Tag Archives: Galleria Nazionale d’arte Moderna di Roma

#Selfiedautore: la GNAM propone un contest per la diffusione del patrimonio culturale

14 Ott

selfieScegli l’opera del tuo artista preferito, mettiti in posa e fatti un selfie originale con il tuo smartphone o tablet! La GNAM (Galleria Nazionale di Arte Moderna di Roma) propone un concorso fotografico a premi.

Dopo  ” #Saluti da…”  promosso dal Mibact, sarà #Selfiedautore a fotografare in maniera creativa i capolavori artistici. Quello che viene immortalato è il piacere di stare di fronte ad un quadro: il selfie, rappresenta  il fenomeno attuale di volersi riprendere e testimoniare quella emozione. In un periodo di forte crisi e tagli per musei ed istituzioni culturali, l’hashtag   significa un modo per diffondere il patrimonio culturale, ma soprattutto la possibilità di riscoprire il museo, visitandolo e divertendosi.

Regolamento:

1) Se sei maggiorenne scegli l’opera preferita nella collezione della Galleria o dei musei satelliti, scegli la posa, un’espressione e colori originali e fatti un autoscatto corredato da una breve didascalia (titolo opera, data, nome e cognome dell’autore della fotografia e indirizzo email). Il selfie può essere anche la composizione di più fotografie.
2) Puoi inviare la tua foto dal 1° ottobre 2014 al 6 gennaio 2015 all’indirizzo gnam.contest@gmail.com con l’oggetto #selfiedautore.
3) Potrai votare il selfie preferito cliccando “Mi piace” dalla sua pubblicazione fino al giorno 6 gennaio 2015.
4) Le 50 foto con più “mi piace” saranno selezionate da una giuria che premierà i 5 selfie più originali il giorno domenica 8 febbraio 2015.

Premi:
Gli autori riceveranno:
1° premio: Telefono Samsung Galaxy S5 Mini
2° premio: Telefono Huawei Ascend Y330 Smartphone
3° premio: Prolunga telescopica ExyendaPic per Iphone
4° premio: Chiavetta usb personalizzata (Articolarte)
5° premio: Chiavetta usb personalizzata (Articolarte)

Inoltre una giuria interna selezionerà tra le foto più votate quelle per realizzare un video da pubblicare sul canale GnamVideo.

Responsabilità. Le foto devono essere originali, inedite, non in corso di pubblicazione, non ledere diritti di terzi e non devono comprendere persone estranee al selfie in primo piano o pubblicità, pena l’esclusione. Fatta salva la proprietà intellettuale delle foto che rimane all’autore, la Galleria si riserva il diritto all’utilizzo gratuito delle immagini, a scopi divulgativi, promozionali e della valorizzazione del patrimonio culturale, con la citazione dell’autore. Ogni partecipante è responsabile dell’oggetto della sua immagine e pertanto si impegna ad escludere ogni responsabilità civile e penale della Galleria nei confronti di terzi.

Trattamento dei dati personali. Ai sensi del Decreto legislativo 196/2003, i dati personali forniti dai partecipanti sono raccolti ai soli fini della procedura di aggiudicazione del premio. L’interessato ha diritto di accesso ai dati che lo riguardano, nonché di far rettificare, aggiornare, completare o cancellare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge.

Hashtag #Selfiedautore

Da un’idea di Salvatore Puzella e Maddalena Santeroni

Ufficio stampa:
Segreteria A3M
Segreteria.a3m@libero.it
Laura Campanelli
s-gnam.uffstampa@beniculturali.it

Per informazioni:
Maddalena Santeroni
maddalenasanteroni@hotmail.com
3926323491
Segreteria A3M
3479938860

I musei partecipanti:

  • Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma – Viale delle Belle Arti 131, Roma
  • Museo H.C. Andersen – Via Pasquale Stanislao Mancini 20, Roma
  • Museo Boncompagni Ludovisi – Via Boncompagni 18, Roma
  • Casa museo Mario Praz – Via Zanardelli 1, Roma
  • Raccolta Manzù – Via Laurentina km. 32, Ardea

Invia i tuoi #Selfiedautore: gnam.contest@gmail.com

Scarica il regolamento in formato .pdf qui

Fonte: Sito ufficiale GNAM

Vedi anche:

Annunci

Secessione e Avanguardia. 1905-1915 L’arte in Italia prima della Grande Guerra in mostra alla GNAM

24 Lug

Secessione e Avanguardia. 1905-1915 L’arte in Italia prima della Grande Guerra in mostra alla GNAM: la Galleria Nazionale d’arte Moderna di Roma commemora il centenario della Grande Guerra con una grande mostra a partire dall’autunno 2014.

La Galleria sta preparando per l’autunno una grande mostra sul periodo che ha preceduto la Prima guerra mondiale: un periodo breve, ideologicamente segnato da contrasti politici e sociali, durante il quale artisti e critici si interrogano sui concetti di modernità e di avanguardia.
La mostra è a cura di Stefania Frezzotti.

L’esposizione comprende circa 150 opere di 70 artisti fra dipinti, sculture, disegni ed opere d’arte applicata e indaga quel complesso clima artistico, letterario e politico immediatamente precedente la prima Guerra mondiale.

La mostra approfondisce un momento di particolare fervore innovativo nella cultura artistica e letteraria italiana immediatamente precedente la prima guerra mondiale. Un periodo breve, ideologicamente segnato da contrasti politici e sociali, durante il quale artisti e critici si interrogano sui concetti di modernità e di avanguardia.
Mentre l’Ottocento, il ‘secolo lungo’, moriva, e con esso la mitologia positiva della belle époque, una generazione di giovani artisti si poneva in aperto conflitto con il consolidato sistema ufficiali e delle esposizioni, contestando i criteri conservatori e selettivi che regolavano la partecipazione, rivendicando autonomia di ricerca e libertà di espressione.
Come era già avvenuto a Berlino, Monaco e Vienna e in altri centri europei, gruppi di artisti italiani giovani e meno giovani sceglievano di associarsi nel comune segno della Secessione, sia interpretata, alla lettera, come separatismo, divisione netta, sia come manifestazione che raccoglieva le forze più innovative intorno a concetti modernisti, ma in cui non tardarono a penetrare elementi di avanguardia.
La mostra prende l’avvio dal 1905, anno in cui Severini e Boccioni organizzarono nel Ridotto del Teatro Nazionale di Roma una Mostra dei Rifiutati che costituì un primo germe di opposizione.
Le esigenze di rinnovamento e di apertura internazionale si polarizzano fra il 1908 e il 1914 a Venezia e a Roma, nelle manifestazioni di Ca’ Pesaro e della Secessione Romana, mentre la dirompente novità dei Futuristi, trova una nuova sede espositiva, sempre a Roma, nella Galleria Sprovieri.
Ca’ Pesaro e Secessione Romana rappresentano quindi i poli di un’avanguardia ‘moderata’, contrapposta, non senza contraddizioni, all’avanguardia radicale del Futurismo, che intende incidere in maniera rivoluzionaria sul linguaggio artistico e sulla realtà sociale e politica.
La mostra si chiude quindi sulla tabula rasa che il conflitto mondiale attua nei confronti di ogni aspirazione avanguardista, inglobandone lo slancio vitale. All’entusiastico interventismo futurista, alla nuova, modernissima iconografia della guerra, si contrappone la poetica del silenzio e dell’assenza, presagio del dramma imminente, del primo De Chirico.

Date, programma e prezzi in aggiornamento

MAGGIORI INFORMAZIONI

Vedi anche: Le mostre previste a Roma per l’autunno 2014

Umberto Boccioni, Idolo moderno, 1911

Umberto Boccioni, Idolo moderno, 1911

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: