Tag Archives: app

Purple Miles: Autisti e Passeggeri ovunque nel mondo

7 Set

Purple Miles: Autisti e Passeggeri ovunque nel mondo!

Purple Miles è un sistema di mobilità personale che consente a chiunque sia dotato di uno smartphone o di un PC connesso ad internet di richiedere un trasporto e di ottenere in tempo reale molteplici offerte dagli autisti che aderiscono al sistema.

In Purple Miles riteniamo che la libertà di scelta sia il bene più importante che l’uomo possa avere e che quindi debba essere possibile esercitata in ogni sua attività. Gli autisti sono liberi di offrire le loro migliori condizioni di trasporto.
I passeggeri sono liberi di scegliere l’offerta che ritengono più adatta alle loro esigenze.
Tutto questo con la massima trasparenza data dai profili degli utenti e dai commenti sui servizi offerti e ricevuti.

Tutte le possibili condizioni di trasporto
Purple Miles prevede che gli autisti possano offrire trasporti gratuiti, accettare donazioni volontarie o specificare il prezzo del servizio.
Sulla base della tipologia di servizio offerto e sulle condizioni di trasporto richieste i passeggeri possono scegliere in maniera consapevole la soluzione migliore per le proprie esigenze.

Purple Miles non pone nessun limite geografico alla diffusione del servizio.
In città o in campagna, in montagna o al mare, in qualsiasi Paese del mondo dove uno smartphone o un tablet si può collegare a internet, Purple Miles connette passeggeri e autisti in tempo reale.

Per essere passeggeri serve la voglia di viaggiare.
Per essere autisti è necessario solamente avere a disposizione un veicolo in grado di trasportare passeggeri a destinazione.

Voglio essere autista
Possiedi un qualsiasi veicolo in grado di trasportare persone da un posto ad un altro?
Allora Purple Miles è il sistema adatto per te. Nessuna burocrazia. Registrati e inizia subito a offrire i tuoi servizi.
Non dovrai riconoscere alcuna commissione a purple Miles sia che i tuoi servizi siano gratuiti o a pagamento.

Voglio essere passeggero
Richiedi un trasporto e in tempo reale riceverai offerte dagli autisti che sono disponibili nella tua zona.
Leggi i loro profili e i commenti che gli altri passeggeri hanno lasciato su ciascuno di loro.
La tua scelta tra le loro offerte sarà consapevole e senza sorprese
Non dovrai riconoscere alcuna commissione a Purple Miles.

Purple Miles è un servizio disponibile ovunque vi sia una connessione internet fissa o mobile,
Nelle grandi e piccole città. Fuori dai centri abitati. Un servizio realmente per tutti che non prevede commissioni per il suo utilizzo.

Annunci

Streetart Roma: tutti i murales della Capitale in una app

21 Ott

Un’app per la street art a Roma!

Il nuovo must-have per gli appassionati d’arte pubblica, street art, muralismo? Si chiama STREETART ROMA ed è una app ideata e sviluppata nel 2015 da Artribune insieme a Toyota: la prima guida – in italiano e inglese – per dispositivi mobili, con cui orientarsi nella selva di murales disseminati nella Capitale. Un progetto a misura di turisti e cittadini, professionisti dell’arte e appassionati; un’altra sfida, in cui abbiamo selezionato, geolocalizzato, raccontato, fotografato e archiviato tantissime opere, diffuse nello spazio urbano, da conoscere e rintracciare tramite i vostri tablet e smartphone.

Cosa puoi fare con la tua app?

  • Scoprire, sulla mappa della città (in formato tradizionale, satellitare o ibrido) un’ampia selezione di muri d’artista, contrassegnati da apposite didascalie, schede informative, immagini e video
  • Identificare, in base alla tua posizione, quali sono i murales più vicini a te, scegliendo così quali raggungere
  • Calcolare il percorso (in auto o a piedi) che ti condurrà nel modo più veloce di fronte al murale che desideri vedere da vicino
  • Scorrere l’elenco dei murales catalogati, sfruttando anche un search box e una serie di filtri, per effettuare ricerche incrociate sulla base di criteri chiave: autore, quartiere, anno di realizzazione.
  • MAGGIORI INFORMAZIONI

Un progetto di Artribune
Col supporto di Toyota Motor Italia S.p.A.
Col patrocinio di Roma Capitale – Assessorato Cultura e Turismo
Direzione Editoriale: Massimiliano Tonelli
Testi e coordinamento: Helga Marsala
Sviluppo: Giovanni Sighele, Mauro Tortone
Progetto grafico: Alessandro Naldi
Fotografie: Giorgio Benni
Traduzioni: Valentina Tanni

Vedi anche:

Arriva la Mappa della Street Art a Roma

27 Apr

Arriva la Mappa della Street Art a Roma, distribuita gratuitamente nei punti di informazione turistica (PIT) di Roma.

Si presenta con l’esortazione “Cambia prospettiva. La strada è il tuo nuovo museo” la  mappa della street art – una agevole cartolina (15×24) – per visitare Roma in maniera insolita.
La nuova guida, che include le principali opere di street art in 13 dei 15 municipi della Capitale, toccando 30 quartieri, da quelli centrali come Testaccio a quelli periferici come San Basilio e Tor Bella Monaca, sarà distribuita in 50 mila copie in tutti i PIT (punti turistici informativi) di Roma.
Le strade romane segnate da questa particolare espressione artistica sono circa 150 e oltre 330 le opere realizzate negli anni. Solo nei mesi di gennaio e febbraio sono stati realizzati 40 muri, grazie al Bando “Roma Creativa” indetto dall’Assessorato capitolino alla Cultura e al Turismo.

Roma come capitale dell’arte contemporanea e urbana, dunque, al pari delle grandi metropoli mondiali come Londra, Parigi, New York, San Paolo del Brasile. Sicuramente prima città italiana per numero di opere e afflusso di artisti internazionali come Clemens Behr, Herbert Baglione, MOMO, ma anche italiani e soprattutto romani, come Hitnes, Alice Pasquini, Sten Lex, Agostino Iacurci, Jerico.

Alla mappa si affiancano vari strumenti di fruizione: un’App di facile consultazione; una sezione sul sito www.turismoroma.it,  con una mappatura completa e un aggiornamento costante delle opere; un video promozionale “Ars in via”; una mappatura delle opere murarie e una rete di condivisione di saperi che coinvolge anche critici, operatori, video maker, fotografi e semplici appassionati sul Google Cultural Institute.

“Possiamo dire che davvero questa città è un’opera d’arte completa. È la capitale della Storia, dell’archeologia, ma è sempre di più proiettata nel futuro come capitale dell’arte contemporanea. Oggi, con questa mappa, annunciamo in realtà la nascita del 25imo museo civico di Roma, il nono gratuito – ha dichiarato l’assessore alla Cultura e al Turismo Giovanna Marinelli, che ha presentato nuovo percorso turistico alla presenza del vice sindaco Luigi Nieri – Abbiamo scelto uno slogan significativo: cambia prospettiva, la strada è il tuo nuovo museo.
Proprio perché l’obiettivo di questa mappa è quello di mostrare Roma da un altro punto di vista, non archeologico, ma rivolto all’arte contemporanea e urbana. Un nuovo tour che porterà i turisti a ritornare nella capitale per vederla da un’altra prospettiva. Ma penso anche ai tanti romani che scopriranno, come già è avvenuto con vari progetti, la bellezza del proprio quartiere.

Roma negli anni è cresciuta moltissimo da questo punto di vista, oggi abbiamo delle vere e proprie opere d’arte che sono sotto gli occhi di tutti e oltre 120 artisti, di cui circa la metà italiani, hanno scelto Roma come cornice per i loro quadri. Numeri che ci rendono orgogliosi e che meritano la giusta promozione. Questa mappa è solo l’inizio di un percorso destinato ad evolversi”.

Fonte: Comune di Roma

STREET ART ROME SU GOOGLE CULTURAL INSTITUTE
STREET ART ROME è un progetto no profit curato da NUfactory che mira ad offrire una digitalizzazione quanto più completa delle opere murarie presenti nella città di Roma.  “Il progetto – dice Francesco Dobrovich, fondatore di NUfactory e Direttore di OUTDOOR, Festival di Street Art nato nel 2010 – punta ad una digitalizzazione delle opere di Street Art attraverso una catalogazione di immagini, integrate con approfondimenti critici su opere e artisti ed ha come obiettivo di posizionare la città di Roma ai primi posti in Europa per numero di opere digitalizzate sulla piattaforma di Google, al seguito di Parigi e Londra”.
Quella di Street Art Rome è una collezione che offre strumenti dinamici e promuove il lavoro artistico ma anche produttivo e curatoriale dei soggetti che operano a Roma, attraverso una mappa estesa delle opere e una rete di condivisione di saperi che coinvolge anche critici, operatori, video maker, fotografi e semplici appassionati.

Per consultare la piattaforma Google: Google Art Project Street Art
Per un approfondimento sulla Street Art romana:
https://www.google.com/culturalinstitute/collection/street-art-rome

LA APP DI ARTRIBUNE
Si chiama “StreetArt Roma” ed è disponibile gratuitamente su AppStore e Google Play. Realizzata da Artribune con il supporto di Toyota e con il patrocinio dell’Assessorato Cultura e Turismo, è la prima guida per dispositivi mobili con cui orientarsi tra i murales disseminati nella Capitale. In base alla propria posizione identifica le opere più vicine, calcola il percorso da fare e permette di costruire percorsi ad hoc. E’ in italiano ed inglese e contiene più di 150 opere, diffuse nello spazio urbano, da conoscere e rintracciare tramite tablet e smartphone.

Fonte: TurismoRoma

Vedi anche:

APPasseggio: un’app gratuita per passeggiate culturali

16 Apr

APPasseggio è un’iniziativa nata nel 2012 per promuovere attivamente la cultura della passeggiata, la conoscenza del territorio, l’interazione con le comunità locali e l’esercizio fisico per il benessere della mente, dello spirito e della salute.

Attraverso quest’applicazione per iPhone, iPad e Android, potrai percorrere a piedi, in bicicletta, in autobus, itinerari culturali (storici, archeologici, artistici, letterari, etnografici, naturalistici…) individuati e descritti da una redazione qualificata composta da esperti che da anni operano nel settore dei beni culturali.

Ogni itinerario è composto da:

  • informazioni pratiche e d’inquadramento generale (welcome, scheda riassuntiva e mappa georeferenziata)
  • una serie di punti d’interesse (POI), anch’essi georeferenziati, selezionati in quanto elementi caratterizzanti la passeggiata culturale
  • risorse digitali associate ai punti d’interesse da fruire prima, durante e dopo la passeggiata (audioguide, interviste, narrazioni di storie, letture, brani musicali, filmati, testi, immagini).

Dopo aver installato l’APP sul tuo dispositivo mobile, potrai aggiornarla periodicamente per verificare se sono disponibili nuovi itinerari di tuo interesse. Una volta selezionato l’itinerario, potrai scaricare le relative risorse digitali, che saranno disponibili anche in assenza di connessione a Internet.

SITO UFFICIALE

Vedi anche:

Telepass Pyng: un app per il parcheggio a Roma

10 Feb

A Roma debutta Telepass Pyng, l’innovativa e semplice applicazione gratuita per smartphone che permette di pagare la sosta sulle strisce blu anche a distanza, senza necessariamente avere il Telepass in auto. Il servizio permette l’addebito dei soli minuti di sosta effettivi direttamente sul proprio conto Telepass.

A presentare la novità in Campidoglio, frutto dell’accordo raggiunto da Atac e Roma Capitale con Telepass, sono stati l’assessore capitolino Guido Improta (Mobilità e Trasporti), l’amministratore delegato di Telepass, Ugo De Carolis e il presidente di Atac, Roberto Grappelli.

La vera rivoluzione di questo sistema è l’estrema versatilità di utilizzo. In ogni momento è possibile attivare la sosta, terminarla o prolungarla, pagando soltanto gli effettivi minuti utilizzati. Con “Pyng” non è più necessario cercare il parcometro o ricorrere a carte di credito, ricariche e monetine, ma basta scaricare l’app gratuita sul proprio telefonino e impostare la durata della sosta. Al resto ci pensa l’app, che calcola direttamente l’importo complessivo e il successivo addebito. Restano comunque attive le altre modalità di pagamento come monete in parcometro e il grattino da comprare al tabaccaio.

Roma è la prima metropoli italiana in cui parte il nuovo sistema di pagamento, dopo la sperimentazione avviata lo scorso dicembre a Ferrara. Nelle prossime settimane il servizio sarà attivo anche presso l’aeroporto di Fiumicino ed è prevista l’estensione nelle principali città italiane.

“L’avvio del nuovo sistema Telepass Pyng – ha dichiarato Guido Improta – rappresenta da parte di Atac un ulteriore passo in avanti sulla strada dell’innovazione e sull’uso delle nuove tecnologie, in coerenza con quanto stabilito nel nuovo Piano Generale del Traffico Urbano, per migliorare l’accessibilità e la fruibilità dei servizi connessi ai sistemi di mobilità all’interno della città”.

Per usufruire di Telepass Pyng è sufficiente avere un contratto Telepass, ed essere registrati a Telepass Club, l’area riservata su telepass.it.

L’attivazione del servizio è possibile:
– direttamente dall’app gratuita Telepass Pyng
– in Telepass Club, l’area riservata ai clienti su www.telepass.it.

Il servizio verrà attivato su tutte le targhe associate al proprio Telepass ma sarà possibile aggiungerne anche altre.

“Telepass – ha dichiarato De Carolis – sta lavorando da tempo per offrire sempre più servizi che facilitino gli spostamenti dei propri clienti anche al di fuori dell’autostrada e Telepass Pyng ne è una conferma”.

Con il nuovo sistema non ci saranno problemi di multe “fantasma” dovute alla mancata esposizione del classico ticket sul parabrezza. ll presidente di Atac, Grappelli, ha assicurato: “I nostri verificatori sono dotati di un apposito palmare per controllare tutti i tipi di sosta, parte dell’operazione di modernizzazione di Atac a cui stiamo lavorando con l’assessore Improta per riportare l’azienda a un collegamento diretto con Roma e i suoi cittadini. I verificatori dovranno solamente digitare la targa e in tempo reale l’apparato restituirà all’agente la durata e la validità del titolo acquistato”.

Tutte le info su www.atac.roma.it/sosta

Fonte: Comune di Roma

Qurami: l’app gratuita per evitare la fila negli uffici pubblici di Roma

9 Ott

Qurami, l’app gratuita elimina code: da oggi a Roma l’ufficio anagrafico si prenota online.

Un’app che taglia le code negli uffici anagrafici di Roma Capitale. Parte da oggi in cinque Municipi (I, II, XII, XIII e XV) il nuovo sistema Qurami per la prenotazione del turno agli sportelli direttamente dal proprio smartphone, che entro ottobre verrà esteso al resto degli uffici anagrafici della città. Il progetto, che ha permesso di digitalizzare tutti gli sportelli anagrafici dei Municipi, prevede complessivamente 38 nuovi “totem” eliminacode negli uffici dei 15 Municipi che, messi in rete con un sistema di gestione dei flussi di utenti, consentono di prenotare i servizi degli sportelli e di rilascio certificati dal proprio cellulare.

Al servizio si accede tramite un’app, Qurami, scaricabile gratuitamente sul proprio telefono, che permette di scegliere il servizio anagrafico e prendere il numero per il servizio. Il sistema indica anche numero delle persone in fila e tempi di attesa, può suggerire uffici limitrofi con tempi di attesa inferiori e inviare notifiche personalizzate sull’avanzamento del proprio turno. A quel punto l’utente può presentarsi allo sportello all’ora stabilita e ottenere i certificati, senza attese negli uffici.

“Un sistema avanzato di prenotazioni – dichiara Marta Leonori, assessore a Roma Produttiva – che permette di ottimizzare tempi di spostamenti dei romani, di diminuire le attese agli sportelli e che rende Roma città sempre più smart. L’intuizione di alcuni giovani imprenditori che hanno creato una start up che sta avendo successo anche all’estero. Roma Capitale ha voluto investire nel progetto, adottando l’app e insieme dotando tutti gli uffici di nuove strutture tecnologiche e di un sistema avanzato di collegamenti online. Il progetto consentirà una riduzione di tempi di attesa anche grazie a un bilanciamento dei flussi di traffico, migliorando la qualità del servizio agli utenti e del lavoro agli operatori di sportello.”

Fonte: Comune di Roma

Applicazione gratuita Archeoroma per Smartphone

6 Ago

appLa Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma rende “mobile” il patrimonio archeologico della città.  Musei, Siti Archeologici, Mostre ed Eventi sono raccolti nell’applicazione e descritti nelle loro caratteristiche principali con le informazioni utili per le visite.

L’applicazione nasce, in collaborazione con la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma, per rendere “mobile” il patrimonio archeologico della città e per promurevere l’arte attraverso nuovi canali di comunicazione.
Musei, Siti Archeologici, Mostre ed Eventi sono tutti raccolti nell’applicazione e descritti nelle loro caratteristiche principali con le informazioni utili per visitare.
MUSEI E SITI: i luoghi più suggestivi della città sono raccolti in sezioni che ne descrivono la storia e il contesto. Le informazioni di ciascun luogo consegnano indicazioni precise sugli orari di apertura, l’acquisto dei biglietti e i mezzi di trasporto disponibili.
MOSTRE: Arte contemporanea e antichità, fotografia e scultura. Tutti gli eventi dedicati all’arte in continuo aggiornamento.
MAPPE: Attiva la localizzazione e consulta la sezione mappe per scoprire quali sono i luoghi che ti circondano. Clicca sulla mappa per navigare tra i musei e i siti archeologici che vuoi visitare.

Fonte: Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma

archeoroma01
screen568x568

iDotto: app gratuita per il turismo a Roma

23 Lug

iDotto è un’applicazione per iPhone gratuita nata dalla collaborazione la Sapienza di Roma e Duel Spa. È diversa da tutte le altre guide: si comporta come un compagno di viaggio.

iDotto utilizza il Gps per individuare la posizione dell’utente e gli racconta quello che c’è intorno, in italiano o in inglese. Basta indossare gli auricolari, camminare ed ascoltare. Non c’è bisogno di tenere in mano lo schermo, di decidere ogni volta cosa sentire, di seguire un percorso prestabilito, di leggere una guida mentre cammini o mentre sei davanti a un monumento: finalmente puoi goderti Roma con la testa alta e le mani libere.

iDotto prevede anche un sistema di navigazione (basato su Open Street Map) che permette di visualizzare le mappe ed effettuare il calcolo di un percorso: il tutto completamente offline. Il servizio quindi è velocissimo e non ha bisogno di una connessione Internet.

L’applicazione copre una grande area al centro di Roma, dal Circo Massimo ai Musei Vaticani, da Villa Borghese a Trastevere, da Piazza del Popolo a via Nazionale. Parla dei grandi monumenti ma anche delle piccole curiosità, di arte e di storia ma anche di aneddoti, shopping, cinema, gastronomia: non annoia mai.
iDotto guida i turisti anche all’interno del Colosseo, nell’area dei Fori e del Palatino.
Ci sono oltre 25 ore di contenuti da ascoltare: e sono contenuti originali, divertenti e pensati per essere ascoltati da turisti in mobilità: non si tratta di testi copiati da un’enciclopedia. E si può anche personalizzare il racconto: all’apertura viene chiesto all’utente di dichiarare le proprie preferenze;  durante l’ascolto gli è consentito esprimere il proprio gradimento con un “mi piace”. iDotto tiene conto di queste indicazioni per scegliere i testi più adatti a ciascuno.

Ulteriori informazioni su www.idotto.com

Fonte: TurismoRoma

idotto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: