo una decina circa di reperti in quanto per molto altro materiale reperito le autorità ecclesiastiche ritennero insufficienti le prove d’autenticità raccolte. Panni, stoffe, tonache, papaline, breviari, camicie da notte e tavolette di legno gelosamente custodite entro bacheche narrano dunque le apparizioni dei defunti al cospetto di congiunti scettici, testimoniate dalle impronte delle loro mani ‘marchiate a fuoco’ a futuro ricordo e memento: tali apparizioni, circostanziate e ciascuna con una storia particolare, risalgono prevalentemente al XVIII e XIX secolo e in almeno un caso (siamo nel 1879) furono motivate dalla preoccupazione di una donna belga per la vita dissoluta condotta dal proprio figlio, riconvertito alla fede proprio dalle continue attestazioni materne di una vita ultraterrena, al punto da fondare un nuovo ordine religioso.

Telefono: 0039 06 68806517
Fax: 0039 06 6865261

INGRESSO LIBERO

Bus 70 – 81 – 87 – 186 – 492 – 628 – 913 – 926

MAGGIORI INFORMAZIONI

Giornata della Memoria 2013

15 Gen

GiornatadellamemoriaIl Giorno della Memoria è una ricorrenza istituita con la legge n. 211 del 20 luglio 2000 dal Parlamento italiano che ha in tal modo aderito alla proposta internazionale di dichiarare il 27 gennaio come giornata in commemorazione delle vittime del nazionalsocialismo e del fascismo, dell’Olocausto e in onore di coloro che a rischio della propria vita hanno protetto i perseguitati.

CLICCA QUI PER IL PROGRAMMA AGGIORNATO DELLE MANIFESTAZIONI

La scelta della data ricorda il 27 gennaio 1945, quando le truppe sovietiche dell’Armata Rossa, nel corso dell’offensiva in direzione di Berlino, arrivarono presso la città polacca di Oświęcim (maggiormente nota con il suo nome tedesco di Auschwitz), scoprendo il suo tristemente famoso campo di concentramento e liberandone i pochi superstiti. La scoperta di Auschwitz e le testimonianze dei sopravvissuti rivelarono compiutamente per la prima volta al mondo l’orrore del genocidio nazista.

Il 27 gennaio il ricordo della Shoah, cioè lo sterminio del popolo ebreo, è celebrato anche da molte altre nazioni, tra cui la Germania e la Gran Bretagna, così come dall’ONU.

CLICCA QUI PER IL PROGRAMMA AGGIORNATO DELLE MANIFESTAZIONI

DigitRoma, wi-fi internet gratuito a Roma

10 Gen

ImmagineQuattro ore al giorno di navigazione internet gratuita, grazie alla rete di hotspot attivati da Roma Capitale, oltre 700 punti di accesso Wi-Fi pubblici in 176 luoghi della città. Al momento del collegamento in modalità Wi-Fi da smartphone, tablet o notebook al portale di accesso Digit Roma, si accede a una pagina, il captive portal, che permette la navigazione web dopo essersi registrati come utenti e, contemporaneamente, di avere accesso a numerosi servizi per i quali, invece, non è richiesta la registrazione e dove la navigazione è libera.

Tra questi servizi Roma sul web offre la possibilità di navigare senza limiti di tempo e senza registrazione su portali e siti istituzionali di Roma Capitale (come il sito delle Biblioteche, quello della Polizia Roma capitale, di Zètema, Ama e Agenzia Mobilità): un contatto diretto con i servizi dell’Amministrazione, oltre 50mila informazioni su mobilità, servizi anagrafici, eventi, orari delle Ztl, servizio bike sharing.

Intorno a te  è l’altro servizio cui si accede dal captive portal in modo libero, senza bisogno di registrazione. Qui servizi ed eventi che la città offre, con mappe e suggerimenti su musei, hotel, ristoranti più vicini, attraverso la geolocalizzazione di chi accede e consulta i dati.

Musei, biblioteche, sedi municipali e di dipartimenti capitolini, scuole, piazze (piazza San Silvestro, Colosseo, Torre Argentina e altre), luoghi dello shopping, punti di aggregazione del litorale romano sono i luoghi con gli hot spot di Roma Capitale per la rete Wi-Fi DigitRoma.

Per maggiori informazioni su Digit Roma e per conoscere i punti di accesso hotspot visita le pagine dedicate sul portale istituzionale, raggiungibili anche dal banner posizionato sull’homepage in alto a destra e riconoscibile dal logo Digit Roma.
Quattordici le App di Roma Capitale e delle municipalizzate attualmente presenti sui principali store, tredici delle quali gratuite.

Digit Roma è un portale dedicato soprattutto a chi, vivendo la città ‘in movimento’, ha la necessità di localizzare ‘intorno a se’ informazioni relative a: mobilità (parcheggi, ztl, tempi e percorsi degli autobus, taxi…), servizi e utilità (ospedali, farmacie, sedi comunali, hotspot…) eventi della città e tutto ciò che Roma offre in termini di ristorazione, accoglienza, cultura e tempo libero, con la possibilità anche di effettuare prenotazioni alberghiere.

Roma Capitale inoltre con il progetto Digit Roma consente ai cittadini e a tutti coloro che si trovano occasionalmente in città (per lavoro, per turismo…) la connessione gratuita ad internet, attraverso una rete di hotspot WiFi. Una volta effettuata la registrazione, recandosi in uno dei punti di accesso con il proprio dispositivo mobile (notebook, smartphone o tablet) dotato di un’interfaccia WiFi, sarà possibile fruire di 4 ore di connessione gratuita al giorno, conteggiate sulla base dell’effettivo tempo di navigazione nell’arco delle 24 ore.

Senza effettuare la registrazione, attraverso la rete degli hotspot WiFi, è inoltre possibile navigare illimitatamente sui siti istituzionali di Roma Capitale.

Per approfondimenti è possibile navigare nelle seguenti sezioni:
Come registrarsi a Digit Roma
Punti di accesso (Hotspot)
FAQ

Per informazioni contattare ChiamaRoma 060606
Fonte: Comune di Roma

Il 14 febbraio, in tutti i luoghi d’arte statali, si entra in due con un solo biglietto (A San Valentino innamorati dell’arte)

7 Gen

sanvalentinomibac1San Valentino è la festa degli innamorati e, per celebrare l’evento, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali regala a tutti gli innamorati due giorni di arte e di cultura.
Il 14 febbraio in tutti i musei, monumenti e siti archeologici statali presentandosi in due si entrerà pagando un solo biglietto.

San Valentino rappresenta per antonomasia il giorno della dolcezza e dell’amore. Un’occasione per tutti coloro che si vogliono bene per stare insieme, regalandosi fiori, cioccolatini o semplicemente momenti di condivisione e d’amore.
E cosa meglio dell’Arte per rappresentare l’Amore? Un binomio dall’ineguagliabile forza ispiratrice che nei secoli ha guidato la mano dei più grandi pittori e scultori.

Per questo il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha deciso di regalare a tutte le coppie un San Valentino alternativo, con la possibilità di conoscere e riscoprire le meraviglie del patrimonio culturale italiano offrendo due ingressi al prezzo di uno in tutti i musei, monumenti e siti archeologici statali.

L’arte come l’amore è una rivelazione improvvisa ed una meravigliosa scoperta. E invitare la persona amata a visitare uno dei nostri musei equivale al gesto d’amore per eccellenza: il bacio. Per questo, in occasione della Festa degli innamorati, martedì 14 febbraio, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali invita tutte le coppie nei musei e luoghi d’arte statali. Con un biglietto si potrà entrare in due.
San Valentino è il primo grande evento dell’anno che il MiBAC offre a tutti i cittadini italiani e stranieri per stimolare la conoscenza e la riscoperta delle nostre bellezze artistiche e valorizzare una ricchezza che tutto il mondo ci invidia e di cui noi, per primi, possiamo godere.

ATTENZIONE: INIZIATIVA IN ATTESA DI CONFERMA

L’iniziativa è valida su tutto il territorio nazionale.

Telefono: 800 99 11 99

MAGGIORI INFORMAZIONI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: