Archivio | musei RSS feed for this section

Jackson Pollock in mostra a Roma al Complesso del Vittoriano

27 Giu

Jackson Pollock in mostra a Roma nell’autunno 2018 al Complesso del Vittoriano, Ala Brasini.
Organizzazione © Arthemisia.

Paul Jackson Pollock (Cody, Wyoming, 28 gennaio 1912 – Long Island, 11 agosto 1956) è stato un pittore statunitense, considerato uno dei maggiori rappresentanti dell’espressionismo astratto o action painting.

Vedi anche:

Annunci

Danilo Eccher e la mostra dell’autunno 2018 al Chiostro del Bramante

24 Mag

Dopo Love ed Enjoy, la mostra dell’autunno 2018 al Chiostro del Bramante sarà nuovamente una collettiva organizzata da Danilo Eccher, che completerà la trilogia dopo le esposizioni dedicate all’amore e al divertimento nell’arte.

Il tema e gli artisti partecipanti saranno svelati prossimamente.

Vedi anche:

Danilo Eccher

Borromini: tutte le opere a Roma

10 Mag

L’elenco di tutte le opere di Francesco Borromini a Roma:

  • Interventi nella chiesa di Sant’Andrea della Valle (1621-1623);
  • Interventi in palazzo Barberini (1625-1632);
  • Cappella del Sacramento in San Paolo fuori le Mura (1629);
  • Ultimazione del baldacchino di San Pietro (1631-1633);
  • Galleria prospettica di palazzo Spada (1653);
  • Chiesa di San Carlo alle Quattro Fontane (1634-1641);
  • Oratorio dei Filippini adiacente a Santa Maria in Vallicella (1637-1650);
  • Decorazione della cappella della Trinità nella chiesa delle monache agostiniane di Santa Lucia in Selci (1638-1639);
  • Chiesa di Sant’Ivo alla Sapienza (1643-1662);
  • Rinnovamento della basilica di San Giovanni in Laterano (1646):
  • Vestibolo e scalone a palazzo di Spagna (1645-1648);
  • Palazzo di Propaganda Fide (1646);
  • Interventi in palazzo Giustiniani (1650-1652);
  • Chiesa di Sant’Agnese in Agone a Piazza Navona
  • Ampliamenti nel convento annesso alla chiesa di Sant’Agostino (1659-1662);
  • Cappella Spada in San Girolamo della Carità (1660 circa).

Fonte: Wikipedia

VEDI ANCHE:

L'elenco di tutte le opere di Francesco Borromini a Roma

Sangue e Arena: show multimediale al Colosseo

10 Mag

Sangue e Arena. The show: al Colosseo uno spettacolo immersivo e multimediale dal 12 maggio al 27 ottobre 2018.
Seduti sugli spalti, gli spettatori assisteranno a una proiezione nell’arena che ricostruisce gli spettacoli del Colosseo.

MAGGIORI INFORMAZIONI

Il Parco archeologico del Colosseo presenta Sangue e Arena, un inedito spettacolo immersivo che fa rivivere i fasti della lunga serie di eventi inaugurali voluti dall’imperatore Tito tra giugno e settembre dell’80 d.C. e durati 100 giorni La performance si svolge direttamente sul piano dell’arena dell’anfiteatro, nel luogo stesso dove si affrontavano i gladiatori.

Le immagini multimediali, le ricostruzioni virtuali e l’impiego degli ologrammi proiettati su un telo di 17 metri offrono un’emozione unica. Immagini, luci, suoni e musica traducono quanto veramente accaduto in quei giorni. L’attesa e l’eccitazione del pubblico di allora si rinnovano attraverso i racconti del poeta Marziale, testimone oculare dei giochi, i cui epigrammi nel Liber de spectaculis consentono di riproporre oggi i vari tipi di spettacoli offerti, tra i quali le fantastiche coreografie acquatiche.

È il primo spettacolo a essere rappresentato sull’arena su progetto del Parco archeologico del Colosseo, in collaborazione con Electa che cura l’organizzazione e la promozione.

La tecnologia. Le immagini di Sangue e Arena vengono proiettate su una superfice non intrusiva e non appariscente: più che uno schermo un telo, dalle caratteristiche particolari e di grandi dimensioni, in grado di restituire in maniera impeccabile i dettagli delle immagini. La superficie è posta molto vicino agli spettatori: esercita un impatto immersivo e integra l’affascinante struttura dei fornici combinando architettura, episodi storici e realismo in una produzione audiovisiva che narra gli eventi con rigore scientifico, restituendo forti emozioni.

Attraverso uno straordinario gioco di luci, suoni, effetti visivi e un display ologrammatico, il pubblico si immedesima in coloro che circa duemila anni fa hanno assistito ai grandi giochi inaugurali dell’Anfiteatro. È attraverso i loro occhi che gli spettatori di oggi si immergono non solo nell’antica storia del Colosseo e nell’eccitazione dei giochi, ma anche nelle credenze e nei miti di allora.

Vedi anche:

Aperture straordinarie serali di monumenti, mostre e musei a Roma nell’estate 2018

8 Mag

Aperture straordinarie serali di monumenti, mostre e musei a Roma nell’estate 2018:

Le mostre:

PROGRAMMA IN CONTINUO AGGIORNAMENTO

Vedi anche:

Aperture straordinarie serali di monumenti, mostre e musei a Roma nell’estate 2018

Aperture straordinarie serali di monumenti, mostre e musei a Roma nell’estate 2018

Chiude il Guido Reni District

27 Apr

Il Guido Reni District a Roma chiuderà definitivamente il 2 maggio 2018, questo il comunicato ufficiale:

Il 2 maggio 2018 chiuderà i battenti il Guido Reni District, una delle più importanti operazioni di rigenerazione urbana temporanea mai realizzata in Italia, che dopo solo un anno e cinque mesi di attività può vantare ottimi risultati.
Il progetto ideato e realizzato, interamente con capitali privati, dalla divisione Urban Value di Ninetynine S.r.l. , aveva lo scopo di restituire alla cittadinanza uno spazio abbandonato e creare valore nel breve termine.
Il bilancio è più che positivo: 437 attività fra cui mostre, prime mondiali, festival, sfilate, presentazioni, lanci di prodotto, attività per bambini, mercatini, degustazioni, shooting.
Sono state coinvolte oltre 1000 imprese, creati ben 283 nuovi posti di lavoro e prodotto un indotto di oltre 37 milioni di euro per la città.
Siete stati oltre 1 milione ad aver visitato questo posto abbandonato per anni e ad apprezzare quanto uno spazio rigenerato vada a costituire una nuova linfa vitale per il quartiere.
Nonostante ciò il Guido Reni District sarà chiuso per effettuare una serie di manutenzioni straordinarie in vista del suo futuro utilizzo immobiliare.
Si continua a sperare che, una volta terminate queste operazioni, Cassa Depositi e Prestiti permetta alla Ninetynine s.r.l. di ridar vita al District, almeno fino all’inizio dei lavori per la definitiva valorizzazione: il progetto prevede infatti che l’area ospiterà la Città della Scienza, spazi pubblici e funzioni private prevalentemente residenziali.
Vi ringraziamo per aver riscoperto insieme a noi questo posto e per aver reso possibile questa magia.

Vedi anche:

Il Guido Reni District a Roma chiuderà definitivamente il 2 maggio 2018

Il Guido Reni District a Roma chiuderà definitivamente il 2 maggio 2018

Colosseo S.U.P.E.R. Seven Unique Places to Experience in Rome: Colosseo, Foro Romano Palatino e 7 luoghi ad ingresso speciale

23 Apr

Colosseo S.U.P.E.R. Seven Unique Places to Experience in Rome: un nuovo percorso per entrare nel vivo dell’arte e della civiltà romana con tecnologie immersive e affascinanti narrazioni virtuali

Il biglietto, valido 2 giorni consente
– un solo ingresso al Colosseo e due ingressi al Foro Romano Palatino (uno al giorno)
– ingresso a 7 luoghi ad ingresso speciale a seconda delle disponibilità
– Criptoportico neroniano
– Museo Palatino
– Aula Isiaca – Loggia Mattei
– Casa di Augusto
– Casa di Livia
– Tempio di Romolo
– Santa Maria Antiqua

Il nuovo biglietto che consente l’accesso a tale percorso si chiama S.U.P.E.R., Seven Unique Places to Experience in Rome, e offre una nuova esperienza di vista. Un itinerario che attraversa il Foro Romano e il Palatino arricchito da videoproiezioni, lightmapping, voci narranti e nuovi supporti divulgativi che danno le chiavi di lettura per scoprire e approfondire:
– la pittura dell’antica Roma e gli interventi bizantini, medievali e rinascimentali
– le architetture delle domus e dei palazzi imperiali e la loro trasformazione nei secoli
– le sculture e le decorazioni che ornavano edifici pubblici, privati e di culto
– Se il Museo Palatino e il Criptoportico neroniano potranno accogliere tutti i possessori del biglietto S.U.P.E.R., per gli altri siti l’accesso sarà contingentato, in quanto conservano preziose pitture e sculture e non possono assorbire l’alto numero di visitatori che ogni anno accede al Parco archeologico del Colosseo.

Il progetto consente la scoperta di luoghi finora accessibili solo con visita guidata o in occasione di mostre temporanee – come era il caso di Santa Maria Antiqua e del Tempio di Romolo -, mentre per la prima volta viene aperta al pubblico la Loggia Mattei con l’Aula Isiaca. Le case di Augusto e di Livia si riaprono con nuovi apparati multimediali che svelano tutti i segreti delle straordinarie decorazioni e degli schemi pittorici. Il Criptoportico neroniano e il Museo Palatino.

colosseosuperlogo

Musei Vaticani: le aperture serali 2018

6 Apr

Apertura straordinaria serale dei Musei Vaticani dal 20 aprile al 26 ottobre 2018.
Un’ occasione straordinaria per visitare i Musei dopo il tramonto, anche con Happy Hour.
Il costo del biglietto d’ingresso rimane invariato

Al via, da venerdì 20 aprile, l’edizione 2018 delle aperture straordinarie notturne dei Musei Vaticani che fino al 26 ottobre propongono ai visitatori, romani e non solo, un’esperienza di visita unica nel suo genere quanto ad atmosfere, bellezze artistiche e proposte musicali.

A partire dalle ore 19.00, per più di sei mesi, e per un totale di 27 venerdì, i Musei del Papa “raddoppiano” la loro offerta culturale offrendosi in un’inedita versione serale molto gradita al pubblico, specie nella stagione primaverile ed estiva.

Come ogni anno, e sempre inclusa nel costo del biglietto d’ingresso prenotabile esclusivamente online, un’ampia rassegna concertistica andrà ad arricchire la già preziosa apertura by night, animando con suoni, canti e danze le splendide architetture museali.
Non solo arte e storia quindi, ma anche spettacolo, e perché non un gustoso Happy Hour nel suggestivo Cortile della Pigna per un rigenerante momento di evasione!

 

Vedi anche:

Apertura straordinaria serale dei Musei Vaticani dal 20 aprile al 26 ottobre 2018Apertura straordinaria serale dei Musei Vaticani dal 20 aprile al 26 ottobre 2018

Apertura straordinaria serale dei Musei Vaticani dal 20 aprile al 26 ottobre 2018

Le opere religiose di Andy Warhol in mostra a Roma nel 2019

31 Mar

Le opere religiose di Andy Warhol saranno in mostra a Roma, al Braccio di Carlo Magno nei Musei Vaticani, nel 2019.

La serie ispirata all’Ultima cena di Leonardo da Vinci fu l’ultima opera di Andy Warhol, subito prima della morte, il 22 febbraio 1987, in seguito a un intervento chirurgico alla cistifellea.

I Musei Vaticani collezionano arte religiosa di artisti moderni e viventi fin dagli anni ’70, ma ora stanno preparando una mostra che darà loro una maggiore credibilità all’interno del più ampio mondo dell’arte.
Nel 2019, in occasione del venticinquesimo anniversario dell’Andy Warhol Museum di Pittsburgh, i Musei Vaticani collaboreranno a una mostra di opere «religiose» dell’artista, tra cui quadri della serie ispirata all’«Ultima Cena» di Leonardo. La mostra si terrà nel mille metri quadrati del Braccio di Carlo Magno, e a Pittsburgh.
«Siamo molto interessati a esplorare il lato spirituale dell’artista, spiega Barbara Jatta. Per noi è importante dialogare con l’arte contemporanea. Viviamo in un mondo di immagini e la Chiesa deve far parte di questa conversazione».
Fonte: Il Giornale dell’Arte

Notizia e date in attesa di conferma

MAGGIORI INFORMAZIONI

Vedi anche:

Le opere religiose di Andy Warhol saranno in mostra a Roma, al Braccio di Carlo Magno nei Musei Vaticani, nel 2019

Le opere religiose di Andy Warhol saranno in mostra a Roma, al Braccio di Carlo Magno nei Musei Vaticani, nel 2019

Le mostre a Roma nell’autunno/inverno 2018/2019

30 Mar

Le mostre in programma a Roma nell’autunno/inverno 2018/2019:

PROGRAMMA IN CONTINUO AGGIORNAMENTO

Vedi anche:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: