Tag Archives: Accademia di San Luca

Il buco della serratura dei Cavalieri di Malta all’Aventino

6 Dic

Curiosità: la suggestiva vista sulla Cupola di San Pietro dal buco della serratura dei Cavalieri di Malta all’Aventino.

Se volete trascorrere una giornata immersi nel verde ma anche nella cultura potete passeggiare nella magnifica cornice del colle Aventino. Nella zona del Circo Massimo, il colle Aventino è conosciuto per le bellissime chiese di origine medievale,  Santa Sabina, Sant’ Anselmo, Santa Prisca, Sant’Alessio, San Saba e Santa Balbina, ma anche per il suo Roseto Comunale, con i suoi 10.000 metri quadri è trai più belli al mondo, e per il Giardino degli Aranci da cui si gode di un panorama suggestivo. La particolarità di camminare lungo le vie dell’ Aventino è che si esce dal caos e dalla frenesia che avvolgono Roma giornalmente, la zona è infatti molto tranquilla e silenziosa. C ’è una piccola ‘sorpresa’ per chi vuole godersi un panorama suggestivo: il buco della serratura della porta del Priorato dei Cavalieri di Malta.

Proseguendo dopo il Giardino degli Aranci, a Piazza Cavalieri di Malta vi è la Villa del Priorato di Malta. Se la porta della villa è chiusa troverete sicuramente delle persone in fila. Stanno aspettando di poter poggiare l’occhio sul grande portone e di guardare attraverso il buco della serratura. Qui si può ammirare una splendida prospettiva della Cupola di San Pietro, che appare lungo il viale dei Giardini dell’ Ordine, costeggiato da alberi. La vista è davvero emozionante sia di giorno che di notte, e  inaspettata per chi non ne è a conoscenza. E’ sicuramente un’ occasione per scattare delle foto particolari della vista del “Cuppolone”. Non c’è mai una lunga fila e in ogni caso l’attesa sarà comunque ripagata, soprattutto se non vi capita di passare in questa zona di frequente. Il buco della serratura è infatti un gioco prospettico che può rendere la vista della Cupola diversa dal solito, ed emozionante.

Fonte: ProLocoRoma

Vedi anche:

Annunci

Apertura straordinaria dell’Accademia di San Luca per la Notte dei Musei 2013

10 Mag

Apertura straordinaria e gratuita di Palazzo Carpegna e della Galleria Accademica fino alle ore 24.00

Sabato 18 maggio 2013 l’Accademia Nazionale di San Luca, in occasione de La Notte dei Musei promossa da Roma Capitale, apre straordinariamente ai visitatori fino alle ore 24.00 la sede di Palazzo Carpegna e la Galleria Accademica.

L’Accademia Nazionale di San Luca ha sede in Palazzo Carpegna, già proprietà dei principi e cardinali Carpegna per i quali Francesco Borromini fra il 1643 e il 1650 pose in essere importanti opere di trasformazione e ampliamento dell’antico nucleo cinquecentesco. I cambiamenti che nei secoli seguenti lo stabile subì non hanno contaminato l’opera borrominiana, ancora pressoché integra: si veda l’elegante portico situato al piano terreno, il portale dal ricco fregio decorato a stucchi e la rampa elicoidale che dall’ingresso conduce ai piani superiori. L’aspetto attuale del Palazzo è anche il risultato degli interventi di rifacimento operati da Gustavo Giovannoni e Arnaldo Foschini tra il 1933 e il 1934 al fine di ospitare l’Accademia di San Luca, qui ufficialmente trasferita il 24 aprile 1934 dalla antica sede di via Bonella ai Fori. Al piano terra sono attualmente collocati spazi per esposizioni temporanee di arte e di architettura e ambienti riservati alla conservazione e custodia di libri e di fondi di disegni accademici. Al piano nobile sono situate la Presidenza con gli
uffici della Segreteria Generale, la Sala delle Conferenze e la Sala del Consiglio accademico. Al secondo piano si trovano invece l’Archivio Storico, le Biblioteche (Accademica e Romana Sarti) e gli uffici amministrativi. Il terzo e ultimo piano ospita infine la Galleria Accademica e il Laboratorio di Conservazione e Restauro.
Nell’ottobre 2010 la Galleria Accademica, rinnovata secondo un progetto museologico espositivo elaborato da Angela Cipriani e Marisa Dalai Emiliani, ha riaperto al pubblico nella quasi totalità delle sue sale. Il nuovo allestimento è stato progettato, in collaborazione con l’architetto accademico Francesco Cellini, con il criterio di restituire con immediatezza ed efficacia l’idea stessa di Accademia nel corso dei secoli. Le raccolte esposte riflettono quasi cinque secoli di storia dell’istituzione (una tra le più antiche d’Europa), con una documentazione particolarmente ricca della sua attività più rilevante, ovvero la formazione di pittori, scultori e architetti, attività che nell’esercizio del disegno ha avuto il suo principale fondamento. Sono qui esposti, tra gli altri, gessi di Canova, Thorwaldsen, Kessels, Wolff, Tenerani e Zagari, per lo più lasciti o doni di ingresso degli artisti; e poi ritratti di accademici, molti dei quali elaborati da Anton von Maron, e progetti, di Filippo Juvarra come di Bernardo Vittone, nonché tele di Palma il Giovane, Guido Reni, Guercino e altri, già parte delle collezioni capitoline.

Accademia Nazionale di San Luca
Roma, piazza dell’Accademia di San Luca 77
tel. 06.6798850 06.6798848

Vedi anche: Notte dei Musei 2013

Sito ufficiale dell’Accademia di San Luca

accademiasanlucanottedeimusei

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: