Italy in therapy: teatro civile al Sala Umberto

30 Lug

Quest’anno la stagione della Sala Umberto accoglie al suo interno una rassegna dedicata ai temi scottanti dell’Italia, una piccola rassegna di teatro civile che si snoda attraverso sei appuntamenti di forte impatto emotivo.

Ad aprire Italy in Therapy sarà lo spettacolo È STATO LA MAFIA di e con Marco Travaglio, un racconto sulla trattativa Stato-Mafia dal ‘92 a oggi. Seguirà Antonia Liskova, con NEL NOME DI CHI? Dentro i muri del vaticano, diretta da Gabriele Guidi, uno spettacolo che indaga su l’operato dei suoi organi direttivi negli ultimi decenni.
Andrea Scanzi e Giulio Casale raccontano Fabrizio De Andrè in Le cattive strade.
Poi si parlerà di storia con Simone Cristicchi, che in MAGAZZINO 18 affronta l’esodo degli Italiani dopo il ’47 dalle regioni annesse alla Jugoslavia di Tito, 350 mila persone costrette a lasciare tutto.
Una lettura inedita della storia verrà presentata da Pino Aprile e Eugenio Bennato in PROFONDO SUD, dove si racconta l’annessione del Mezzogiorno fatta passare come Unità d’Italia e quindi della nascita della questione meridionale.
Questo breve percorso si chiuderà infine con lo spettacolo di Gherardo Colombo accompagnato da Frankie hi-nrg, IMPARARE LA LIBERTA’.

L’iniziativa include anche un progetto di teatro civile per le scuole, realizzato in collaborazione con Più libri più liberi – Fiera nazionale della piccola e media editoria, con una rassegna di spettacoli sulla legalità per il Teatro Ragazzi.

MAGGIORI INFORMAZIONI

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: