Archivio | maggio, 2014

Caravaggio al cinema e in televisione

30 Mag

Film e documentari su Michelangelo Merisi da Caravaggio:

  • lungometraggio – Caravaggio, il pittore maledetto di Goffredo Alessandrini (1941)
  • sceneggiato televisivo – Caravaggio di Silverio Blasi (1967)
  • lungometraggio – Caravaggio di Derek Jarman (1986)
  • cortometraggio – Vernissage! di Stella Leonetti (2002)
  • documentario – Caravaggio. L’Ultimo Tempo di Mario Martone (2004)
  • miniserie televisiva – Caravaggio di Angelo Longoni (2007)
  • lungometraggio – Caravaggio: The Search di Michael C. Merisi e Maureen Murphy (2008)

Vedi anche:

Annunci

Michelangelo Buonarroti al cinema e in televisione

30 Mag

Film e documentari su Michelangelo Buonarroti:

  • cortometraggio – Rolla e Michelangelo di Romolo Bacchini (1909)
  • documentario – Michelangelo di Kurt Oertel (1938)
  • documentario – Il titano, storia di Michelangelo di Kurt Oertel (1950)
  • film tv – Vita di Michelangelo di Silverio Blasi (1964)
  • lungometraggio – Il tormento e l’estasi di Carol Reed (1965)
  • documentario – Michelangelo: The Last Giant di Tom Priestley (1966)
  • documentario – The Secret of Michelangelo di Milton Fruchtman (1968)
  • lungometraggio – I, Michelangelo con Corey Mystyshyn (1986)
  • documentario – Michelangelo: A Self Portrait di Robert Snyder (1989)
  • film tv – La primavera di Michelangelo di Jerry London (1990)
  • documentario – Michelangelo [1] di Flavia Mastrella e Antonio Rezza (1999)
  • cortometraggio – Lo sguardo di Michelangelo di Michelangelo Antonioni (2004)
  • documentario – The Divine Michelangelo di Tim Dunn e Stuart Elliott (2004)
  • film tv – Michelangelo Superstar di Wolfgang Ebert e Martin Papirowski (2005)

Vedi anche:

Quidam: il Cirque du Soleil a Roma ad ottobre 2014

27 Mag

Il Cirque du Soleil al Palalottomatica con Quidam: dal 22 al 26 ottobre 2014 a Roma.

Il Cirque du Soleil ha il piacere di annunciare che Quidam approderà in Italia, dal 22 ottobre al 30 novembre 2014, per 25 spettacoli nelle città di Roma, Bologna, Firenze, Pesaro, Milano e Torino.

Quidam ha debuttato sotto il tendone ad aprile 1996 a Montreal. Da allora, la produzione ha visitato cinque continenti ed ha emozionato milioni di persone. Nel dicembre 2010, Quidam ha intrapreso un nuovo viaggio, presentare la stessa entusiasmante produzione nei palazzetti, partendo dal Nord America. Il cast internazionale comprende 45 acrobati, musicisti, cantanti e artisti di prima classe.

La giovane Zoé è annoiata; i suoi genitori, distanti e apatici, la ignorano. La sua vita ha perso qualsiasi significato. Cercando di riempire il vuoto della sua esistenza, scivola in un mondo immaginario — il mondo di Quidam— dove incontra dei personaggi che la incoraggiano a liberare la sua anima.

MAGGIORI INFORMAZIONI

La forma della seduzione. Il corpo femminile nell’arte del ‘900: Man Ray, Dalì, Picasso, Guttuso, Mirò, De Chirico in mostra alla GNAM

23 Mag

La seduzione del corpo femminile nell'arte del 900Dal 5 giugno al 5 ottobre alla Gnam La forma della seduzione. Il corpo femminile nell’arte del ‘900, una selezione di circa 130 opere che, tra sensualità e sessualità, declinano la figura della donna attraverso l’eterogeneità del linguaggio artistico.

Il percorso si articola in cinque sezioni dedicate a particolari aspetti della seduzione esercitata dal corpo femminile così come molti artisti, spesso diversissimi tra loro, l’hanno interpretata, convergendo verso una prospettiva ‘deformante’ che ne esprime la forza travolgente e per certi aspetti eversiva. Si innesta qui la provocatoria lettura che della seduzione ha offerto il sociologo francese Jean Baudrillard, secondo il quale essa non appartiene alla sfera della natura, ma a quella dell’artificio ed insieme a quella del segno e del rituale.

La prima sezione, dal titolo ‘le belle apparenze‘, presenta opere in cui il nudo femminile, quantunque esaltato da linee morbide e sinuose, e da pose languide e accoglienti, proprie della rappresentazione ‘classica’ del tema, viene ormai già declinato nel linguaggio inquieto delle avanguardie, in fuga da norme e convenzioni, alla ricerca semmai di trasgressione e provocazione, che in Modigliani, autore di raffigurazioni femminili tra le più sensuali e, appunto, seducenti, e nelle modelle fotografate in pose provocanti da Man Ray trovano esiti dirompenti.

La seconda sezione, intitolata ‘seduzione/sedizione‘, introduce alla eclissi del corpo, alla progressiva destrutturazione, nell’arte, della figura. Nelle opere, tra gli altri, di Gino Severini, Giuseppe Capogrossi, Carlo Carrà, Renato Guttuso, Manzù, Victor Brauner, Eric Heckel, Joan Mirò, Enrico Prampolini, il genere artistico del nudo femminile viene riformulato secondo logiche diverse dal naturalismo. Ora l’arte ha come fine la continua sperimentazione che persegue servendosi del geometrismo, del monumentalismo, del dinamismo e della scomposizione cubista. Gli autori di area surrealista, ben presenti nella rassegna grazie al fondo donato al museo da Arturo Schwarz nel 1998, offrono spesso un’immagine fortemente deformata della sessualità femminile. Infatti, la leggibilità della realtà è intaccata dall’interferenza dell’inconscio, conducendo all’autodistruzione ed alla cancellazione del corpo così come tradizionalmente l’arte l’aveva raffigurato, sino alla sua deformazione ai limiti del mostruoso.

La terza, dedicata all”oggetto del desiderio‘, attesta come la seduzione assuma le forme di particolari anatomici sessuali, ma anche di oggetti-feticcio. Si parte dalla rappresentazione di parti anatomiche femminili, spesso decontestualizzate, per giungere agli oggetti comuni investiti di implicazioni erotiche: dalla bambola di Hans Bellmer, alla donna-scarpa di Salvador Dalì, all’Objet mobile di Max Ernst.

La sezione ‘la bella e la bestia‘ allude all’incontro, e alla sovrapposizione dell’elemento umano con quello animale, o comunque non umano. E’ una confusione che ha sempre attratto e spaventato, e che nel gioco della seduzione esercitata dal nudo femminile, offre molteplici approdi: dall’inconscio e dall’automatismo di Surrealisti come Breton e Masson al simbolismo di Picasso.

La bella addormentata‘, infine, è il titolo dell’ultima sezione, che allude all’attrazione esercitata dal corpo femminile abbandonato nel sonno, fra vulnerabilità e passività. Il tema, trattato sin dall’antichità, raggiunge in molte delle opere qui presentate un effetto straniante, come nei nudi trattati con linearità arcaizzante da Modigliani o nelle ninfe dormienti di Giorgio De Chirico.

MAGGIORI INFORMAZIONI


Settimana dei cimiteri storici europei 2014 dal 23 maggio al 1° giugno

21 Mag

La “Settimana dei cimiteri storici europei”,  “A week for Discovering European Cemeteries”, organizzata dall’ASCE – Association of Significant Cemeteries in Europe, prevede la partecipazione di numerose città italiane ed europee con iniziative culturali per la conoscenza e la valorizzazione del patrimonio cimiteriale.

Nell’ambito di tale manifestazione l’Assessorato alla Cultura, creatività e promozione artistica – Sovrintendenza Capitolina – U.O. Monumenti di Roma: Scavi, Restauri,   Siti UNESCO. Servizio Monumenti Archeologici Medievali e Moderni del Suburbio. Mura Aureliane, ha programmato l’apertura straordinaria del Centro di Documentazione dei Cimiteri Storici presso l’Ingresso monumentale del Cimitero del Verano da venerdì  23 maggio a domenica 1 giugno, dalle ore 9.00 alle ore 17.30.

Nel Centro di Documentazione, allestito il 15 luglio  2003 in collaborazione con l’AMA, è possibile visionare i seguenti materiali:

•           Catalogo informatizzato del patrimonio culturale storico artistico del Cimitero del Verano (circa 7000 schede di monumenti funerari);

•           Materiali documentari: filmati concessi dall’Archivio Storico dell’Istituto Luce,  sulla protezione antiaerea dei principali monumenti e delle opere d’arte di Roma e sul bombardamento del 19 luglio 1943;  un filmato del 1983 concesso dall’Archivio Rai Teche, documento sulle testimonianze del bombardamento di S. Lorenzo da parte degli abitanti del quartiere;

•           Materiali didattici con proiezioni multimediali su temi urbanistici, storico-artistici, iconografici, storici  (dall’evoluzione urbana del Cimitero alle opere di artisti, architetti, scultori, pittori, sepolti al Verano, dalla storia risorgimentale alle guerre del XIX e XX secolo, alle tombe bombardate fra il 1943 e il 1944).

Quest’anno viene presentato il tema dei Simboli funerari che rappresentano una delle chiavi di lettura più immediate per la comprensione dei processi storici e antropologici che le hanno prodotte e nella quale una collettività si riconosce.

Presso il Centro di Documentazione dei Cimiteri Storici sono esposte riproduzioni fotografiche dei primi anni del Novecento tratte dal volume dell’architetto Corrado Cianferoni; la mostra fotografica permanente di Anna Forcella; articoli di giornali sul bombardamento di S. Lorenzo.

– proiezioni multimediali sul lavoro svolto fra il 2000 e il 2014 di studio, salvaguardia, valorizzazione e restauro di alcuni monumenti di proprietà capitolina;

– materiali bibliografici e di archivio relativi al complesso monumentale del Cimitero del Verano.

Infine sarà possibile apprezzare, nel portico monumentale, grazie ad un recentissimo intervento di restauro a cura della Sovrintendenza Capitolina, la migliorata leggibilità delle iscrizioni delle lapidi poste sul monumento di Virginio Vespignani, l’architetto del Cimitero romano e quello dell’artista incisore Paolo Mercuri.

INFORMAZIONI

U.O. Monumenti di Roma tel. 06-67105951/ 5953/ 2967

e-mail: infocimiteristorici@comune.roma.it

Centro di Documentazione dei Cimiteri Storici (aperto nei giorni indicati) : Piazzale del Verano 1, Ingresso Monumentale, Torretta destra, tel. 06-49236254 nei giorni ed orari di apertura

Trasporti: Metro B Policlinico; Tram 3 e 19 ; Autobus C3, 71, 88, 163, 223, 443, 448, 490, 492, 495, 542, 545

In  occasione della Settimana dei cimiteri storici europei, AMA Cimiteri Capitolini  propone un programma di 12 visite guidate gratuite al Cimitero Monumentale del Verano distribuite nei due week end  del 24-25 maggio e del 31 maggio-1 giugno.       Il programma delle visite, incentrate sui percorsi a tema storico, artistico e culturale, è consultabile sul sito www.cimitericapitolini.it.

siti web

Tutte le visite sono effettuate con l’ausilio di guide specializzate e supporti audio
Modalità di partecipazione: Prenotazione obbligatoria

settimana_dei_cimiteri_storici_europei_2014_medium

Eutropia L’Altra Città: festival musicale 2014

20 Mag

Eutropia L’Altra Città dal 6 giugno 2014: con Vinicio Capossela, Baustelle, Goran Bregovic, Tiromancino, Ex CSI, Marlene Kuntz, Frankie HI NRG, Giuliano Palma, Giovanni Lindo Ferretti, Eugenio Bennato, Sud Sound System  e molti altri ancora.

PROGRAMMA:

PROGRAMMA IN AGGIORNAMENTO

MAGGIORI INFORMAZIONI

10321606_1454800918091253_4558451056709475738_o_resize

Il Marchese del Grillo: visite guidate serali animate con attori

19 Mag

L’associazione culturale Genti e Paesi organizza visite guidate serali dedicate al Marchese del Grillo, animate da due attori che accompagneranno gli spettatori nel centro di Roma.

Le burle, le bizze e le bizzarrie di un personaggio che da sempre ha interessato e deliziato i Romani.
Nella Roma Papalina del 1809 un ricco nobile si diverte a prendersi gioco della città eterna, frequentando bettole, amori clandestini e Francesi, nemici del Papa. Il Marchese Onofrio del Grillo riesce sempre ad affrontare tutto con umorismo prendendosi gioco persino della sua famiglia, aristocratica e chiusa nei suoi schemi.

Il Marchese del Grillo e la sua amica francese Olimpia cammineranno attraverso i luoghi più evocativi del personaggio portando quei tratti salienti di comicità e di rappresentazione di un’epoca.
Le tappe della visita saranno: il Campidoglio, Piazza Capizucchi e i Fori imperiali. Al termine i due personaggi si congederanno dalla gente, disponibili ad essere fotografati e a rispondere alle domande curiose del pubblico.

Appuntamento alle ore 21:00 in piazza della Suburra.
Costo della visita 10.00 euro.

TUTTE LE DATE IN PROGRAMMA

Per informazioni e prenotazioni:

Associazione Culturale Genti e Paesi
Tel. 06.85301755 Fax 06.85301757
Email: info@gentiepaesi.it

Vedi anche: I Fantasmi a Roma: visite guidate animate serali

marchedelgrillovisiteanimate

110 Open: Roma da una nuova prospettiva

15 Mag

La linea turistica 110 Open raggiunge le mete di principale interesse storico e artistico della città eterna offrendo al passeggero un’immagine spettacolare ed unica di Roma.
Offre al passeggero un’immagine spettacolare ed unica della città di Roma, passando vicino ai principali siti archeologici e monumentali.

Con il biglietto Trambus Open, avrete anche l’ingresso a tariffa ridotta nei musei del Sistema Musei Civici: Musei Capitolini; Centrale Montemartini; Mercati di Traiano; Museo dell’Ara Pacis; Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco; Museo della Civiltà  Romana; Museo delle Mura; Villa di Massenzio; Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina; Museo di Roma; Museo Napoleonico; Galleria d’Arte Moderna di Via Crispi; Museo Carlo Bilotti; Museo Pietro Canonica; Museo di Roma in Trastevere; Musei di Villa Torlonia; Planetario e Museo Astronomico

Fermate

  • Termini
  •  Colosseo
  •  Circo Massimo
  •  Bocca della Verità
  •  Piazza Venezia
  •  San Pietro
  •  Fontana di Trevi
  •  Barberini
  •  Termini

Attiva 7 Giorni su 7

  •  Partenza da Stazione Termini dalle h 8.30 alle h 20.30
  •  Frequenza ogni 15 minuti
  •  L’itinerario completo si svolge in circa 2 ore.

Biglietto Hop on Hop off

  •  Possibilità di salire e scendere ad ogni fermata

Autobus scoperti a due piani dotati di

  •  Mappa della città di Roma gratuita
  •  Hostess plurilingue
  •  N.1 Posto disabile

Sistema audioguida in 8 lingue con auricolari usa e getta

  •  Italiano
  •  English
  •  Español
  •  Deutch
  •  Français
  •  Russian
  •  Japanese
  •  Chinese

Capolinea

  •  Piazza dei Cinquecento (Stazione Termini)

ACQUISTA ONLINE

Vedi anche:

La pioggia delle rose al Pantheon per la Pentecoste

15 Mag

Curiosità romane: la pioggia delle rose al Pantheon.

Pioggia di petali rossi al Pantheon dopo la messa della Pentecoste, la ricorrenza (nel 50simo giorno dalla Pasqua) che celebrava un tempo la fine del raccolto e che nella tradizione cristiana commemora la discesa dello Spirito Santo sulla Madonna e sugli Apostoli raccolti nel cenacolo.
Al termine della funzione, i vigili del fuoco – raggiunta la sommità della cupola del Pantheon, ad un’altezza di 43 metri – lasciano cadere «dall’occhio del cielo», l’ampia apertura circolare di 9 metri di diametro che irradia luce e calore all’interno del Pantheon, migliaia di petali di rose rosse sui fedeli.
La cerimonia, sospesa per lunghi anni, è stata ripristinata nel 1995, ma la tradizione cristiana ha quasi duemila anni: deriva anche dall’antica festa di Pentecoste dei primi cristiani a Roma, quando la rosa rappresentava anche lo Spirito Santo ed era il simbolo del sangue versato dal Crocefisso per la redenzione dell’umanità.
Nella ricorrenza, petali di rose venivano fatti cadere sui fedeli dal lucernaio della cupola dell’antico Pantheon, diventato Santa Maria dei Martiri, a simboleggiare le lingue di fuoco della sapienza.
Sarebbe un errore pensare che queste sono le rose mariane, perchè la rosa legata alla Madonna nella tradizione cristiana – o Rosa mistica – è la rosa bianca. Nella Capitale, petali di rose bianche venivano fatti cadere ogni 5 agosto sui fedeli radunati in Santa Maria Maggiore a Roma, per ricordare la nevicata miracolosa che indicò il luogo dove, per volere della Madonna, si sarebbe dovuta costruire la chiesa.

Fonte: Corriere della Sera

Vedi anche:

 

Mostre a Roma nell’autunno 2014

12 Mag

In anteprima, le mostre previste a Roma per l’autunno 2014:

PROGRAMMA IN CONTINUO AGGIORNAMENTO

MAGGIORI INFORMAZIONI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: