Tag Archives: archeologia

Domus Aurea: riapertura dal 26 ottobre 2014

3 Ott

Domus Aurea: nuova apertura con visita del cantiere PROROGATA al 27 dicembre 2015

Riapertura della Domus Aurea: dal 26 ottobre 2014 riprendono le visite guidate alla Villa urbana costruita dall’imperatore romano Nerone. AGGIORNAMENTO 23/10/2014: Domus Aurea: nuova apertura con visita del cantiere dal 26 ottobre 2014 al 27 dicembre 2015
Progetto Domus Aurea. Visita al cantiere di restauro ogni sabato e domenica dalle 09.15 – 17.00 con accesso esclusivamente con visita guidata con prenotazione obbligatoria in gruppi contingentati di massimo 25 persone scaglionati ogni 15’ dalle ore 9.15 alle ore 15.45 in italiano, spagnolo e inglese. Ultimo ingresso alle ore 15.45.

È chiusa dal dicembre del 2005, per pericoli di crolli e cedimenti strutturali, ma ora sta per riaprire. Un conto alla rovescia che fa già battere forte il cuore. Alla fine del mese di ottobre, la Domus Aurea, il capolavoro architettonico voluto da Nerone dopo l’incendio del 64 d.C., sarà restituita al pubblico. Il sistema sarà ovviamente contingentato. Il monumento, com’è noto, è al centro di un complesso progetto di restauro e messa in sicurezza che potrà svelarlo nella sua leggendaria interezza non prima del 2018. Pertanto le visite guidate saranno al cantiere, a numero chiuso, ogni sabato e domenica, su prenotazione. La voci ieri circolavano in modo insistente, la Soprintendenza ai beni archeologici non le ha smentite. Sembra che si possa mettere in agenda già sabato 25 ottobre. Stavolta i tempi sono maturi. E il percorso di visita potrebbe essere all’altezza delle aspettative. Da quanto si apprende, il pubblico non solo potrà arrivare fino all’Aula Ottagona, capolavoro mozzafiato di architettura, ma potrà esplorare per la prima volta anche alcune delle sale nel settore ovest della Domus Aurea. Sempre rimasto precluso, anche all’epoca della sua ultima apertura nel 1999. Questo perché fin dal 2011 la Soprintendenza statale, sotto la direzione di Fedora Filippi, aveva già avviato una fase sperimentale del progetto salva-Domus Aurea, concentrandosi proprio nell’ala nord-occidentale del monumento che corre sotto il colle Oppio. L’obiettivo era quello di mettere in campo un nuovo sistema di coperture protettive che, per salvare le sale ipogee da infiltrazioni d’acqua e dal peso del terreno (compresa la minaccia delle radici) ridisegnava completamente i livelli del giardino. L’ESPERIMENTO Esperimento riuscito, tanto da diventare la linea guida per tutto il restyling. E in tre anni di cantiere, i lavori in alcune sale sono a buon punto. Pronti almeno per ingresso a numero chiuso. Un anno fa l’ipotesi di un’apertura era stata annunciata dal blog della Domus Aurea, il diario on line tenuto dall’intero staff tecnico della Soprintendenza. A giugno scorso, in occasione della visita del ministro per i Beni culturali Dario Franceschini era stata appena vagheggiata dalla Soprintendente Mariarosaria Barbera. Ieri non è stata smentita. L’esperienza si preannuncia unica, non solo per scoprire le meraviglie mozzafiato della reggia d’oro di Nerone, ma anche per vedere in diretta il salvataggio del gioiello millenario. Fonte: Il Messaggero, di Laura Larcan, Venerdì 3 Ottobre 2014
AGGIORNAMENTO 15 ottobre 2014 – “Ci stiamo lavorando, non c’è ancora una data precisa” anche perché “sono annunciati scioperi generali”, ma la Domus Aurea, dove sono in corso lavori di ristrutturazione, “sarà aperta entro fine ottobre, come annunciato”. Lo ha detto la soprintendente dei Beni Archeologici di Roma Mariarosaria Barbera in occasione della presentazione del raddoppio del parco della via Latina. L’apertura attraverso un itinerario in sicurezza sarebbe prevista solo nei week end, perché è in corso il cantiere. Fonte: Ansa

Vedi anche: Curiosità romane: le grottesche della Domus Aurea

Annunci

Bimillenario Augusteo

9 Apr

In occasione del bimillenario della morte di Augusto, sono in programma una serie di eventi didattici ai più rilevanti tra i monumenti augustei indirizzati sia ai cittadini sia alle scuole, eventi espositivi, un convegno all’Ara Pacis e uno spettacolo di richiamo internazionale nel Foro di Augusto.

EVENTI DIDATTICI
È stata programmata una serie di eventi didattici indirizzati sia ai cittadini sia alle scuole:
Cittadini
A partire dal mese di maggio avrà inizio un programma di visite guidate ai più rilevanti tra i monumenti augustei di pertinenza della Sovrintendenza Capitolina (a rotazione nelle giornate di sabato e domenica). Le visite permetteranno di comprendere quale sia stato il segno indelebile delle conquiste e della civilizzazione impostate da Augusto nel mondo allora conosciuto.
Scuole
La Sovrintendenza Capitolina in collaborazione con Zètema Progetto Cultura e le Associazioni aggiudicatarie delle attività didattiche nel Sistema Musei Civici ha elaborato un programma di visite didattiche ai monumenti augustei della città. Interessato dalla celebrazione del Bimillenario sarà anche il Progetto ‘La scuola adotta un monumento’: l’edizione 2013/15 del Progetto non a caso è stata inaugurata nella sala del Museo della Civiltà Romana dedicata ad Augusto.

MOSTRE
Gli eventi espositivi programmati approfondiranno due aspetti fondamentali della figura di Augusto: il suo ruolo decisivo sia nella creazione di un complesso programma di propaganda politica, che sarà modello per le generazioni future, sia nella trasformazione dell’urbanistica della città antica. Entrambe le mostre saranno organizzate con il supporto della Società Zetema Progetto Cultura.

CONVEGNO SUL MAUSOLEO DI AUGUSTO
Si sta procedendo all’organizzazione di un convegno per illustrare e divulgare i nuovi dati emersi a seguito degli scavi e ricognizioni effettuate sul Mausoleo di Augusto in questi ultimi anni. Alla giornata di studi, prevista per il 4 dicembre nell’Auditorium dell’Ara Pacis, parteciperanno i funzionari di Sovrintendenza che hanno seguito i lavori sul campo.

FORO DI AUGUSTO. 2000 ANNI DOPO
Progetto di valorizzazione dei Fori Imperiali ed in particolare del Foro di Augusto promosso da Roma Capitale, Gabinetto del Sindaco, Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e prodotto da Zètema Progetto Cultura con l’ideazione e la cura di Piero Angela e Paco Lanciano con la storica collaborazione di Gaetano Capasso. Dal 21 aprile presso il Foro di Augusto.

AUGUSTO E ROMA: I LUOGHI DI AUGUSTO A ROMA
Il centro del Potere

  • il Foro di Augusto e la sezione dedicata al Foro nel Museo dei Fori Imperiali
  • il Foro di Cesare
  • il Foro Romano

La residenza privata

  • la Casa di Augusto e di Livia sul Palatino

Il Campo Marzio Meridionale

  • l’Area archeologica del Teatro di Marcello
  • l’edificio da spettacolo: il Teatro di Marcello
  • l’edificio di culto: i Templi di Bellona ed Apollo Sosiano ed il Portico d’Ottavia.

Il Campo Marzio Settentrionale

  • il Museo dell’Ara Pacis Augustae
  • il Mausoleo di Augusto

Gli Horti

  • l’Auditorium di Mecenate

Le infrastrutture

  • gli acquedotti
  • · l’Acquedotto Vergine in via del Nazareno
  • · le Aquae Marcia Tepula e Iulia a Porta Maggiore e Porta Tiburtina

bimillenario_augusteo_large

Archeobus a Roma: open bus tour speciale archeologia

4 Set

La linea turistica Archeobus si sviluppa all’interno del centro storico romano e prosegue lungo il Parco dell’Appia Antica.
Dopo aver attraversato parte del centro storico romano la linea Archeobus prosegue lungo il Parco dell’Appia Antica fino al Capo di Bove, passando vicino alle famose catacombe.
Con il biglietto Trambus Open, avrete anche l’ingresso a tariffa ridotta nei musei del Sistema Musei Civici.

ACQUISTA ONLINE

Il biglietto Archeobus consente:

  • prima ora gratuita di noleggio bici presso Info Point via Appia Antica, 58/60. Aperto tutti i giorni dalle 9.30 alle 17.30 (sabato e domenica 18.30).
  • prezzo ridotto per la partecipazione dei bambini ai Laboratori Di Natura: €4,00 anziché €5,00. Aperti la domenica da settembre a giugno -via Appia Antica, 42

Attiva venerdì sabato e domenica

  • Dalle h 9.00 – h 12.30 & h 13.30 – h 16.30
  • Frequenza ogni 30 minuti
  • L’itinerario completo si svolge in circa 1.5 ore

Biglietto Stop & Go

  • Possibilità di salire e scendere ad ogni fermata
  • La validità del biglietto è di 48 ore.

Autobus scoperti a un piano dotati di:

  • Mappa ufficiale del Comune di Roma gratuita
  • Hostess plurilingue
  • N.1 Posto disabile
  • Sistema audioguida in 8 lingue con auricolari usa e getta

Fermate:

  • Stazione Termini
  • Colosseo
  • Terme di Caracalla
  • Porta di San Sebastiano
  • Sede Parco Regionale Appia Antica
  • Valle della Caffarella
  • Catacombe di San Callisto
  • Catacombe di San Sebastiano
  • Cecilia Metella
  • Sant’Urbano
  • Capo di Bove
  • Stadio delle Terme
  • Bocca della Verità
  • Piazza Venezia
  • Termini

Archeobus Tariffe

  • Intero Hop-on Hop-off validità 48H € 12.00
  • Famiglia Hop-on Hop-off validità 48H 4 persone di cui al massimo 2 adulti e 2 minori di età compresa fra i 10 e i 18 anni non compiuti € 40.00
  • Ridotto Non Stop validità 1 tour, gruppi scolaresche minimo 25 px € 10.00
  • Gratuito bambini 0-10 anni non compiuti e diversamente abili
  • Integrati Hop-on Hop-off :  Archeobus + 110 open validità bus 72 H € 25.00

ACQUISTA ONLINE

Vedi anche:

Applicazione gratuita Archeoroma per Smartphone

6 Ago

appLa Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma rende “mobile” il patrimonio archeologico della città.  Musei, Siti Archeologici, Mostre ed Eventi sono raccolti nell’applicazione e descritti nelle loro caratteristiche principali con le informazioni utili per le visite.

L’applicazione nasce, in collaborazione con la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma, per rendere “mobile” il patrimonio archeologico della città e per promurevere l’arte attraverso nuovi canali di comunicazione.
Musei, Siti Archeologici, Mostre ed Eventi sono tutti raccolti nell’applicazione e descritti nelle loro caratteristiche principali con le informazioni utili per visitare.
MUSEI E SITI: i luoghi più suggestivi della città sono raccolti in sezioni che ne descrivono la storia e il contesto. Le informazioni di ciascun luogo consegnano indicazioni precise sugli orari di apertura, l’acquisto dei biglietti e i mezzi di trasporto disponibili.
MOSTRE: Arte contemporanea e antichità, fotografia e scultura. Tutti gli eventi dedicati all’arte in continuo aggiornamento.
MAPPE: Attiva la localizzazione e consulta la sezione mappe per scoprire quali sono i luoghi che ti circondano. Clicca sulla mappa per navigare tra i musei e i siti archeologici che vuoi visitare.

Fonte: Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma

archeoroma01
screen568x568

Tempio VI secolo a.C. scoperto in via Petroselli

23 Lug

Viene alla luce, in pieno centro storico, un altro importante pezzo di storia antica della città; e questa volta si tratta dell’epoca più remota, quella regia. Mentre pulivano i resti dell’area sacra di Sant’Omobono a via Petroselli, gli archeologi della Sovrintendenza capitolina – insieme con alcuni colleghi dell’università del Michigan e dell’ateneo della Calabria – hanno rinvenuto parti del muro in pietra di un tempio arcaico del VI secolo avanti Cristo, risalente all’età di Servio Tullio.

Con il santuario di Giove Capitolino sotto il Campidoglio – spiegano gli archeologi – è il più antico tempio in pietra trovato a Roma e si caratterizza per la costruzione a blocchi in stile etrusco-italico. Recuperati anche frammenti di decorazione. I resti del tempio si trovano al centro dell’area sacra, vicino a quelli della Mater Matuta e della Fortuna.

Sul posto si è recata Flavia Barca, assessore capitolino alla Cultura. “Un ritrovamento bellissimo”, ha commentato Barca, “che mostra quanto eccezionale sia il patrimonio della città e quanto prezioso sia il lavoro degli archeologi, spesso purtroppo non valorizzato”.

Fonte: Comune di Roma

VI_secolo_2_d0
VI_secolo_1_d0

Castrum Novum Project 2013: campo archeologico estivo

20 Mag

Si svolgerà questa estate a Santa Marinella il 1° campo scuola di ricerca organizzato in collaborazione tra il Museo del Mare e della Navigazione Antica, Il Gruppo Archeologico del Territorio Cerite e il Comune di Santa Marinella

Il Gruppo Archeologico del Territorio Cerite (G.A.T.C.), in collaborazione con il Museo del Mare e della Navigazione Antica di Santa Marinella , il Centro Studi Marittimi e con il patrocinio della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Etruria Meridionale, presenta il Primo Campo Internazionale di Ricerca Archeologica rivolto a tutti gli studenti italiani e stranieri e agli appassionati di archeologia che desiderino prendere parte ad una  campagna di scavo coinvolgente e formativa volta a riportare alla luce i resti dell’antica città di Castrum Novum, situata nell’attuale comune di  S.Marinella (Rm).

Per ulteriori informazioni si invita a visitare la pagina facebook: Castrumnovumproject o a scrivere a castrumnovumproject@gmail.co

Queste le date:

  • Dal 10 al 30 giugno
  • Dal 21 Luglio al 4 Agosto
  • Dal 18 Agosto al 1 Settembre

Costantino 313 d.C. in mostra al Colosseo

10 Apr

Costantino 313 d.C.
11 aprile / 15 settembre 2013
Colosseo

La Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma ospita al Colosseo, dall’11 aprile al 15 settembre 2013, la mostra “Costantino 313 d. C.”, che celebra l’anniversario dell’Editto di tolleranza del 313 d.C.

L’esposizione celebra l’anniversario dell’eccezionale manifesto di tolleranza religiosa diffuso nel 313 d. C., noto anche come “Editto di Milano”, attribuito all’imperatore romano d’Occidente Costantino. Un documento di straordinaria modernità che, riprendendo un editto del 311, dichiarava il Cristianesimo, dopo secoli di persecuzioni, religio licita, inaugurando un periodo di tolleranza religiosa e di grande innovazione politica e culturale. Il rescritto, infatti, recita: Noi, dunque Costantino Augusto e Licinio Augusto abbiamo risolto di accordare ai Cristiani e a tutti gli altri la libertà di seguire la religione che ciascuno crede, affinché la divinità che sta in cielo, qualunque essa sia, a noi e a tutti i nostri sudditi dia pace e prosperità.

Il percorso espositivo si articola in sezioni che approfondiscono, con oltre centosessanta preziosi reperti provenienti da tutta Europa, tematiche storiche, artistiche e religiose dell’epoca costantiniana.

MAGGIORI INFORMAZIONI

costantinomostracolosseo_resize

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: