Archivio | marzo, 2013

Cortoons Festival: Festival Internazionale di Cortometraggi d’animazione

25 Mar

banner cortoonsCortoons Festival X edizione

Festival Internazionale di Cortometraggi d’animazione

Cortoons Festival festeggia i suoi primi 10 anni!

17 /21 aprile 2013
Palladium Università Roma Tre – Romaeuropa

Anche quest’anno Cortoons, il Festival Internazionale di Cortometraggi d’Animazione, giunto alla X edizione, conferma la sua presenza nel panorama italiano offrendo, oltre la grande varietà di cortometraggi di animazione, anche lungometraggi in concorso, masterclass ed eventi live di musica e animazione.

Il festival – che si svolgerà dal 17 al 21 aprile al Palladium (piazza Bartolomeo Romano, 8), il teatro dell’Università Roma Tre diretto dalla Fondazione Romaeuropa – festeggerà quest’anno il suo decimo anno di attività!

Anche quest’anno il programma sarà ricco di eventi e partecipazioni, costantemente in divenire…
L’Istituto Svizzero di Roma presenterà lo speciale “Food in motion” che vede tra i protagonisti indiscussi dei lavori allegorici, surreali e ironici di Jan Švankmajer, Alexandre Dubosc e PES. Durante la serata, Samuel Dématraz & PaulWalther e Nicola Piovesan presenteranno due nuovi cortometraggi commissionati per l’occasione dall’Istituto.

Altra collaborazione interessante sarà quella con il Goethe-Institut. Verrà presentato il concorso Grimm Animiert, nato nell’ambito del progetto “Grimmland”. A partecipare sono stati studenti delle scuole cinematografiche e giovani artisti italiani e tedeschi, che per l’occasione hanno realizzato corti d’animazione dedicati al mondo delle favole.

Per le retrospettive d’autore ne avremo due: una sui giovani autori spagnoli Marc Riba e Anna Solanas, i loro corti, molto apprezzati hanno girato per oltre 700 festival in tutto il mondo. L’altra vede come protagonisti i corti di Signe Baumane, un’animatrice e scrittrice lettone, membro dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, nonché stretta collaboratrice da molti anni di  Bill Plympton, uno tra i più affermati e brillanti animatori indipendenti al mondo, lo scorso anno ospite a Cortoons Festival.

Verrà inoltre reso omaggio alla nuova cinematografia breve della Repubblica Ceca. Scuole prestigiose e talenti creativi sono gli ingredienti per il successo dell’animazione moderna nella Repubblica Ceca, che nonostante abbia un importante background di stile classico, ha saputo rinnovarsi ed innovare.

Seminari ed incontri riserveranno al pubblico il consueto spazio per approfondimenti intorno alla materia ‘animazione’ con docenti provenienti dalle massime istruzioni e professionisti del settore.

Grande spazio verrà inoltre dato a vdb23/nulla è andato perso di e con Gianni Maroccolo, importante progetto di Music Raiser, che verrà ampiamente presentato durante il Festival, con un evento live ad hoc. Sabato 19 aprile, infatti, dopo 15 anni Francesco Magnelli, Gianni Maroccolo e Massimo Zamboni (ex C.S.I.) torneranno a suonare insieme in un evento unico sul palco di Cortoons Festival, dove saranno impegnati nella sonorizzazione del “Fantasma dell’opera” di Rupert Julian, capolavoro del cinema muto del 1925, con musiche inedite e basi dal loro primo album “KODEMONDO”, accompagnati dalla splendida voce di Frida Neri.

Info e biglietti sul sito www.cortoons.it. Posti limitati.

Orari festival: ogni giorno dalle 17.30 alle 24.00.

Sito web: www.cortoons.it

Visita  le tv di Cortoons: www.cortoons.tv

546499_390756544310302_1509386106_n

Annunci

Cleopatra. L’incantesimo dell’Egitto in mostra al Chiostro del Bramante

25 Mar

Cleopatra al Chiostro del BramanteIl Chiostro del Bramante ospita dal 10 Ottobre 2013 al 2 Febbraio 2014 un’importante esposizione incentrata sulla figura di Cleopatra (Alessandria d’Egitto, 69 a.C. – 30 a.C.). L’Egitto dei Tolomei, la vita appassionante di Cleopatra, la centralità della sua figura nelle vicende politiche dell’epoca ed il rapporto tra Roma e l’Egitto: tutto questo viene raccontato attraverso l’esposizione di oltre 200 opere provenienti dai principali musei nazionali e internazionali, quali i Musei Capitolini, i Musei Vaticani, The British Museum di Londra, The Metropolitan Museum of Art di New York, il Musée du Louvre di Parigi e il Kunsthistorisches Museum di Vienna.

Curata da Giovanni Gentili, già curatore della mostra dedicata a Giulio Cesare, con il supporto di un importante comitato scientifico, la mostra Cleopatra. L’incantesimo dell’Egitto è prodotta e organizzata da Arthemisia Group insieme a DART Chiostro del Bramante, con la collaborazione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Il percorso espositivo presenta aspetti della millenaria cultura egizia indissolubilmente legata all’ambiente fluviale del Nilo, attraverso le vicende storiche che hanno visto intercorrere relazioni e interessi di vario tipo tra Roma e l’Egitto tolemaico. In mostra le opere compongono un mirabile connubio d’arte e di storia: preziose sculture in granito, basalto e scisto provenienti dalle celebri cave d’Egitto, marmi greci e lunensi, alabastri, mosaici policromi e affreschi, bronzi, terrecotte invetriate, ori e argenti, vetri, avori e gemme riproducono in una caleidoscopica e accattivante scenografia quei luoghi e quei tempi.

È rievocato l’ambiente fluviale del Nilo, descritto mirabilmente in rari e finissimi mosaici e in brani pittorici ad affresco datati alla fine del I sec. a.C. provenienti per lo più dalle città vesuviane: una straordinaria popolazione di ambiente acquatico – tra cui ippopotami, coccodrilli, rane, anatre selvatiche e ibis, insieme a fiori di loto, cespugli di papiro e pesci d’ogni genere – descrive la fertilità delle sue sponde, unica al mondo. La sezione di taglio storico presenta i principali personaggi della complessa vicenda allo scadere della Repubblica romana, raccontando gli avvenimenti che vedono protagonisti Cleopatra VII, Tolomeo XIV e Gneo Pompeo; la relazione dell’ultima regina d’Egitto con Giulio Cesare, da cui nascerà Tolomeo XV Cesarione; quindi Marco Antonio e Ottaviano, alleati e vendicatori dell’omicidio di Cesare; infine, la nuova coppia Cleopatra e Marco Antonio e la discordia tra quest’ultimo e Ottaviano – erede legittimo di Giulio Cesare – per il potere assoluto a Roma. La risoluzione finale vedrà suicidi Antonio e Cleopatra, e Cesarione assassinato per volontà di Ottaviano.

Il percorso descrive inoltre gli ‘anni romani’ di Cleopatra (dal 46 al 44 a.C.) e l’influenza della regina e della sua corte sul costume, sulla moda e sulla religione nell’Urbe, documentata ad esempio da una serie di monili in oro, elaborati sull’immagine del sacro ureo, il serpente simbolo della regalità egizia e dell’immortalità. L’ascendenza egizia spingerà i nuovi regnanti ad adeguarsi anche alle sue millenarie tradizioni religiose iniziando proprio da Ottaviano Augusto, ritratto come faraone nel tempio di Kalabcha in Nubia.
Aegypta Capta, ‘L’Egitto è stato conquistato’, è inciso sul dritto delle monete coniate da Ottaviano nel 31 a.C. dopo la vittoria su Antonio e Cleopatra. Ma la mostra intende raccontare come in realtà fu Roma a subire l’indiscutibile fascino dell’Egitto e a rimanerne a sua volta conquistata.

MAGGIORI INFORMAZIONI

Cleopatra. L'incantesimo dell'Egitto

A sinistra: Testa ritratto di regina tolemaica – marmo pario, 39 cm Musei Capitolini
A destra: Ritratto di Cleopatra VII – 40-30 a.C. marmo bianco a grana media h totale 39 cm; h fino al mento 16 cm; largh. 20 cm Città del Vaticano, Musei Vaticani, Museo Gregoriano Profano ex Lateranense

Pasqua in 3D: cioccolato e tradizioni a Piazza del Popolo

22 Mar

Cioccolato a volontà, presepi di Pasqua, tradizioni pasquali dall’Italia e dal mondo: sono gli ingredienti di Pasqua in 3D, rassegna aperta fino al 1° aprile 2013 alla Galleria Agostiniana in piazza del Popolo, organizzata da Itercultura 2000 con la Rivista delle Nazioni, il contributo di Acea e il patrocinio di Roma Capitale.

L’evento è diviso in tre sezioni:

  • Foto e Video dall’Italia e dal Mondo
  • Il Presepe di Pasqua
  • I Maestri del Cioccolato

L’evento innovativo nel suo genere, celebra il periodo pasquale dal tema religioso della Passione e Resurrezione di Cristo a quello ameno della tradizione gastronomica.
L’aspetto religioso è proposto sia attraverso l’esposizione fotografica delle più belle tradizioni pasquali del mondo, sia in modo tradizionale attraverso l’esposizione di opere artigiane, passando per la migliore tradizione culinaria del periodo, il cioccolato
In esposizione sculture di cioccolato inerenti il tema della Pasqua

Il cioccolato è quello di due maestri cioccolatieri (uno è romano) che lavorano la materia prima davanti al pubblico, mostrano il processo produttivo, spiegano le origini e la storia dell’oro marrone, regalano ai presenti i loro manufatti ed espongono sculture modellate nella pasta di cacao.

I ‘presepi di Pasqua’, di cui sono in mostra qui alcuni esempi, costituiscono una tradizione antica e poco nota: scene della Passione e Resurrezione al posto del Bambinello nella grotta. Napoli ne è l’epicentro da prima del ‘500 e ancora conserva interessanti esemplari nelle chiese e in qualche casa privata. Infine le immagini della tradizione pasquale dall’Italia, dall’Europa e dal mondo: video e pannelli fotografici di processioni, feste, rappresentazioni sacre.

La mostra è aperta tutti i giorni no-stop dalle 9.30 alle 20. Il biglietto costa 7,50 euro; ridotto (6 euro) per bambini fino a 10 anni, over 65 e gruppi con prenotazione.

Per informazioni: 06-85357191, 335-1230809.

MAGGIORI INFORMAZIONI

Il Giudizio Universale di Michelangelo e la censura dipinta da Daniele da Volterra

21 Mar

Una curiosità che forse non tutti conoscono. Il 21 gennaio 1564 la Congregazione del Concilio di Trento dispose la copertura di ogni oscenità nel Giudizio Universale di Michelangelo nella Cappella Sistina, compito che venne affidato a Daniele da Volterra che per l’occasione si guadagnò il soprannome di “Braghettone“. Il suo intervento, che prese il via poco dopo la morte di Michelangelo nel 1565, fu massimamente discreto, quale grande ammiratore dell’arte del suo maestro, limitandosi rivestire con panni svolazzanti le nudità di alcune figure, con la tecnica della tempera a secco. Unica eccezione fu la coppia di San Biagio e Santa Caterina d’Alessandria, oggetto delle critiche più scandalizzate poiché rappresentati in una posizione che poteva ricordare la copula. Egli rimosse a colpi di scalpello e ridipinse anche la maggior parte di Santa Caterina e l’intera figura di San Biagio dietro di lei, poiché nell’originale quest’ultimo sembrava guardare alla schiena nuda della donna. Non suoi, invece, i perizomi ed i panneggi nella metà inferiore dell’affresco.

Fonte: Wikipedia

MAGGIORI INFORMAZIONI

Vedi anche:

michelangelocappellasistina

Michelangelo, dettaglio del Giudizio Universale (1534-1541). San Biagio, che tiene in mano i pettini di ferro del suo martirio, ed il corpo di Santa Caterina d’Alessandria, che tiene in mano una ruota di tortura, furono rimossi a colpi di scalpello e ridipinti da Daniele da Volterra nel 1565

Salva

Visitare i Musei Vaticani by night

20 Mar

Musei Vaticani: apertura straordinaria notturna 2013

Occasione straordinaria per visitare i Musei Vaticani dopo il tramonto.
Tutti i Venerdì dal 3 Maggio al 26 Luglio 2013 e dal 6 Settembre al 25 Ottobre 2013 sarà possibile visitare i Musei Vaticani dalle ore 19:00 alle ore 23:00 (ultimo ingresso alle ore 21:30).

I settori visitabili saranno: il Museo Pio Clementino, il Museo Egizio, le Gallerie Superiori (Candelabri, Arazzi e Carte Geografiche), le Stanze di Raffaello, alcune sale dell’Appartamento Borgia, la Collezione Arte Religiosa Moderna, la Cappella Sistina.

È obbligatoria la prenotazione online.
L’uscita dalle sale di esposizione inizia mezz’ora prima dell’orario di chiusura.

MAGGIORI INFORMAZIONI

vaticanottever
05_evento_serale
vaticaninotte

Open House Roma 2013

18 Mar

Open House Roma 2013Il 4 e 5 maggio 2013 Open House Roma torna ad aprire, gratuitamente e per tutti, le porte delle architetture più importanti della città.

Open House Roma è il festival annuale e internazionale che permette ai cittadini di esplorare l’architettura della capitale in maniera totalmente gratuita. Un progetto di sensibilizzazione alla qualità dell’architettura, del design e della riqualificazione.

Cittadini e turisti possono apprezzare attraverso l’impiego di volontari, professionisti o appassionati dell’architettura, come un buon progetto architettonico possa arricchire e dare valore al paesaggio urbano.

QUI IL PROGRAMMA COMPLETO

MAGGIORI INFORMAZIONI

Il Cirque du Soleil torna a Roma con Dralion: nuove date e disponibilità

15 Mar

Il Cirque du Soleil ha il piacere di annunciare che Dralion approderà in Italia a novembre 2013, con spettacoli in programma a Roma, Torino e Milano.

A Roma dall’8 al 10 novembre e dal 14 al 17 novembre al Palalottomatica

Lo spettacolo
Un’affascinante fusione della tradizione di oltre 3000 anni di arte acrobatica cinese con l’approccio multidisciplinare del Cirque du Soleil, Dralion trae ispirazione dalla filosofia orientale e dalla sua infinita ricerca di armonia tra umani e natura. Il nome dello spettacolo deriva da due creature emblematiche: il drago, simbolo dell’Est, e il leone, simbolo dell’Ovest. In Dralion i quattro elementi che governano l’ordine naturale prendono forma umana. Ogni elemento è rappresentato dal proprio colore evocativo: l’aria è blu, l’acqua è verde, il fuoco è rosso e la terra è ocra. Nel mondo di Dralion le culture si mescolano, Uomo e Natura sono una cosa sola, e viene raggiunto l’equilibrio.

Programma spettacoli: ROMA, Palalottomatica
ven, 08/11/13 20.00 NON DISPONIBILE
sab, 09/11/13 20.00 NON DISPONIBILE
dom, 10/11/13 17.00 NON DISPONIBILE
gio, 14/11/13 20.00 da € 40,25
ven, 15/11/13 20.00 da € 51,75
sab, 16/11/13 16.30 da € 40,25
sab, 16/11/13 20.00 da € 51,75
dom, 17/11/13 13 .30 da € 40,25
dom, 17/11/13 17.00 da € 40,25


MAGGIORI INFORMAZIONI

Il Matto, la Morte e il Diavolo. Mostra di Alessandra Zorzi al Complesso del Vittoriano

13 Mar

La mostra “Il Matto, la Morte e il Diavolo. Mostra di Alessandra Zorzi”, ospitata al Complesso del Vittoriano dal 15 marzo al 14 aprile 2013, vuole far conoscere l’universo pittorico dell’artista trevigiana, nota interprete della pittura e del video d’animazione, di formazione architetto, residente da molti anni a Milano, attraverso una trentina di opere tra olii, disegni, acquerelli, arazzi digitali e videoproiezioni.

La mostra, che si avvale del Patrocinio della Regione Lazio – Assessorato alla Cultura, Arte e Sport – e di Roma Capitale – Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico -, ed è organizzata e realizzata da Comunicare Organizzando, è a cura di Claudio Strinati e sarà inaugurata giovedì 14 marzo alle ore 18.30 presso il Complesso del Vittoriano.

Tema progettuale della mostra al Complesso del Vittoriano sono gli ‘Arcani Maggiori’ dei tarocchi, con cui si sono confrontati nei secoli innumerevoli pittori, a cominciare, così vuole la leggenda, da Mantegna. In tempi recenti vi si sono cimentati tra gli altri Luzzati, Dalì, Guttuso, Brauner, Niki de Saint Phalle.
Per questo motivo, data una certa inflazione interpretativa, l’artista non ha voluto misurarsi né con la narrazione né con l’interpretazione, ma piuttosto con le suggestioni che i diversi simboli le evocano, quasi un pretesto per accedere all’inconscio.
Il titolo della mostra parafrasa quello dell’incisione di Dürer ‘Il Cavaliere, la Morte e il Diavolo’, e contemporaneamente quello del saggio di Mario Praz ‘La carne, la morte e il diavolo’.

Organizzazione generale e realizzazione: COMUNICARE ORGANIZZANDO

Catalogo: Canova Editori con testi di Claudio Strinati e Philippe Daverio

Orario: tutti i giorni 9.30 –19.30
INGRESSO GRATUITO
Per informazioni: tel. 06/6780664

Nomen pontificale: l’elenco dei nomi usati finora dai Papi

12 Mar

Nomen pontificale: l’elenco dei nomi usati finora dai Papi

Giovanni I II III IV V VI VII VIII IX X XI XII XIII XIV XV XVII XVIII XIX XXI XXII XXIII
Gregorio I II III IV V VI VII VIII IX X XI XII XIII XIV XV XVI
Benedetto I II III IV V VI VII VIII IX XI XII XIII XIV XV XVI
Clemente I II III IV V VI VII VIII IX X XI XII XIII XIV
Innocenzo I II III IV V VI VII VIII IX X XI XII XIII
Leone I II III IV V VI VII VIII IX X XI XII XIII
Pio I II III IV V VI VII VIII IX X XI XII
Stefano I II III IV V VI VII VIII IX
Bonifacio I II III IV V VI VIII IX
Urbano I II III IV V VI VII VIII
Alessandro I II III IV VI VII VIII
Adriano I II III IV V VI
Paolo I II III IV V VI
Celestino I II III IV V
Martino I IV V
Niccolò I II III IV V
Sisto I II III IV V
Felice I III IV
Sergio I II III IV
Anastasio I II III IV
Onorio I II III IV
Eugenio I II III IV
Silvestro I II III
Vittore I II III
Lucio I II III
Callisto I II III
Giulio I II III
Pelagio I II
Adeodato I II
Teodoro I II
Marino I II
Agapito I II
Damaso I II
Pasquale I II
Gelasio I II
Marcello I II
Giovanni Paolo I II
Pietro
Lino
Anacleto
Evaristo
Telesforo
Igino
Aniceto
Sotero
Eleuterio
Zefferino
Ponziano
Antero
Fabiano
Cornelio
Dionisio
Eutichiano
Caio
Marcellino
Eusebio
Milziade
Marco
Liberio
Siricio
Zosimo
Ilario
Simplicio
Simmaco
Ormisda
Silverio
Vigilio
Sabiniano
Severino
Vitaliano
Dono
Agatone
Conone
Sisinnio
Costantino
Zaccaria
Valentino
Formoso
Romano
Lando
Francesco

Si riscontrano delle anomalie nella numerazione di alcuni nomi. La maggior parte sono dovute a degli antipapi che un tempo erano considerati legittimi, ma altre sono semplici errori.

Fonte: Wikipedia

TUTTE LE INFORMAZIONI PER VISITARE IL VATICANO E LA BASILICA DI SAN PIETRO

450px-Tafel_paepste_exposure

Apertura straordinaria del Palazzo e dei Giardini del Quirinale con ingresso libero

12 Mar
Palazzo del Quirinale: la Scala del Mascarino

Palazzo del Quirinale: la Scala del Mascarino

La “Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandiera” sarà celebrata con l’apertura straordinaria del Palazzo e dei Giardini del Quirinale.

Istituita nel novembre 2012 con la legge n. 222 allo scopo di ricordare e promuovere i valori di cittadinanza e riaffermare e consolidare l’identità nazionale attraverso il ricordo e la memoria civica, la festa, nel 152° dell’Unità d’Italia, sarà festeggiata con l’inedita apertura al pubblico sia del Palazzo che dei Giardini: per la prima volta i cittadini potranno ammirare le sale del Piano nobile del Palazzo ricche di opere d’arte, arredi, arazzi e decorazioni e le testimonianze storico e artistiche dei Giardini.

Telefono: 0039 06 46991 Centralino
Fax: 0039 06 46993125

Domenica 17 marzo 2013 dalle 11.00 alle 17.00

MAGGIORI INFORMAZIONI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: