Tag Archives: ingresso libero

Cortili Aperti 2017: sabato 20 e domenica 21 maggio aperture straordinarie gratuite

15 Mag

Cortili Aperti 2017: sabato 20 e domenica 21 maggio aperture straordinarie gratuite per le Giornate Nazionali dell’ADSI (Associazione Dimore Storiche Italiane).

Le dimore storiche italiane, edifici di grande valore storico ed artistico, sono una caratteristica unica al mondo, sia per la quantità che per la qualità delle architetture e delle opere d’arte in esse contenute. Inoltre esse rappresentano il filo conduttore attraverso il quale è possibile leggere tangibilmente la storia della nostra cultura, un arco di oltre duemila anni ove senza interruzioni si è assistito al proliferare di produzioni artistiche. Questi fabbricati identificano il nostro paesaggio e contribuiscono a creare quell’atmosfera ricca di cultura che ci contraddistingue a livello mondiale.

La Sezione Lazio dell’A.D.S.I., dal 1996, organizza l’evento dei “Cortili Aperti”, un appuntamento annuale per visitare i più importanti cortili dei palazzi storici romani. La visita di questi luoghi, non fruibili usualmente dal pubblico, è un’occasione per ammirarne lo splendore delle architetture e studiarne da vicino le tracce del passato, per meglio comprendere come l’attività dei proprietari, attenti tutori di questi beni, mantenga un patrimonio che è una vera ricchezza per la collettività. Solo attraverso una costante manutenzione, ed una cura attuata con costante dedizione, è stato possibile preservare queste testimonianze della nostra cultura.

In alcuni di questi cortili saranno allestite anche esposizioni degli artigiani e si terranno concerti musicali.

Palazzo Attolico (via di Parione, 12)
cortile aperto sabato 20 e domenica 21 maggio ore 10:00/19:00

Palazzo Avila (via del Governo Vecchio, 14)
cortile aperto sabato 20 maggio ore 10:00/19:00

Palazzo Berardi Guglielmi (via del Gesù, 62)
cortile aperto sabato 20 e domenica 21 maggio ore 10:00/19:00

Palazzo Boncompagni Cerasi (via del Babuino, 51)
cortile aperto sabato 20 e domenica 21 maggio ore 10:00/19:00

Palazzo Borghese (largo Fontanella Borghese, 19)
cortile aperto sabato 20 maggio ore 10:00/19:00

Palazzo Capizucchi (piazza Campitelli, 3)
cortile aperto sabato 20 e domenica 21 maggio ore 10:00/19:00

Palazzo Capponi Antonelli (via Monserrato, 34)
cortile aperto sabato 20 e domenica 21 maggio ore 10:00/19:00

Palazzo Cenci (piazza de’ Cenci, 56)
cortile aperto sabato 20 maggio ore 11:00/19:00

Palazzo Cisterna (via Giulia, 163)
cortile aperto sabato 20 maggio ore 11:00/19:00

Palazzo Costaguti (piazza Mattei, 10)
cortile aperto sabato 20 e domenica 21 maggio ore 10:00/19:00

Palazzo d’Aste (via Monserrato, 149)
cortile aperto sabato 20 maggio ore 10:00/19:00

Palazzo del Drago (via dei Coronari, 44)
cortile aperto sabato 20 e domenica 21 maggio ore 10:00/19:00

Palazzo del Gallo (piazza Farnese, 44)
cortile aperto sabato 20 e domenica 21 maggio ore 10:00/19:00

Palazzo Gomez Silj (via della Croce, 78/A)
cortile aperto sabato 20 e domenica 21 maggio ore 10:00/19:00

Palazzo Grazioli (via del Plebiscito, 102)
cortile aperto sabato 20 e domenica 21 maggio ore 10:00/19:00

Palazzo Lante (piazza dei Caprettari, 70)
cortile aperto sabato 20 e domenica 21 maggio ore 10:00/19:00

Palazzo Malvezzi Campeggi (via del Consolato, 6)
cortile aperto sabato 20 e domenica 21 maggio ore 10:00/19:00

Palazzo Massimo Lancellotti (piazza Navona, 114)
cortile aperto sabato 20 e domenica 21 maggio ore 10:00/19:00

Palazzo Montoro (via di Montoro, 8)
cortile aperto sabato 20 e domenica 21 maggio ore 10:00/19:00

Palazzo Odescalchi (piazza Santi Apostoli, 80)
cortile aperto sabato 20 e domenica 21 maggio ore 10:00/19:00

Palazzo Pamphilj (piazza Navona, 14)
cortile aperto sabato 20 maggio ore 11:00/17:00

Palazzo Pasolini dall’Onda (piazza Cairoli, 6)
cortile aperto sabato 20 e domenica 21 maggio ore 10:00/19:00

Convento Pio Sodalizio dei Piceni (piazza San Salvatore in Lauro, 15)
cortile aperto sabato 20 maggio ore 09:00/12:00 – 16:00/19:00 e domenica 21 maggio ore 09:00/12:00

Palazzo Ruspoli (via Fontanella Borghese, 56)
cortile aperto sabato 20 e domenica 21 maggio ore 10:00/19:00

Palazzo Sacchetti (via Giulia, 66)
cortile aperto sabato 20 e domenica 21 maggio ore 10:00/19:00

Palazzo Serlupi Crescenzi (via del Seminario, 113)
cortile aperto sabato 20 e domenica 21 maggio ore 10:00/19:00

Palazzo Sforza Cesarini (corso Vittorio Emanuele II, 284)
cortile aperto sabato 20 e domenica 21 maggio ore 10:00/19:00

Palazzo Sterbini (via del Banco di Santo Spirito, 30)
cortile aperto sabato 20 e domenica 21 maggio ore 10:00/19:00

Palazzo Taverna (via di Monte Giordano, 36)
cortile aperto sabato 20 e domenica 21 maggio ore 10:00/19:00

Palazzo Torlonia (via Bocca di Leone, 78)
cortile aperto sabato 20 e domenica 21 maggio ore 10:00/19:00

Info: + 39 06 6832774 lazio@adsi.it

Vedi anche:

Invito a Palazzo 2015: visite guidate gratuite nei palazzi storici delle banche

25 Ago

Invito a Palazzo 2015: sabato 3 ottobre visite guidate gratuite nei palazzi storici delle banche solitamente chiusi al pubblico.

La visita ai palazzi è gratuita.
Solo per alcuni è obbligatoria la prenotazione telefonica

Quattordicesima edizione della manifestazione promossa dall’ABI (Associazione Banche Italiane).

I palazzi storici delle banche italiane, solitamente chiusi al pubblico perché luogo di lavoro, saranno aperti gratuitamente su tutto il territorio nazionale. Cittadini, appassionati e turisti potranno così ammirare uno straordinario scorcio di patrimonio architettonico, artistico e paesaggistico, oltre che arredi, opere d’arte di ogni epoca, giardini, cantine, archivi e biblioteche, che le banche italiane conservano e tutelano.

Le banche italiane, coordinate dall’Associazione Bancaria Italiana, organizzano anche quest’anno la manifestazione culturale Invito a Palazzo, un’iniziativa che vede l’apertura al pubblico delle sedi storiche delle banche e la presentazione ai cittadini delle loro collezioni d’arte. Ogni anno aprono circa 100 palazzi in 50 città.
L’ iniziativa consente di condividere con l’intera collettività il patrimonio culturale chele Banche custodiscono e valorizzano, attraverso accessi e visite gratuite per i cittadini, turisti e appassionati.
La manifestazione si svolgerà sabato 3 ottobre 2015.

Vedi anche:

invitoapalazzo2015

Notte Bianca dello Yoga: 21 giugno 2015 con ingresso libero

20 Mag

Domenica 21 giugno 2015 iniziative gratuite in tutta Italia per la Notte Bianca dello Yoga.

Il 21 giugno, solstizio d’estate il giorno più lungo dell’anno, l’Italia intera si unisce nella vibrazione di un unico OM.
La notte in cui esotericamente il sole e la luna si uniscono, l’unione delle polarità maschile e femminile, alla luce delle candele per poter sperimentare qualsiasi tipo di yoga, dall’Ashtanga al Kundalini, Bikram o Hatha Yoga, Iyengar o Jivamukti, Kriya o Mantra Yoga, Power e Yoga Nidra, Meditazione e Yoga per bambini.

LA PRIMA NOTTE BIANCA DELLO YOGA IN ITALIA!

Una manifestazione gratuita in collaborazione con centri ed insegnanti qualificati i quali offriranno lezioni gratuite in tutto il territorio nazionale.
Per promuovere la salute e l’equilibrio attraverso questa antica disciplina, far conoscere le diverse scuole di yoga e praticare con insegnanti qualificati approfondendone la metodologia e le diverse caratteristiche.

Domenica 21 giugno 2015, 18.00 – 24.00

Selezionate la regione, scegliete un centro o un insegnante e prenotate la vostra lezione!

Vedi anche: Speciale Estate Romana 2015: tutti gli eventi in programma a Roma

nottebiancayoga

A Roma diventano 8 i musei civici ad ingresso sempre gratuito

3 Apr

I Musei Civici di Roma ad ingresso sempre gratuito diventano 8:

Dalla suggestiva area archeologica della Villa di Massenzio alle preziose sculture conservate a due passi da Piazza Navona nel Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco. Dal camminamento, le torri e le storie racchiuse nel Museo delle Mura, alle opere di de Chirico, Severini, Warhol, Rivers e Manzù ospitate nel Museo Carlo Bilotti di Villa Borghese. Sono solo alcune delle piccole realtà espositive di Roma ad ingresso gratuito, ma altre passioni e curiosità possono essere appagate continuando a percorrere gli itinerari più affascinanti della città. Come quello che dai viali di Villa Borghese conduce alle atmosfere di fine secolo della casa-studio dello scultore Pietro Canonica o quello che porta gli appassionati di storia tra i preziosi cimeli ottocenteschi custoditi nelle sale del Museo Napoleonico. Salendo infine al Gianicolo, teatro delle tormentate lotte della Repubblica Romana del 1849, si possono rivivere quelle tragiche giornate grazie alla narrazione immersiva del Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina. Oltre alla peculiare specificità espressa da ciascuna collezione permanente, in alcuni di questi otto “piccoli musei” del Sistema Musei Civici di Roma si svolgono anche mostre temporanee, spesso strettamente collegate ai temi che contraddistinguono il sito. Un’autentica nuova era invece quella esposta nel Museo di Casal de’ Pazzi, nato dal ritrovamento di una zanna d’elefante nel 1981 durante i lavori di urbanizzazione della zona di Rebibbia. Da qui un’indagine archeologica su un’area di oltre 1.200 mq ha portato alla luce il tratto di un antico alveo fluviale. Nel giacimento sono stati scoperti più di 2000 fossili animali, appartenenti a specie impensabili oggi nella campagna romana (l’elefante antico, l’uro, l’ippopotamo, il rinoceronte), ma anche un frammento di cranio e oltre 1.500 manufatti in selce che testimoniano la contemporanea presenza di uomini. Vedi anche:

8museigratuitiroma

Concerto di Capodanno con Subsonica, Mannarino, Spiritual Front, Gemitaiz & Madman, Daddy G (Massive Attack), il 31 dicembre 2014 al Circo Massimo con INGRESSO LIBERO

16 Dic

Concerto di Capodanno con Subsonica, Mannarino, Spiritual Front, Gemitaiz & Madman, Daddy G (Massive Attack), il 31 dicembre 2014 al Circo Massimo con INGRESSO LIBERO.

La notte del 31 dicembre 2014, torna al Circo Massimo l’appuntamento imperdibile di Capodanno con il grande evento musicale gratuito promosso da Roma Capitale, in collaborazione con la Camera di Commercio di Roma, e organizzato da Zètema Progetto Cultura.

Tra gli eventi più attesi dell’anno, in un luogo unico al mondo,  il concertone di Capodanno al Circo Massimo vedrà alternarsi sul palco – dalle ore 21.30 fino a tarda notte – cinque importanti protagonisti della scena musicale italiana e internazionale: SPIRITUAL FRONT, GEMITAIZ & MADMAN, MANNARINO, SUBSONICA, DADDYG (MASSIVE ATTACK).

La straordinaria serata, presentata dalla conduttrice televisiva GIOIA MARZOCCHI, sarà aperta alle ore 21.30 dall’intervento degli SPIRITUAL FRONT, nome di punta della scena alternative, immediatamente seguiti dall’esibizione della coppia di rapper GEMITAIZ & MADMAN, che si sono imposti recentemente sulla scena hip hop italiana.
Si prosegue con il concerto del cantautore MANNARINO che accompagnerà gli spettatori fino a pochi minuti dalla mezzanotte, quando lo spettacolo sarà momentaneamente interrotto per effettuare il countdown e per brindare insieme al nuovo anno insieme agli artisti ospiti e al Sindaco di Roma Capitale Ignazio Marino.
Subito dopo la mezzanotte la musica dal vivo riprenderà con il concerto dei SUBSONICA, al termine del quale si continuerà a festeggiare fino a notte inoltrata con il dj set di DADDY G, ovvero Grantley “Grant” Marshall, membro fondatore dei Massive Attack.

A partire dalle ore 22.00, l’evento di Capodanno al Circo Massimo sarà trasmesso in diretta da Radio1 Rai, la rete diretta da Flavio Mucciante, mediapartner dell’evento. In conduzione Silvia Boschero e John Vignola.

GLI ARTISTI

SUBSONICA
Nascono a Torino nel 1996, dall’incontro tra Max Casacci e Samuel Romano, a cui si aggiungono Boosta alle tastiere, Ninja alla batteria, e Pierfunk al basso, sostituito da Vicio nel 1999. Molto amati anche dai più giovani, hanno collezionato concerti sold out e album ai primi posti delle classifiche di vendita. Il loro ultimo album “Una nave in una foresta” (Universal Music, 2014) ha conquistato il Disco D’oro a pochissime settimane dall’uscita. Un nuovo progetto per la band che è riuscita sempre a sperimentare coinvolgendo un pubblico in costante crescita. Nella loro musica l’elettronica, il dub, la dance e il rock si mixano in un insieme unico e originale che è il SUONO dei SUBSONICA, potente e inimitabile.

MANNARINO
Nel 2008 esce il suo primo album Bar della rabbia che lo fa approdare per la prima volta al Concertone del 1° Maggio. A luglio dello stesso anno vince il Premio Giorgio Gaber e il suo disco è finalista alla Targa Tenco. Nel 2011 esce Supersantos, secondo disco di inediti e a giugno viene invitato da Giovanni Floris negli studi di Ballarò dove interpreta live la versione riarrangiata della sigla del programma. Nel 2012 gira l’Italia con Supersantos tour, live che registra da nord a sud il tutto esaurito. Nel 2013 il tour acustico Corde: concerto per sole chitarre, riscuote ovunque un successo enorme. A maggio esce il terzo disco di inediti “Al Monte”, con cui si aggiudica il Premio PIMI 2014 come Miglior Artista Indipendente dell’anno, a cui fa seguito un tour di enorme successo che raccoglie un pubblico di quasi 50.000 persone.

DADDY G (MASSIVE ATTACK)
Grant Marshall, a.k.a. Daddy G, può essere considerato un padre spirituale del “Bristol sound” che ha conquistato il mondo con il trip hop. E’ quel sound oscuro che traspira dub, reggae, funk, disco e hip hop, rappresentato da protagonisti come Massive Attack, Tricky, Portishead, Smith & MIghty. Uno stile che ha lasciato tracce nel mondo per oltre due decenni. Daddy G è un padre spirituale di quel mood perché è stato uno dei fondatori del Wild Bunch Sound System, da cui poi sono nati i Massive Attack. Insieme a Mushroom e 3-D, Daddy G è stato uno dei fondatori della band e voce principale. Molto già prima di far parte di una band, Daddy G era conosciuto come dj. Nel 1980 era uno dei più giovani dj di Bristol e i suoi dj set sono diventati leggendari.

GEMITAIZ & MADMAN
Entrambi classe 1988, iniziano il loro percorso artistico giovanissimi. Il duo di rapper che arriva dall’underground – suono, tecnica e flow i loro tratti unici e distintivi – pubblica nel 2012 il mixtape ‘HaterProof’ (HarshTimes/ HoniroLabel) e l’EP “Detto Fatto” (HarshTimes), per giorni in vetta alla classifica di iTunes. Nel 2013 esce il primo album ufficiale da solista di Gemitaiz “L’Unico Compromesso”, debuttando al 2° posto nella classifica FIMI.Nello stesso anno Madman pubblica in free download il mixtape ”MM Vol.1” con oltre 150mila download solo nella prima settimana.
Il loro ultimo album “KEPLER” (Tanta Roba / Universal Music Italia), uscito lo scorso maggio, ha raggiunto il Disco D’oro a due mesi dalla pubblicazione.

SPIRITUAL FRONT
Nati nel 2000, gli Spiritual Front sono Simone Salvatori (voce, chitarra, e fondatore del gruppo), Federico Amorosi (ex-bassista storico dei Daemonia di Claudio Simonetti, al basso), Andrea Freda (batteria), Giorgio Maria Condemi (chitarre). La band ha uno stile unico, a cavallo tra la scena folk/gothic e quella dell’alternative rock, ed un sound/visual vintage con continui richiami al cinema italiano d’autore. L’album “Armageddon Gigolò” del 2006 li consacra tra i gruppi migliori della scena alternative. La band partecipa, tra l’altro, alle colonne sonore della serie Las Vegas e del film Saw II – La soluzione dell’enigma (con la canzone The Gift of Life).

Vedi anche:

 Concerto di Capodanno con Subsonica, Mannarino, Spiritual Front, Gemitaiz & Madman, Daddy G (Massive Attack)
Concerto di Capodanno con Subsonica, Mannarino, Spiritual Front, Gemitaiz & Madman, Daddy G (Massive Attack) INGRESSO LIBERO

 

Musei in strada, l’arte va in città

15 Dic

Musei in strada, l’arte va in città: 15 opere del Museo di Roma, della Galleria d’Arte Moderna e del Macro in mostra in tre municipi della Capitale: Trullo, Ottavia e Tor Bella Monaca. Dal 15 dicembre 2014 al 15 giugno 2015 alcune piazze della periferia romana si trasformeranno in piccoli Musei.
Inoltre: biglietto gratuito nel museo dove è esposta l’opera originale, ai cittadini residenti che si presentano alla biglietteria del museo con un selfie scattato con una delle riproduzioni esposte “in strada”.

Si chiama “Musei in strada” il progetto che rientra in “Roma. Grande Formato” promosso da Roma Capitale Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica – Sovrintendenza Capitolina e realizzato con  Antenna International con la collaborazione degli Assessorati alla Cultura dei Municipi VI, XI e XIV e Zètema Progetto Cultura.
Sono quindici riproduzioni fotografiche su tela di opere d’arte in scala 1:1, cinque per ciascun municipio, scelte tra grandi artisti come Carla Accardi, Pablo Echaurren, Titina Maselli, Paolo Anesi, Gavin Hamilton, Giacomo Balla per citarne alcuni. Il progetto multimediale permette attraverso QR code sulle didascalie accanto alle opere e un’ APP apposita di avere più informazioni sugli artisti, le opere e i musei che le ospitano. Novità è il racconto delle opere da parte di 12 “testimonial” di eccezione legati al quartiere, con una madrina d’eccezione Simona Marchini. “Musei in strada” – ha dichiarato l’Assessore Giovanna Marinelli mira a ridurre la distanza fisica e metaforica che separa i Musei del centro dai quartieri periferici di Roma con l’obiettivo di far ‘scoprire’ o ‘riscoprire’ il patrimonio artistico museale di Roma e rafforzare il legame culturale identitario dei cittadini alla storia – non solo artistica – della propria città.  Un progetto che rientra nella volontà di questa Amministrazione di legare sempre di più il centro alla periferia e viceversa nel nome del progetto “Roma. Grande Formato”. Per far sì infatti che il pubblico, incuriosito dalle riproduzioni in mostra, sia invogliato a visitare i Musei che custodiscono gli originali, sarà offerto un biglietto gratuito ai cittadini residenti che si presenteranno alla biglietteria con un selfie scattato con una delle riproduzioni esposte “in strada.

Il progetto amplia l’offerta didattico-culturale della città, e tende a valorizzare le aree in cui viene realizzato, quale strumento denso di potenzialità aggregative e di stimoli creativi, oltreché fattore di attrazione per i Musei Civici in cui si trovano le opere originali. Le riproduzioni fotografiche su tela di opere d’arte conservate nei Musei Civici di Roma Capitale, realizzate in dimensioni reali e complete di copia delle cornici originali sono affisse in spazi pubblici e raccontate oltre che dalle didascalie –  come in avviene normalmente in un museo –  attraverso una app, registrato da personaggi conosciuti nel quartiere.

Le opere
La selezione delle opere è stata realizzata in base a parametri consoni a una comunicazione diretta e immediata, idonea a intercettare un pubblico più ampio possibile. Tutte le opere selezionate – oltre a possedere indiscutibili qualità ‘estetiche’ intrinseche – presentano una storia critica consolidata e agevolmente trasmissibile. Opere fortemente impattanti sia dal punto di vista compositivo (caratteristiche scenografiche, effetti teatrali o enfatici, intimismi o drammaticità), sia da quello tecnico (dimensioni monumentali, acceso colorismo, presenza di cornici originali). Nell’ambito delle collezioni, inoltre, sono state privilegiate le opere maggiormente  rappresentative anche per il legame proprio e univoco con la storia del Museo e con la sua mission.

Le riproduzioni collocate sono illustrate da una didascalia sintetica, che riporterà oltre le indicazioni sull’opera, anche le modalità di accesso agli ulteriori contenuti tramite la app.

LE OPERE ESPOSTE

Tor Bella Monaca – Opere dal Museo di Roma a Palazzo Braschi

  • Filippo Gagliardi (1606/1608-1659) Carosello a Palazzo Barberini in onore di Cristina di Svezia, nel Carnevale del 1656, 1656-1659
  • Gavin Hamilton (1723-1798) Venere offre Elena a Paride 1784-85
  • Pompeo Girolamo Batoni (1708- 1787) Ritratto allegorico di Gerolama Santacroce Conti come Vanitas, 1760
  • Ippolito Caffi (1806- 1866) Festa degli artisti a Tor De’ Schiavi, 1884
  • Paolo Anesi (1697 – 1773) Il Tevere a Ripa Grande

Trullo – Opere dal Macro

  • Gastone Novelli (1925-1968) Corrispondenze terrestri,1962
  • Titina Maselli (1924-2005) Ciclista,1995
  • Cristiano Pintaldi (1970) Senza titolo, 2000
  • Carla Accardi (1924- 2014) Giallobianconero,1990
  • Pablo Echaurren Chrono Sapiens

Ottavia – Opere dalla Galleria di Arte Moderna

  • Amedeo Bocchi (1883-1976) Nel parco, 1919
  • Benedetta Cappa Marinetti (1897-1977) Velocità di motoscafo, 1924-1926
  • Giacomo Balla (1871-1958) Il dubbio, 1907-1908
  • Carlo Carrà (1881-1966) Partita di calcio, 1934
  • Francesco Trombadori (1886-1961) Mattino a Ponte Sisto

La App “Musei in Strada” (Google Play e iTunes)
La app contiene i commenti a ciascuna opera registrati da personaggi conosciuti nel quartiere o comunque rappresentativi di quella realtà territoriale, e ulteriori informazioni relative alle opere e ai musei di provenienza. Testimonial d’eccezione Simona Marchini che ha raccontato e commentato un’opera per ogni quartiere. La app prevede oltre alle informazioni pratiche legate al progetto, anche indicazioni e notizie su iniziative e attività culturali cittadine. Considerate le caratteristiche di questo supporto, infatti, sarà possibile integrare i contenuti in diversi momenti.

Didattica
Sono organizzate delle attività collaterali, a cura dei Municipi e con la collaborazione scientifica della Sovrintendenza Capitolina:

–  visite guidate e laboratori per le scuole del quartiere, finalizzati a promuovere l’iniziativa e a consentire un approfondimento sui temi storici e artistici veicolati.

– “lezioni” nelle scuole a partire dalle opere esposte, condotte da esperti individuati dalla Sovrintendenza Capitolina

Promosso da Roma Capitale Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica – Sovrintendenza Capitolina e realizzato con  Antenna International con la collaborazione degli Assessorati alla Cultura dei Municipi VI, XI e XIV e Zètema Progetto Cultura.

Dal 15 dicembre 2014 al 15 giugno 2015 – negli orari di apertura delle rispettive sedi ospitanti
Inoltre: biglietto gratuito nel museo dove è esposta l’opera originale, ai cittadini residenti che si presentano alla biglietteria del museo con un selfie scattato con una delle riproduzioni esposte “in strada”.
Modalità di partecipazione: Ingresso libero
Info: 060608

Indirizzo: Via Campagnatico
Zona: Suburbio Portuense (Roma ovest)
Presso i Giardini Caterina Cicetti (angolo Via del Trullo): opere del MACRO

Indirizzo: Via Trionfale, 11343
Zona: Quartiere Trionfale (Roma nord)
Presso la stazione ferroviaria Ottavia – opere della Galleria di Arte Moderna

Indirizzo: Viale Duilio Cambellotti, 11
Zona: Torre Angela (Roma est)
Presso la sede ASL e Municipio: opere del Museo di Roma

museiinstradaroma

Vienna in Rome. Il Natale viennese arriva nel Museo di Roma a Palazzo Braschi

4 Dic

Vienna in Rome. Il Natale viennese arriva nel Museo di Roma a Palazzo Braschi: nevicate serali, sculture in ghiaccio e chioschi natalizi con INGRESSO LIBERO.

Dal 2 al 7 dicembre 2014, l’Ente per il Turismo di Vienna porta l’atmosfera del Natale viennese nella città eterna con grandi sculture in ghiaccio e nevicate serali nel cortile di Palazzo Braschi.

Le sculture di ghiaccio che riproducono palazzi della Ringstrasse di Vienna, tra cui l’Opera di Stato e il Municipio, raggiungono altezze e larghezze fino a tre metri. L’installazione sarà inaugurata il 2 dicembre 2014. La realizzazione di una scultura dura ben nove ore, durante le quali il pubblico può osservare gli scultori al lavoro. Nelle giornate che seguono, la scultura si scioglie lentamente e il 5 dicembre si inizierà a realizzare una nuova scultura di ghiaccio.

All’interno del cortile sono riproposti chioschi natalizi, aperti tutti i giorni dalle 11.00 alle 20.00, dove i visitatori gratuitamente potranno degustare i tradizionali lebkuchen, biscotti di pan pepato, accompagnandoli, a partire dalle ore 16.00, con il tipico punch. Sarà presente, inoltre, un info point su Vienna.

Ogni sera, a partire dalle ore 19.00, l’Ente per il Turismo di Vienna ha previsto un’altra attrazione: una nevicata nel cortile di Palazzo Braschi.

Con quest’iniziativa promozionale, l’Ente per il Turismo di Vienna desidera far conoscere ai Romani le tradizioni prenatalizie di Vienna e presentare l’anniversario “I 150 anni della Ringstrasse”. Questo celebre viale, lungo 5,3 chilometri, racchiude il centro storico della città ed è con i suoi prestigiosi edifici, teatro della vita culturale, sociale e politica di Vienna e di tutta l’Austria. Nel 2015 diverse rassegne straordinarie in musei e gallerie presentano la Ringstrasse in un’ottica del tutto nuova. Attualmente lungo la Ringstrasse si allestiscono regolarmente numerosi eventi, dal Festival della Musica su Schermo davanti al Municipio al Life Ball e alle mostre di spicco al Kunsthistorisches Museum, il Museo di Storia dell’Arte.

  • Chioschi natalizi: aperti tutti i giorni ore 11.00-20.00
  • Nevicata: ogni sera a partire dalle ore 19.00
  • SITO UFFICIALE

INGRESSO LIBERO

Concerto di Natale: Gospel in esclusiva per i Titolari MasterCard, mercoledì 17 dicembre 2014 all’Auditorium Parco della Musica

24 Nov

Concerto di Natale: Gospel in esclusiva per i Titolari MasterCard, mercoledì 17 dicembre 2014 all’Auditorium Parco della Musica.

Il Natale si avvicina e MasterCard, grazie al programma Priceless Rome, ti offre la possibilità di assistere in esclusiva, mercoledì 17 Dicembre alle ore 19.30, ad uno dei più attesi concerti Gospel di Roma di questo Santo Natale 2014. Pastor Patrick George & United Praise Up Choir: un coro pieno di energia voglioso di infondere gioia, allegria e la magia del gospel nei propri spettatori.

MAGGIORI INFORMAZIONI

Informazioni sul coro:

Pastor Patrick George entra nella storia della musica Gospel fondando gli United Praise Up Choir, un coro composto da 10 talentuosissimi cantanti provenienti da Sud dell’Inghilterra, precisamente da Luton, Londra, Hemel e Hitchin. La forza che sprigionano è cresciuta di concerto in concerto fino a farli diventare uno dei cori di spicco dell’intero Regno Unito!

Il loro repertorio spazia dal Gospel Tradizionale al Jazz all’R’n’B alla musica classica, con influenze Rock e Pop, così come le loro composizioni originali. E’ un coro multiforme, flessibile, generoso, capace di creare sempre magiche armonie con qualunque formazione si presenti. United Praise Up Choir è rinomato per i gospel up-tempo mozzafiato, il naturale swing, gli arrangiamenti R’n’B ma anche soulfull e traditional, le spettacolari coreografie e i virtuosismi vocali. Il coro, che attualmente conta 10 membri, si è esibito nei migliori Teatri e nelle più prestigiose Cattedrali del Regno Unito.

Nel 2013 hanno raggiunto le semifinali della settima serie televisiva “Britain’s Got Talent” con la produzione Gospel Singer Incognito. Simon Cowell, autore e fondatore del format ormai diffuso in tutto il mondo li definisce “il miglior coro mai avuto nello show”.

In esclusiva solo per MasterCard potrai assistere in anteprima con i tuoi cari al concerto di Natale Gospel a porte chiuse di questo coro d’eccezione, che aprirà il Roma Gospel Festival all’Auditorium Parco della Musica.
In più un piacevole aperitivo di benvenuto offerto da MasterCard.

MAGGIORI INFORMAZIONI

Concerto di Natale, Gospel in esclusiva per i Titolari MasterCard

I 7 Piccoli Musei di Roma: 7 Musei Civici con ingresso gratuito

6 Nov

Ad agosto 2014 7 musei civici sono diventati ad ingresso gratuito: la Villa di Massenzio, Museo delle Mura, Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco, Museo Pietro Canonica, Museo della Repubblica Romana e della Memora Garibaldina, Museo Napoleonico e Museo Carlo Bilotti (in questi ultimi due sono in corso delle mostre accessibili col solo costo di 1,50 euro mentre non c’è più il biglietto per l’accesso alla collezione stabile). Dalla suggestiva area archeologica della Villa di Massenzio  alle preziose sculture conservate a due passi da Piazza Navona nel Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco. Dal  camminamento, le torri e le storie racchiuse nel Museo delle Mura, alle opere di de Chirico, Severini, Warhol, Rivers e Manzù ospitate nel Museo Carlo Bilotti di Villa Borghese. Gli appassionati di storia, invece, potranno immergersi nelle atmosfere di fine secolo della casa-studio dello scultore Pietro Canonica nel cuore di Villa Borghese e in quelle ottocentesche custodite nelle sale del Museo Napoleonico  o, ancora, grazie alla narrazione immersiva del Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina, potranno rivivere le tormentate lotte che portarono la Roma repubblicana del 1849 a resistere e poi a capitolare. Da lunedì 6 ottobre, il percorso di valorizzazione dei “piccoli musei” sarà accompagnato da una campagna di comunicazione attraverso il web e i social network. Si condivideranno foto, video, approfondimenti, curiosità su ogni museo per promuoverne anche gli aspetti e le opere meno note e per stimolare il pubblico alla visita. Tutti potranno poi condividere la propria esperienza di visita utilizzando l’hashtag  #7museigratis.

Novità: al gruppo dei sette “piccoli musei” gratuiti (Museo Barracco, Villa di Massenzio, Museo delle Mura, Museo Bilotti, Museo Napoleonico e Museo Canonica a Villa Borghese, Museo della Repubblica Romana e della Memoria Garibaldina) si aggiunge il Museo di Casal de’ Pazzi, con i ritrovamenti dell’era del Pleistocene: taglio di nastro, lunedì 30 marzo 2015, per un museo totalmente inedito per Roma, un nuovo allestimento che contiene e ordina i resti di 200mila anni fa, scoperti sul posto nel 1981. E’ il Lazio preistorico, quando tra le deserte estensioni della campagna romana si aggiravano rinoceronti, uri, mammut; e i primi uomini sopravvivevano cacciando e lavorando la selce.

Vedi anche:

i_7_piccoli_musei_di_roma_slideshow

Riapre a Roma il Museo Egizio, con una mostra gratuita sulla tomba di Tutankhamon

31 Ott

Riapre a Roma il Museo Egizio, con una mostra gratuita sulla tomba di Tutankhamon: dal 30 ottobre 2014 e per due anni circa il nuovo allestimento del Museo Egizio è una finestra sulla misteriosa scoperta della tomba di Tutankhamon, con i più bei pezzi in replica del corredo funerario del giovane faraone, come la maschera funeraria e il sarcofago d’oro, la cassetta in alabastro con i quattro vasi canopi e uno dei carri da guerra.

La misteriosa scoperta della tomba di Tutankhamon
Museo Egizio dell’Accademia d’Egitto, Via Omero 4, Roma

Il trono dorato, il carro da parata, i sarcofagi, il ventaglio, gli archi e i bastoni cerimoniali, i gioielli, i sandali decorati con raffigurazioni di nemici immobilizzati, simbolicamente calpestati dal re durante la marcia, la maschera d’oro. E’ solo una minima parte di quanto si stagliò davanti agli occhi increduli di Howard Carter, l’archeologo inglese che il 26 novembre del 1922 scoprì a Luxor, nella Valle dei Re, la tomba intatta del faraone fanciullo, Tutankhamon. Ma è già abbastanza per fare sognare e fare viaggiare anche solo con la mente chi, fino a oggi, non ha potuto vedere gli originali custoditi al Museo Egizio del Cairo, o più semplicemente, ha voglia di fare un tuffo nell’antico Egitto. Da oggi al Museo egizio di Roma – ospitato negli spazi espositivi dell’Accademia d’Egitto – sarà possibile ammirare la riproduzione della tomba di Tutankhamon, XI faraone della XVIII dinastia, che regnò dal 1333 al 1323 a.C.. “Una trentina in tutto i reperti esposti – copie autenticate dal ministero delle Antichità egiziane – e acquistate dall’Accademia d’Egitto di Roma”, racconta fiera la prof.ssa Gihane Zaki, la prima donna a guidare il prestigioso istituto nato un’ottantina di anni fa. “Gli oggetti esposti – dice – rimarranno due anni in mostra”. Un modo, spiega, “di rendere un servizio al pubblico italiano. Uno strumento di conoscenza, in grado di fare viaggiare le persone, senza farle spostare dalla loro città”. I reperti legati alla vita del faraone morto a soli 19 anni in circostanze misteriose saranno visibili tutti i giorni dal lunedi’ al venerdi’ dalle 10.00 alle 17.00

Fonte: ANSAmed

Vedi anche:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: