Archivio | giugno, 2013

Farnesina Porte Aperte: visite guidate gratuite venerdì 14 giugno 2013

12 Giu

Il Palazzo della Farnesina apre le sue porte il 14 giugno 2013.

“Farnesina Porte Aperte” è il titolo dell’iniziativa attraverso cui il Ministero degli Affari Esteri incontra il grande pubblico. Da molti anni ormai un appuntamento fisso che rinnova l’impegno del Ministero nella promozione del proprio patrimonio in Italia e all’estero: un’occasione per dialogare direttamente con i cittadini, rendere trasparente la propria attività istituzionale, far conoscere la storia dell’edificio e delle sue collezioni, trasformare uno spazio pubblico in un bene condiviso da tutti.

Astratto di Gastone Novelli in prestito dalla Galleria Nazionale d’Arte Moderna

Sarà possibile ammirare un arazzo di Gastone Novelli (Vienna 1925-Milano 1968), Astratto, 1964, in prestito dalla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma. Sarà esposto nel Salone d’Onore, in dialogo ideale con l’altro grande arazzo di Novelli, L’albero meraviglioso con i suoi frutti e fiori, di proprietà del Ministero degli Affari Esteri, conservato nell’Anticamera degli Ambasciatori.

L’arazzo Astratto fu tessuto dall’Arazzeria Scassa di Asti e faceva parte degli arredi della Turbonave Michelangelo della Società Italiana Navigazione. Il prestito s’inscrive nel più ampio lavoro di promozione del Ministero degli Affari Esteri degli artisti della Collezione Farnesina, nell’ottica di uno scambio sempre più proficuo con altre istituzioni culturali ugualmente impegnate sul fronte della valorizzazione dell’arte moderna italiana.

40/40/40: mostra di giovani artisti irlandesi

40/40/40 è il titolo della mostra organizzata dal Ministero degli Affari Esteri e del Commercio e dall’Ufficio dei Lavori Pubblici d’Irlanda, in occasione del quarantesimo anniversario dell’ingresso del Paese nell’Unione Europea.

La mostra raccoglie quaranta opere di quaranta artisti con meno di quarant’anni d’età, irlandesi o che hanno scelto di vivere in Irlanda, provenienti dall’Irish State Art Collection.

La tappa romana, presso la Farnesina, in coincidenza con la chiusura del semestre di presidenza irlandese dell’Unione Europea, è l’ultima di una circuitazione che ha già visto la mostra a Madrid, presso il Centro Cultural Conde Duque, e a Varsavia, presso la Biblioteka Uniwersytecka.

Come partecipare

Sarà possibile prenotare la visita sul sito del Ministero degli Affari Esteri fino alla mezzanotte del 12 giugno 2013.

Accesso all’edificio

Orario visite: sono previste nelle prenotazioni tra fasce orarie, 9.00-11.00 11.00-13.00 13.00-16.00

L’ingresso sarà consentito prioritariamente a chi si è registrato e, a seconda delle disponibilità, a chi è privo di registrazione.

Non è previsto un servizio di guardaroba per caschi, trolley e altre borse di grandi dimensioni. Tutti i visitatori saranno dotati di badge da riconsegnare all’uscita.

Come raggiungerci

Ministero degli Affari EsteriPiazzale della Farnesina, 100135 Roma

Metropolitana: Linea A (rossa) fermata Ottaviano + autobus linea 32 direzione Tor di Quinto (fermata Ministero degli Affari Esteri) o autobus linea 271 direzione via di San Giuliano (fermata Ministero degli Affari Esteri)

Autobus: autobus linea 32 o linea 271

SITO UFFICIALE

farnesina

Cezanne e gli Artisti italiani del XX secolo in autunno in mostra a Roma al Complesso del Vittoriano

11 Giu

Cezanne e gli Artisti italiani del XX secolo
4 ottobre 2013 / 2 febbraio 2014
Complesso del Vittoriano, Via San Pietro in Carcere (Fori Imperiali) Roma

Dopo la mostra dedicata a Cubisti, il Complesso del Vittoriano ospita Cezanne e gli Artisti del XX secolo da ottobre 2013 a febbraio 2014.

Paul Cézanne (nato a Aix en Provence – Francia, 19/1/1839, morto a Aix en Provence – Francia, 22/10/1906) è stato un artista e pittore francese post-impressionista il cui lavoro ha posto le basi del passaggio dalla concezione di sforzo artistico del 19 ° secolo ad un nuovo e radicalmente diverso mondo dell’arte nel 20 ° secolo. Cézanne è stato il ponte tra tardo Impressionismo 19 ° secolo e la nuova linea del 20esimo secolo di ricerca artistica, il Cubismo. Sia Matisse e Picasso si dice che abbiano osservato che Cézanne “è il padre di tutti noi”.

MAGGIORI INFORMAZIONI

L’opera intensa e monumentale di Paul Cézanne, la sua capacità di ridurre la forma ai suoi termini essenziali, pur senza dimenticare l’esperienza che gli ha consentito di scoprire la luminosità del colore, penetra nell’arte italiana del XX secolo, sia nutrendo la creatività degli artisti, sia operando una notevole suggestione a livello diffuso.
Nel nostro paese l’artista francese è avvertito da un lato come un innovatore, padre del Cubismo e dell’arte pura, dall’altro come un classico, vicino ai grandi esempi della nostra tradizione. Inoltre, nell’atmosfera di rinnovamento creatasi dopo il secondo conflitto mondiale, la tendenza alla disintegrazione dell’immagine, evidente nell’ultima parte del percorso cézanniano, suggerisce vie nuove e ardite ad artisti pronti ad affrontare le esperienze dei linguaggi astratti.
Questi due termini costituiscono gli estremi dell’originale indagine del volume che accompagna l’esposizione romana e che propone un confronto diretto fra le opere di Cézanne e quelle di alcuni tra i più importanti artisti italiani del XX secolo: da Umberto Boccioni, che vede la lezione del pittore francese come stimolo fondamentale nei confronti della necessità urgente di un mutamento, a Giorgio Morandi, cézanniano nella scelta dei temi, fino agli artisti che nel secondo dopoguerra, influenzati dal linguaggio ellittico dell’ultimo Cézanne, affrontano stilemi astratti o “astratto-concreti”, da Afro a Scialoja, Corpora, Morlotti, Pirandello.

cezannevittoriano

Scultura buddhista in Giappone: mostra gratuita all’Istituto Giapponese di Cultura

11 Giu

Scultura buddhista in Giappone: mostra gratuita all’Istituto Giapponese di Cultura dal 17 giugno al 31 luglio 2013

La statuaria buddhista giapponese si fa risalire convenzionalmente al periodo Asuka (593 – 710), cui appartiene lo Asuka Daibutsu, effigie bronzea di Shaka Nyorai a Nara. Da allora stili, fogge e relativa iconografia si sono alternati e spesso affastellati, inglobando estetica e cultura delle epoche attraversate.
Trenta pannelli fotografici, trenta capolavori del patrimonio artistico mondiale.

Orario mostre
lun – ven 9.00-12.30/13.30-18.30 merc fino alle 17.30
sab 9.30-13.00.

ORARIO LUGLIO:
9.00-12.30/13.00-16.30.
Chiuso sabato 29 giugno e lunedì 15 luglio.

MAGGIORI INFORMAZIONI

buddhismogiappone1
buddhismogiappone2
buddhismogiappone3

Gelato Festival 2013 con ingresso libero

10 Giu

gelato-roma001Festival del Gelato con ingresso libero dal 21 al 23 giugno 2013 a Roma all’Auditorium.

Assaggi dei migliori gelati, gadget, giochi a premi, show cooking. Come da tradizione, la Gelato Card accompagnerà i visitatori in un percorso alla scoperta del gusto, della storia, delle curiosità e delle tecniche di preparazione del tradizionale gelato all’italiana.

Il costo della Gelato Card è di € 12,00. Per i ragazzi fino a 18 anni il costo è di € 10,00.

Una Gelato Card include 5 assaggi di gelato, da scegliere negli stand del Gelato Festival e nelle gelaterie aderenti al Circuito Card, più 1 gelato cocktail da ritirare al Gelato Cocktail Bar situato all’Auditorium Parco della Musica.

I possessori della Gelato Card avranno inoltre diritto gratuitamente alla Gelatoguida e a una linea completa di oggetti brandizzati Gelato Festival: la pratica bag, le fragranti cialde e il palloncino. Inoltre con l’acquisto della Card si potrà partecipare, tutti i pomeriggi, agli appuntamenti imperdibili dei Gelato Show Cooking e del Gelato Light: al Gelato Festival i nomi più apprezzati e famosi del mondo della cucina si esibiranno per dimostrazioni di ricette dove il gelato sarà il protagonista.

E chi vuole cimentarsi nella preparazione del vero gelato tradizionale italiano, ogni giorno potrà partecipare alle lezioni di Gelatiere Per un Giorno organizzate da Bravo. Infine, con la Gelato Card potrai partecipare al Gioco ‘Gusta, Vota e… Assaggia!’ per avere in omaggio un ulteriore assaggio dopo avere scelto il tuo gusto preferito.

Non basta? Per continuare gli assaggi è sufficiente acquistare le Gelato Ricarica (€ 7,00 per gli over 18 e € 5,00 per under 18).

I minori di 12 anni, accompagnati da adulti muniti di Gelato Card, entrano gratis alle attività di Gelato Show Cooking, Gelatiere Per un Giorno e Gelato Light.

Gli Infopoint sono situati all’Auditorium Parco della Musica.

SITO UFFICIALE

 gelato-roma002
gelato2
gelato1

Stagione estiva 2013 al Teatro Romano di Ostia Antica

10 Giu

teatroromanoostiaantica1Torna anche quest’estate la stagione teatrale estiva al Teatro Romano di Ostia Antica.
QUI LA PROGRAMMAZIONE TEATRALE 2013

Il teatro romano, situato all’interno degli scavi archeologici di Ostia Antica, offre un’atmosfera estremamente suggestiva, specialmente nelle sere d’estate in cui vengono spesso organizzati spettacoli teatrali, concerti, cabaret e chi più ne ha piu’ ne metta. Un posto decisamente da visitare.

Il teatro romano di Ostia Antica si trova all’ interno dell’area archeologica degli scavi.
Eretto sotto Augusto alla fine del I sec. a.c., era una struttura maestosa e imponente per l’epoca, basti pensare che era in grado di ospitare fino a 2500 persone.
Alla fine del II secolo la struttura venne ulteriormente ampliata e portata ad una capacità di circa 4000 posti. Il corridoio centrale d’ingresso del teatro fu poi modificato da Ragonio Vincenzio Celso nel IV secolo, il quale fece installare una statua di Roma, ancora visibile dietro il Ninfeo est, e spostare basi di statue site nel Piazzale delle Corporazioni ormai in stato di abbandono.
Assieme al retrostante piazzale delle Corporazioni il teatro di Ostia Antica formava un grandioso complesso, all’interno del quale si concentravano gli uffici dei mercanti e dei commercianti più in vista della città.
L’edificio è stato restaurato più volte nel corso dei secoli ma, nonostante le modifiche strutturali subite, conserva a pieno il fascino originale dei tempi andati.

Oggi il teatro di Ostia Antica ospita numerosi eventi culturali, tra cui concerti, spettacoli teatrali, spettacoli di danza e di cabaret.

QUI LA PROGRAMMAZIONE TEATRALE 2013

  teatroromanoostiaantica3

teatroromanoostiaantica2

Iscrizione di San Clemente e Sisinnio nei sotterranei di San Clemente a Roma

5 Giu

Una curiosità che forse non tutti conoscono: un fumetto con parolacce dell’XI secolo nella basilica di San Clemente al Laterano.

Negli affreschi della basilica di San Clemente sono raffigurati alcuni miracoli attribuiti a san Clemente. In uno degli affreschi è raccontata la leggenda miracolosa del prefetto Sisinnio, il quale, arrabbiato a causa della conversione della propria moglie Teodora, la seguì con alcuni soldati; quando la trovò in una sala mentre assisteva ad una messa celebrata da Clemente, ordinò il suo arresto, ma Dio non lo permise accecando Sisinnio e i soldati, che, credendo di portare via Teodora e Clemente, in realtà trascinarono colonne. Il prefetto restò cieco fino al suo ritorno a casa.
Nella parte inferiore dell’affresco, ci sono le più antiche frasi murali espresse in una lingua intermedia fra il latino e il volgare. L’iscrizione (databile tra il 1084 e l’inizio del 1100), primo esempio in cui il volgare italiano appare usato con intento artistico, è posta nell’aula della basilica.
Rappresenta il patrizio Sisinnio nell’atto di ordinare ai suoi servi (Gosmario, Albertello e Carboncello) di legare e trascinare san Clemente. I servi, accecati come il loro padrone, trasportano invece una colonna di marmo. Si tratta di un frammento della Passio Sancti Clementis.
Si leggono, a mo’ di fumetto, queste espressioni (la cui attribuzione ai singoli personaggi è fortemente discussa). Questa è la proposta più condivisa: Sisinium: «Fili de le pute, traite, Gosmari, Albertel, traite. Falite dereto co lo palo, Carvoncelle!» San Clemente: «Duritiam cordis vestri, saxa traere meruistis». Traduzione: Sisinnio: «Figli di puttana, tirate! Gosmario, Albertello, tirate! Carvoncello, spingi da dietro con il palo» Clemente: «A causa della durezza del vostro cuore, avete meritato di trascinare sassi».
La prima parte è tutta in volgare, con chiare influenze romanesche. Da notare che “de le” e “co lo” sono già preposizioni articolate. La seconda parte è scritta in latino, ma vi sono varie stranezze; “duritiam”, ad esempio, è un accusativo, ma dovrebbe essere un ablativo: è un chiaro segnale che ormai non si usino più i casi latini, ma ci si affidi ad un caso unico. Inoltre, in luogo del latino “trahere” si riporta la caduta dell’h, “traere”.

Fonte: Wikipedia

 

Festival delle Letterature 2013 alla Basilica di Massenzio

4 Giu

Dall’11 Giugno al 3 Luglio avrà luogo la 12a edizione del Festival alla basilica di Massenzio al Foro romano.
Quest’anno nel corso delle 10 serate la relazione tra letteratura e vita, da sempre tema del nostro Festival si proporrà in maniera differente, invitando il pubblico a una riflessione che trarrà spunti da esempi di vita concreti oltre che, come di consueto, dall’ascolto di storie letterarie inedite degli autori ospiti. Il tema del Festival e delle singole serate con i nomi di tutti i protagonisti, autori e artisti, sarà presentato in conferenza stampa e sul web nei prossimi giorni.
Le serate avranno inizio alle ore 21 e saranno a ingresso gratuito.

Stampa

Letterature Festival Internazionale di Roma, storico festival della Capitale, giunge quest’anno alla XII edizione dopo aver ospitato, nel corso delle passate edizioni, oltre 200 tra i più celebri autori italiani e stranieri sempre accompagnati da attori, musicisti e artisti di grande prestigio.
Presso la Basilica di Massenzio al Foro Romano, sarà proposta la formula di successo consolidata negli anni: gli autori invitati leggeranno testi inediti elaborati scegliendo ognuno la propria cifra stilistica (fiction narrativa, poesia o saggio).

Quest’anno nel corso delle 10 serate la relazione tra letteratura e vita, da sempre tema del festival, si proporrà in maniera differente, invitando il pubblico a una riflessione che trarrà spunti da esempi di vita concreti oltre che, come di consueto, dall’ascolto di storie letterarie inedite degli autori ospiti.

PROGRAMMA

11 giugno
Lettere dalla terra
Storia di un aranceto recuperato nella valle dei templi di Agrigento ( a cura del FAI – Fondo Ambiente Italiano)
Autori FERDINANDO SCIANNA – EDWARD ST AUBYN – VINICIO CAPOSSELA
Musica con EVÌ EVÀN
———————————————————

12 giugno
Segnali dall’era digitale
Storie di giochi, connessioni e gradi di realtà (INNOVACTIONLAB con Augusto Coppola – start up GAMEPIX)
Autori  JENNIFER EGAN – SCOTT HUTCHINS – EMANUELE TREVI
Musica mixtape e break dance con DE KLAN
————————————————————

13 giugno
Una questione d’ambiente
Storia di paesaggi, di un giardino recuperato a Tivoli dal FAI Fondo Ambiente Italiano, di identità e di culture (Arianna Occhipinti e la sua azienda agricola )
Autori  EDWIDGE DANTICAT – FINALISTI PREMIO STREGA 2013
Musica dj set CLAUDIO COCCOLUTO
————————————————————

18 giugno
1 donna x amica
Storie di risposte non violente, di un centro realizzato da giovani donne
(CENTRO DONNE D.A.L.I.A  ROMA) e del TELEFONO ROSA
Autrici  SERENA DANDINI – CONCITA DE GREGORIO – TAIYE SELASI – MARAM AL-MASRI – FARIAN SABAHI
Musica minimal con WOMEN IN QUARTET
———————————————————-

19 giugno
Piccolo grande mondo
Storie di piccoli prestiti e grandi opportunità ( PERMICRO con Andrea Limone – LUISS ENLABS la fabbrica delle startup con Luigi Capello e QURAMI)
Autrici SIMONETTA AGNELLO HORNBY – CLARA USÓN – CHIARA GAMBERALE
Musica classica contemporanea con RODRIGO D’ERASMO (AFTERHOURS) e ANDREA PESCE
—————————————————————

20 giugno
Fuori dai banchi
Storie di scuole alternative ( LA CITTÀ DEI RAGAZZI – SCUOLA PENNY WIRTON)
Autori ERALDO AFFINATI –  FULVIO ERVAS
Musica e ballo a cura della scuola PENNY WIRTON
—————————————————————

25 giugno
Lei non sa chi sono io
Quattro ritratti pubblici scritti da Teresa Ciabatti, Giancarlo Liviano D’Arcangelo, Francesco Pacifico, Giordano Tedoldi con il commento visivo di Giuseppe Sansonna
Autrice ALICIA GIMÉNEZ BARTLETT
Musica classica con SYMPOSIUM QUARTET
—————————————————————–

27 giugno
A tavola con il nemico
Storia di uno studentato in Toscana  ( RONDINE CITTADELLA DELLA PACE)
Autori ANDREA BAJANI – KO UN – MAREK HALTER
Musica alternative con la BIM ORCHESTRA
—————————————————————–

2 luglio
All’arrembaggio
Storie di idee che si conquistano il mondo (UMAN FOUNDATION – BAREFOOT
COLLEGE – INNOVACTIONLAB gran finale)
Autori  BUNKER ROY – ZADIE SMITH
Musica: paesaggi sonori di LELE MARCHITELLI
——————————————————————–

3 luglio
In medias res
Storie di informazione indipendente
Autore  ROBERTO SAVIANO

Sede della manifestazione
Basilica di Massenzio, Foro Romano
Clivo di Venere Felice (Via del Fori Imperiali)

Orario
Le serate hanno inizio alle ore 21.00
Il botteghino apre alle 19.00
I cancelli aprono alle 20.30

Come raggiungerci
Autobus: 60, 75, 84, 85, 87, 117, 175, 186, 271, 571, 810
Metro: Linea B, fermata Colosseo

Modalità di accesso
Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.
L’accesso avviene solo se muniti di un coupon omaggio da ritirare al botteghino in Via dei Fori Imperiali.
All’ingresso è possibile ritirare esclusivamente il coupon relativo alla serata stessa e fino 2 biglietti per persona.
Non è possibile prenotare on-line o per telefono.
Per i portatori di handicap sono garantite facilitazioni di accesso e un’area riservata.
Capienza 2000 posti

In caso di pioggia gli incontri si svolgeranno in sedi alternative, indicate di volta in volta nella singola serata.

MAGGIORI INFORMAZIONI

 http://www.romeguide.it/?pag=schedaeventonew&id=9675

Marcel Duchamp in mostra a Roma alla GNAM

3 Giu

Duchamp in mostra a RomaMarcel Duchamp. Tracce di un percorso italiano
8 ottobre 2013 – 19 gennaio 2014
GNAM Galleria nazionale d’arte moderna e contemporanea
Viale delle Belle Arti 131 – 00197 Roma

In occasione del centenario del primo ready-made creato da Duchamp (Ruota di bicicletta, 1913), la Galleria Nazionale d’Arte Moderna ha organizzato una mostra dove saranno presentati i quattordici ready-made donati da Arturo Schwarz al museo nel 1997, accompagnati da una selezione di importanti opere e di documenti originali, fondamentali per la comprensione del percorso duchampiano. Il progetto espositivo si concentra su lavori organici e non convenzionali, legati alla parola come formulazione del pensiero: l’arte di Duchamp si concentra sulla dissociazione tra il concetto e il titolo, perché vede nello sviluppo degli oggetti comuni la metamorfosi di un pensiero che diventa azione.

Questa esposizione vuole anche testimoniare l’influenza che Duchamp ebbe sulla scena artistica italiana quando, in seguito alle mostre personali presso la Galleria Schwarz di Milano, dal 5 giugno al 30 settembre del 1964 e a Roma presso lo spazio Gavina di via Condotti, nel giugno 1965, Duchamp diede l’occasione ad alcuni artisti italiani di entrare in contatto diretto con lui. In questa esposizione sono infatti presenti anche opere di Baj, Baruchello, Dangelo, Patella, ecc.

MAGGIORI INFORMAZIONI

TUTTI ALLA SCOPERTA DI ROMA! La guida di Roma in alta comprensibilità, le 10 cose più belle di Roma e 2 itinerari scritti e testati dai redattori con sindrome di Down

3 Giu

Le 10 cose più belle di Roma e 2 itinerari: informazioni utili per conoscere e visitare la Capitale scritte e testate dai redattori con sindrome di Down dell’Associazione Italiana Persone Down

Il Colosseo, Castel Sant’Angelo, piazza Navona, ma anche il Gianicolo e Ponte Milvio, sono questi alcuni dei monumenti scelti dai sei redattori con sindrome di Down della Guida turistica di Roma come i più belli della Capitale.
La guida dell’Associazione Italiana Persone Down, frutto del progetto europeo “Smart Tourism”, realizzato con le associazioni di persone con sindrome di Down di Lisbona e di Dublino, è stata presentata presso l’associazione Binario 95 alla stazione Termini.
La Guida è stata scritta e poi revisionata in seguito a dei test di effettiva fruibilità realizzati dai partner nel progetto.

Due gli interventi per spiegare la guida, quello di Moira Oliverio, redattrice con sindrome di Down e quello di Carlotta Leonori, operatrice AIPD e co-responsabile del progetto “Smart Tourism”.
“Nella guida abbiamo deciso di mettere – ha spiegato Moira – informazioni concrete: che tipo di prese elettriche ci sono nel nostro Paese, quanto costa il biglietto per i trasporti, cosa sono bar, pizzerie a taglio, pub, paninoteche. Per i dieci monumenti che abbiamo scelto come i più belli abbiamo dato informazioni su come arrivarci e quanto costa visitarli. La guida è facile da usare e da leggere, la possono usare tutti, se venite a Roma portatela con voi e divertitevi!”.

Il linguaggio utilizzato nella guida è frutto di uno specifico progetto di semplificazione, per rendere il testo fruibile a persone con disabilità intellettiva, a bambini o a chi parla poco la nostra lingua: “Abbiamo utilizzato diversi accorgimenti – ha spiegato Leonori – come scrivere con parole semplici, frasi brevi, stampare in carattere grande e maiuscolo, differenziare gli argomenti per colore, affiancare foto alla parte scritta per una maggiore immediatezza, non andare mai accapo con le parole, indicare chiaramente i numeri e gli orari precisando, per il tempo, se parlavamo di mattina o pomeriggio. Questi sono solo alcuni degli accorgimenti seguiti per la promozione del movimento in città in autonomia e della conoscenza attiva del territorio”.

La guida da oggi è scaricabile in italiano e inglese sul sito www.aipd.it

Fonte: AIPD

smartguide_resize

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: