Archivio | eventi RSS feed for this section

Vicolo del Buco a Trastevere: una targa sulla casa di Lucio Dalla

28 Giu

Trastevere, una targa per Lucio Dalla: a 5 anni dalla scomparsa Roma ricorda il cantautore.
Nella casa di vicolo del Buco a Trastevere Lucio Dalla ci ha vissuto per 10 anni, dal 1980 al 1990. Lì come ricorda l’amico Antonello Venditti – che insieme a De Gregori, Ron, gli Stadio e tanti altri artisti frequentava l’appartamento – Dalla ha composto La notte dei miracoli. E proprio una frase del testo della canzone con la quale l’artista bolognese celebra la Capitale è scalfita nella targa di travertino romana apposta ieri sera al civico 7 di vicolo del Buco.

IN QUESTA CASA HA VISSUTO LUCIO DALLA (1943-2012) PROTAGONISTA DELLA MUSICA ITALIANA “ E’ LA NOTTE DEI MIRACOLI FAI ATTENZIONE, QUALCUNO NEI VICOLI DI ROMA HA SCRITTO UNA CANZONE” (DALLA, 1980)

Ad inaugurare la targa la Sindaca di Roma Virginia Raggi, il vicesindaco con delega alla Crescita culturale Luca Bergamo, il Sovrintendente Claudio Parisi Presicce e il musicista Antonello Venditti.
Alla cerimonia presenti due musiciste, Marla Green e Alexandra Maiolo, che hanno suonato canzoni dell’artista bolognese.

Fonte: Comune di Roma

Vedi anche:

24 giugno: San Giovanni e la Notte delle Streghe

22 Giu

In passato una delle feste religiose e profane più sentite a Roma era quella di San Giovanni, patrono della città, festeggiato il 24 giugno. La festa cominciava la notte della vigilia, la cosiddetta “notte delle streghe”, durante la quale la tradizione voleva che le streghe andassero in giro a catturare le anime.
La gente partiva allora da tutti i rioni di Roma, al lume di torce e lanterne, e si concentrava a San Giovanni in Laterano per pregare il santo e per mangiare le lumache nelle osterie e nelle baracche.
Mangiare le lumache, le cui corna rappresentavano discordie e preoccupazioni, significava distruggere le avversità.
La partecipazione popolare era massiccia, si mangiava e si beveva in abbondanza e soprattutto si faceva rumore con trombe, trombette, campanacci, tamburelli e petardi di ogni tipo per impaurire le streghe, affinché non potessero cogliere le erbe utilizzate per i loro incantesimi.

La festa si concludeva all’alba quando il papa si recava a San Giovanni per celebrare la messa, dopo la quale dalla loggia della basilica gettava monete d’oro e d’argento, scatenando così la folla presente.

Fonte: TurismoRoma

La notte di San Giovanni destina il mosto, i matrimoni, il grano e il granturco è un proverbio popolare a sfondo religioso, diffuso in molte zone d’Italia e la cui spiegazione va ricercata nella straordinarietà della notte di San Giovanni e nelle innumerevoli credenze e superstizioni legate alla festa e che variano da regione a regione. Ma anche per i popoli dell’Europa settentrionale, gli inglesi ad esempio, la trazione è simile ed è proprio questa la notte nella quale è stata ambientata l’opera di Shakespeare Sogno di una notte di mezza estate.

« La note de San Zuene
destina mosto, sposalizi, gran e pane. »
(dialettale veneto)

Il proverbio dialettale veneto ci indica alcuni dei sortilegi compiuti durante la nottata magica: per la mietitura si avanza qualche dubbio a causa della rugiada che, secondo la tradizione, cadrebbe questa notte sul grano; anche il granoturco e l’uva si trovano in una fase delicata dei loro processi; per quanto riguarda il matrimonio, le ragazze cercano di interpretare i presagi per capire le loro sorti amorose.
Nel Molise vi è un’antica usanza che prevede di interpretare il piombo fuso versato nell’acqua dove assume varie forme, inoltre le ragazze per saper se si sposeranno entro l’anno scelgono due cardi e dopo una serie di riti li mettono sul davanzale della finestra. Il mattino seguente, a seconda della posizione assunta dal cardo, sarà possibile esprimere la tanto e sospirata previsione sul matrimonio.
Ma anche in Sardegna si usa porre sulla finestra il fiore del cardo per la manifestazione dei presagi; in questo caso si valuta se il fiore ha attirato formiche o moscerini, che sono associati ai contadini o ai pastori.

« Chi nasci la note de San Zuene
no vedi strighe e no sogna fantasme. »
(dialettale veneto)

“Chi nasce la notte di San Giovanni non vede streghe e non sogna fantasmi.”
Il proverbio evidenzia che i fortunati che nascono in questa notte sono investiti di poteri straordinari.

« San Giovanni col su’ fogo
el brusa le strighe, el moro, e ‘l lovo »
(dialettale istriano)

“San Giovanni con il suo fuoco, brucia le streghe, il moro ed il lupo.”
Il proverbio rileva l’usanza antica di accendere i fuochi, utili per allontanare la sfortuna e i contagi.

Fonte: Wikipedia

Vedi anche:

Il Giardino dei Sogni: installazione video sonora immersiva a Palazzo Venezia dai dipinti di Giorgione

21 Giu

Il Giardino dei Sogni, di Luca Brinchi e Daniele Spanò, dal 24 giugno al 17 settembre 2017 a Roma a Palazzo Venezia, Sala delle Battaglie, con musiche di Franz Rosati, violoncello e voce Lukas Wildpanner.

Un’installazione video sonora di carattere immersivo che vuole proiettare il pubblico all’interno di un giardino cinquecentesco. Il suo punto di partenza sono alcuni dipinti di Giorgione da Castelfranco, rielaborati per catturare il visitatore fino condurlo in una dimensione onirica.
La video istallazione è fruibile nella Sala delle Battaglie durante tutto il periodo di apertura della mostra Labirinti del cuore.

Un percorso espanso e multi-sensoriale dove, oltre alle immagini, anche gli effetti sonori e le musiche trasporteranno lo spettatore in una dimensione sospesa tra interno ed esterno, tra architettura e natura, tra luce ed ombra. I visitatori saranno immersi in un paesaggio sonoro ottenuto dalle registrazioni di suoni ambientali e distorsioni elettroniche.

Il progetto nasce dall’idea di guidare gli spettatori, sia della rassegna Il Giardino Ritrovato sia della mostra Labirinti del cuore, in un giardino segreto ed immaginario, che prenderà vita dalla parete della Sala delle Battaglie, svelando le sue meraviglie ed i suoi misteri. Attraverso un’installazione video-sonora immersiva site-specific, la Sala delle Battaglie verrà trasformata in un giardino cinquecentesco grazie all’utilizzo di videoproiezioni e suoni. Un’alternanza di immagini, video originali ed effetti digitali ricreerà atmosfere bucoliche ma anche elettroniche e tempestose, perché l’amore non è solo poesia e sogno, ma anche dolore e sofferenza. E il giardino è il luogo dell’amore per eccellenza, degli sguardi fuggenti, delle romantiche effusioni.
Le immagini prodotte saranno videoproiettate sulla parete dipinta grazie all’utilizzo della tecnica del video mapping. In questo processo, l’intento è quello di esaltare ed evidenziare le illusioni prospettiche, gli elementi architettonici e la tridimensionalità dei trompe l’oeil. La natura selvaggia viene quindi riorganizzata secondo la rigida partitura di colonne, nicchie e fregi preesistenti nella pittura della parete. Gli alberi, gli arbusti ed i fiori mossi dal vento si distorcono, perdendo il loro carattere naturalista. La forma si trasforma in colore, l’immagine video lascia spazio a suggestioni pittoriche e luminose.
Il processo di astrazione che porta l’immagine a trasformarsi in colore si inverte nella sequenza temporale, le macchie di colore ricompattandosi svelano l’immagine di alcuni dei dipinti esposti nella mostra “I labirinti del cuore”. In questo processo, la tavolozza dei quadri scelti si svela allo spettatore in un modo tutto nuovo. Il colore si espande e si deforma in un flusso ciclico ed ipnotico in cui, oltre all’immagine, è il tempo a perdere le sue caratteristiche: proiettiamo il tempo nello spazio (…) e la successione prende per noi la forma di una linea continua(Henri Bergson).
Natura, amore e architettura entrano così in una relazione continua e armoniosa. Connessioni queste vicine a quel sentimento rinascimentale che vede nell’uomo il centro di gravità.
Un percorso espanso e multi-sensoriale dove, oltre alle immagini, anche gli effetti sonori e le musiche trasporteranno lo spettatore in una dimensione sospesa tra interno ed esterno, tra architettura e natura, tra luce ed ombra. I visitatori saranno immersi in un paesaggio sonoro ottenuto dalle registrazioni di suoni ambientali e distorsioni elettroniche.
Per il giorno inaugurale del progetto l’installazione verrà eseguita in tempo reale dagli autori in una performance live.

Luca Brinchi e Daniele Spanò
Luca Brinchi inizia il suo percorso nel campo multimediale nel 2001. La sua ricerca è da sempre rivolta alla creazione di ambienti virtuali pensati appositamente per i vari progetti. Le sue opere, sempre diversissime, sono impiegate in ambiti artistici differenti: in spettacoli teatrali o di danza, in opere liriche, in gallerie di arte contemporanea o ad eventi per la moda.
Daniele Spanò di formazione scenografo, lavora come regista e artista visivo. Come media espressivo predilige il video e le sue innumerevoli applicazioni. Set virtuali per spettacoli teatrali, videoinstallazioni e videoarte per un’indagine costante sul rapporto tra luce e materia, tra immagine e spazio.

Art City 2017: visite guidate e nuovi percorsi museali
Castel Sant’Angelo con apertura del Passetto di Borgo, delle Prigioni Storiche, la Cagliostra e Stufetta di Clemente VII, Palazzo Venezia con il cammino di ronda e il Belvedere, i sotterranei del Vittoriano

Vedi anche:

Il Giardino dei Sogni: installazione video sonora immersiva a Palazzo Venezia dai dipinti di Giorgione

Il Giardino dei Sogni: installazione video sonora immersiva a Palazzo Venezia dai dipinti di Giorgione

GP “Green” Formula E a Roma 14 aprile 2018

21 Giu

Le Nazioni Unite e la Formula E, unite per migliorare la qualità dell’aria nelle città

 

L’alleanza  siglata tra la FIA e le Nazioni Unite ha come obiettivo quello di sensibilizzare le coscienze delle persone di tutto il mondo al tema delle vetture elettriche , utili al miglioramento della qualità dell’aria nelle città.

E da questa alleanza che è nato ed  è ormai al quarto anno, il Campionato di Formula E ovvero le auto monoposto  elettriche .

Tra i giovani soprattutto bisognerebbe instillare la consapevolezza e la conoscenza dei benefici che portano le auto elettriche. E noi genitori?

Il mercato delle auto sempre più si sta direzionando verso auto ibride ed in un prossimo futuro verso le auto totalmente elettriche…….

Pensiamo al Futuro dei ragazzi e diamogli un mondo pulito!

Il circuito vedrà la partecipazione di circa 30/40 auto elettriche a zero emissioni di gas nocivo.

I motori di queste auto funzionano con carburante diesel biologico che è talmente puro che alcuni affermano si possa persino bere.

La FIA, Federazione Internazionale di Automobilismo ha comunicato le date e le destinazioni per i prossimi appuntamenti del Gran Premio di Formula E.

Dopo Santiago de Chile e San Paolo, il 14 Aprile 2018 è la volta di Roma per poi chiudere l’anno con New York e Montreal.

La Capitale ospiterà l’evento che  nel corso degli anni passati già fatto tappa in varie capitali in giro per il mondo, ultima Pechino nell’anno in corso.

Formula E di Pechino 2017

Gran Premio Formula E Pechino 2017

Una bella sfida per Virginia Raggi che vuole con questa iniziativa e con le sponsorizzazione dell’evento, riuscire a fare anche un restyling dell’area dell’Eur.

Queste le parole della Raggi: “Futuro significa mobilità sostenibile, innovazione, rispetto dell’ambiente“.
Per il Gran Premio di Formula E saranno previsti circa 15.000 spettatori e tutta una serie di eventi per la cittadinanza del IX municipio, area dove si terrà la manifestazione.

Per affrofondimenti continuate a seguirci sul nostro sito e sulle nostre pagine social:

Vedi anche:

 

 

 

Il teatro Eliseo compirà i suoi 100 anni di attività a maggio 2018

19 Giu
Il Direttore artistico Luca Barbareschi ha presentato tutte le iniziative e le novità per la prossima stagione 2017/2018 del Teatro Eliseo e del Piccolo Eliseo.
luca barbareschi

Luca Barbareschi – Direttore artistico

Tante le iniziative previste con  un lungo elenco di incontri culturali e proposte per le scuole che dimostrano sensibilità e attenzione dimostrata verso i giovani.

25 spettacoli, tra teatro Eliseo e Piccolo Eliseo,  una stagione concertistica, di cui sarà protagonista Salvatore Accardo, spettacoli «in movimento», tra cui «Medea sulla statale» di e con Elena Cotugno, messinscena itinerante su furgone, una storia di prostituzione sulla strada, la Statale 98.

Il programma si apre il 26 settembre 2017 all’Eliseo :

  • Finale di partita dal 26/9 al 15/10/2017 di Samuel Beckett con Glauco Mauri, Roberto Sturno
  • Un borghese piccolo piccolo dal 17/10 al 05/11/2017dal romanzo di Vincenzo Cerami con Massimo Dapporto;
  • Il penitente dal 07/11 al 26/11/2017, testo di David Mamet, con Luca Barbareschi protagonista e regista;
  • La guerra dei Roses dal 19/12/2017 al 07/01/2018 di Warren Adler con Ambra Angiolini, regia di Filippo Dini;
  • Lacci dal 30/1 all’11/02/2018 con Silvio Orlando e regia di Armando Pugliese;
  • Van Gogh – L’odore assordante del bianco dal 13/02 al 04/03/18 , regia di Alessandro Maggi con Alessandro Preziosi
  • Circus Don Chisciotte dal 03/03 al 22/03/2018 di e con Ruggero Cappuccio.
  • Parenti serpenti  dal 06/03 al 18/03/2018 con Lello Arena;
  • Eden Teatro dal 20/03 al 29/03/2018 di Raffaele Viviani con Mariano Rigillo, regia di Alfredo Arias;

Il Piccolo Eliseo alza il sipario il 27 settembre2017  con :

  • Purgatorio dal 27/9 al 08/10/2017 di Ariel Dorfman con Laura Marinoni.
  • Ferdinando 18/10 al 05/11/2017di Annibale Ruccello con Gea Martire;
  • Pugni di zolfo 08/11 al 26/11/2017di e con Maurizio Lombardi;
  • La paranza dei bambini dal 29/11 al 17/11/2017 di Roberto Saviano;
  • New Magic People show dal 20/12/17 al 07/01/2018
  • Cous Cous Klan 10/1 al 28/01/2018 di Gabriele Di Luca;
  • Lampedusa dal 31/01 al 18/02/2018 di Anders Lustgarten con Donatella Finocchiaro;
  • Stabat Mater dal 21/02 al 11/03/2018 di Antonio Tarantino con Maria Paiato;
  • Orphans dal  14/03 al 29/03/2018 di Dennis Kelly con Monica Nappo, Paolo Mazzarelli e Lino Musella
  • D’estate con la barca dal 04/04 all’08/04/2018 di  Giuseppe Patrone Griffi con Gaia Aprea
  • Scende giù per Toledo dall’ 11/04 al 19/04/2018  di Giuseppe Patroni Griffi con Arturo Cirillo
  • Novantadue Falcone e Borsellino 20 anni dopo dal 02/05 al 06/05/2018 di Claudio Fava con  Filippo Dini, Giovanni Moschella e Pierluigi Corallo
  • Prima di andar via dal 09/05al 29/05/2018 di Filippo Gili con Giorgio Colangeli, Filippo Gili, Michela Martini, Vanessa Scalera e Aurora Peres

Inoltre, «Eliseo cucina», anche il cibo è cultura.

I Brunch delle domeniche a Teatro – Settembre 2017

eliseo per i bambini

Il locale, all’interno del Teatro Eliseo, ha un bel panorama su Palazzo Koch e la cucina a vista. Sarà possibile degustare dell’ottimo cibo accostando i piccoli dai 3 ai 10 anni al teatro con attività laboratoriali studiate appositamente per loro e guidate da professioniste esperte.

 

Vedi anche:

Ingresso gratuito nei Musei Civici per i donatori di sangue dal 1 luglio 2017 al 15 ottobre 2017

15 Giu

Ingresso gratuito nei Musei Civici per i donatori di sangue dal 1 luglio 2017 al 15 ottobre 2017.

Dal 1 luglio 2017 al 15 ottobre 2017, durante la Campagna Estiva per la donazione di sangue, ingresso gratuito ai donatori di sangue e ad un loro accompagnatore nei Musei civici che aderiscono all’iniziativa.
Per premiare questo piccolo grande gesto, l’amministrazione capitolina offre ai donatori la possibilità di visitare gratuitamente uno dei Musei di Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali aderenti all’iniziativa.

Modalità di accesso al Museo 
Il cittadino donatore e un accompagnatore possono accedere gratuitamente ad uno dei Musei del Sistema Musei Civici di seguito elencati, presentando in biglietteria il certificato rilasciato dalla struttura ospedaliera (o copia del certificato timbrata dalla struttura) che attesti l’avvenuta donazione nel periodo 1 luglio – 15 ottobre 2017.

Lista dei musei civici che aderiscono all’iniziativa
Musei CapitoliniPiazza del Campidoglio (Ingresso con ridottissimo 2 euro)
Musei Capitolini – Centrale Montemartini – Via Ostiense, 106
Mercati di Traiano – Museo dei Fori ImperialiVia Quattro Novembre, 94
Museo dell’Ara PacisLungotevere in Augusta (angolo Via Tomacelli)
ad eccezione delle mostre ospitate nel Nuovo Spazio Espositivo dell’Ara Pacis  
Museo di RomaPiazza Navona, 2
ad eccezione delle mostre ospitate nel Nuovo Spazio Espositivo del Museo di Roma I piano
Galleria d’Arte ModernaVia Francesco Crispi, 24
MACROVia Nizza, 138
MACRO TestaccioPiazza Orazio Giustiniani, 4
Museo di Roma in TrasteverePiazza S. Egidio, 1/b
Musei di Villa TorloniaVia Nomentana, 70
Museo Civico di ZoologiaVia Ulisse Aldrovandi, 18

Vedi anche:

Ingresso gratuito nei Musei Civici per i donatori di sangue dal 1 luglio 2017 al 15 ottobre 2017

Ingresso gratuito nei Musei Civici per i donatori di sangue dal 1 luglio 2017 al 15 ottobre 2017

Vladimir Luxuria presenta il suo Libro il 28 Giugno a Roma

15 Giu

 

Tra gli eventi a Roma per la fine di questo mese spicca la presentazione del libro di Vladimir Luxuria prevista per il prossimo 28 giugno 2017. Un’intervista a tu per tu con una delle personalità simbolo del mondo LGBTQI.

Vladimir Luxuria è un simbolo, è una donna poliedrica che sa spaziare con successo in molti campi. È una conduttrice, un’autrice teatrale, una scrittrice, una cantante e una speaker radiofonica, senza dimenticare la sua parentesi nella politica durante il Governo Prodi, ma è soprattutto una delle paladine più note del movimento per i diritti lgbtqi. Non di meno Vladimir Luxuria è la direttrice artistica del Gay Village di Roma, sede della presentazione che a fine mese è dedicata al suo libro.

Il Coraggio di essere una Farfalla penetra il mondo delle questioni transgeniche di oggi. Tutti viviamo momenti di transizione, di cambiamenti, di fasi, in modo particolare e più intenso li vivono quanti si sentono non rappresentati dal proprio corpo. In queste pagine l’autrice racconta il coraggio di essere se stessi, senza dar troppo peso agli altri, per un obiettivo fondamentale: la propria felicità. Il libro narra tutte le questioni spinose della vita quotidiana fatta di trasformazioni, cambiamenti e di problematiche che necessitano di tanta forza e appunto coraggio. Ci saranno risate, ma anche lacrime tante quante sono le emozioni che hanno accompagnato Vladimir Luxuria nel suo percorso di vita. Non si parla però solo di trans in senso stretto, ma di emozioni e situazioni che coinvolgono tutti in qualità di persone umane. Tutto è trans, nel senso di transizionale, modificabile per motivazioni molto differenti: sia convinzione, religione, convenienza.

“Ci vuole più coraggio a essere una farfalla che a ostentare la virilità di un gorilla”. Queste semplici ed efficaci parole racchiudono il senso di questa opera della Vladimir scrittrice.

Il libro “Il Coraggio di essere una Farfalla” è uscito lo scorso 28 febbraio ed è disponibile in tutte le librerie italiane fisiche e digitali.

La sera di mercoledì 28 giugno gli spazi del Gay Village di Roma saranno dedicati alla presentazione dell’opera “Il Coraggio di essere una Farfalla” a firma di Vladimir Luxuria con Stefano Genovese, edito da Piemme. A condurre l’evento romano Pino Strabioli.

L’appuntamento per conoscere Il coraggio di essere una farfalla di Vladimir Luxuria con Stefano Genovese è presso il Gay Village Fantasia di Roma in via delle Tre Fontane, 2 il 28 giugno alle ore 21.30.

Per informazioni info@gayvillage.it o 350.0723346

 

Visite guidate nei sotterranei del Vittoriano, al cammino di ronda e al Belvedere di Palazzo Venezia

14 Giu

Da giugno 2017 visite guidate nei sotterranei del Vittoriano, al cammino di ronda e al Belvedere di Palazzo Venezia.

  • Vittoriano nascosto: visite guidate nei sotterranei del Vittoriano con ingresso libero 
    Da giugno a settembre
    Le visite guidate, con personale specializzato, conducono negli ambienti di epoca traianea rinvenuti nel 1888 dopo la posa della prima pietra del monumento al re d’Italia e utilizzati anche come rifugio nel corso dei bombardamenti del 1943 e del 1944.
    Visite per gruppi di massimo 10 persone. Sabato e domenica in italiano alle ore 11,00 e in inglese alle ore 12,00.
    Ingresso libero
    Prenotazioni nell’atrio di ingresso su Piazza Venezia, al termine della scalinata monumentale, mezz’ora prima delle visite, rivolgendosi al personale in divisa.
  • Palazzo ritrovato: visite guidate al cammino di ronda e al Belvedere di Palazzo Venezia
    Dal 24 giugno al 17 settembre
    Le visite guidate, con personale specializzato, prevedono un itinerario inedito e spettacolare al cammino di ronda, nei sottotetti e poi al Belvedere, che offre punti di vista sorprendenti su Piazza Venezia, l’Altare della Patria e il centro di Roma.
    Visite per gruppi di massimo 10 persone in italiano e in inglese. Dal martedì alla domenica, con partenze fisse ogni mezz’ora dalle ore 10 alle ore 18,00

Art City 2017: visite guidate e nuovi percorsi museali: Castel Sant’Angelo con apertura del Passetto di Borgo, delle Prigioni Storiche, la Cagliostra e Stufetta di Clemente VII, Palazzo Venezia con il cammino di ronda e il Belvedere, i sotterranei del Vittoriano

Vedi anche:

SPEED DATE AL CHIARO DI LUNA il 15 giugno

13 Giu

Volete trascorrere una  bella serata  dove parlare, ridere e conoscere altre persone?

Siete tra i  40 ed i 58 anni?

L’ Associazione Genti e Paesi – Club dei Single ha organizzato questa bella serata al lume di candela  in questo splendido luogo in  Via Savoia 35 c/o  l’Associazione Salve , dove incontrarsi e godersi un’atmosfera rilassata.

Con soli € 20,00  apericena fredda e Speed Date  in un bellissimo terrazzo !

speeddate1

Che aspettate ….. il 15 Giugno è vicino!

Per prenotazioni contattare Genti e Paesi


 

Il Silvano Toti Globe Theatre e la stagione estiva 2017

13 Giu

Buona notte, buona notte!

Separarsi è un sì dolce dolore, che dirò buona notte finché non sarà mattina.

 Romeo e Giulietta (1594)

Globe Teatre Roma1

All’epoca di Elisabetta I d’Inghilterra, le rappresentazioni della Compagnia teatrale di Shakespeare si avvicendano all’interno del Globe Theatre di Londra nel pomeriggio, senza illuminazione artificiale,  nessuna protezione per le intemperie, all’interno di uno spazio aperto al centro per permettere che vi  penetrasse la luce naturale e al costo di  uno o due  penny ciascuno  poteva assistere agli spettacoli messi in scena dalla Compagnia.

Certamente il Silvano Toti Globe Theatre di Villa Borghese di Roma, inaugurato in un momento particolarmente significativo per Roma che ha festeggiato nel 2003, con questo teatro elisabettiano, i cento anni di Villa Borghese gemellandosi virtualmente con la città di Londra, riproduce la caratteristica “grande O di legno” dell’originale.

Il Teatro però non deve essere considerato una imitazione del Globe Theatre di Londra, ma un luogo tutto italiano costruito con legno proveniente da foreste e inserito perfettamente nel contesto ambientale e culturale di Villa Borghese. E’ uno spazio che, grazie alle particolari caratteristiche architettoniche ed all’essenzialità delle scene, permetterà un rapporto catartico con le opere del teatro rinascimentale inglese, nella suggestiva cornice di Villa Borghese. Essenzialità degli allestimenti e scene scarne come ai tempi del celebre drammaturgo inglese,  generano una profonda catarsi con le opere rappresentate, nella cornice suggestiva di un grande parco.

Tutta la programmazione:

Vedi anche: Speciale estate romana

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: