Tag Archives: scultura

Antonio Canova in mostra a Roma a Palazzo Braschi nell’autunno 2019

16 Mag

Antonio Canova in mostra a Roma dal 9 ottobre 2019 al 15 marzo 2020 a Palazzo Braschi Museo di Roma.
Mostra a cura di Arthemisia.

Antonio Canova (Possagno, 1º novembre 1757 – Venezia, 13 ottobre 1822) è stato uno scultore e pittore italiano, ritenuto il massimo esponente del Neoclassicismo in scultura e soprannominato per questo «il nuovo Fidia».
Figlio di Pietro, scalpellino di professione, e di Angela Zardo Fantolini, Canova svolse il suo apprendistato a Venezia, dove scolpì le sue prime opere con l’aiuto del suo maestro nonché migliore amico Simone Meoni (1731- 1800). Nel 1779 si trasferì a Roma, e qui risiedette per il resto della sua vita: sebbene viaggiasse spesso, principalmente per soggiorni all’estero o per ritornare nei luoghi natii, l’Urbe per lui rappresentò sempre un imprescindibile punto di riferimento.
Intimamente vicino alle teorie neoclassiche di Winckelmann e Mengs, Canova ebbe prestigiosi committenti, dagli Asburgo ai Borbone, dalla corte pontificia a Napoleone, sino ad arrivare alla nobiltà veneta, romana e russa. Tra le sue opere più note si ricordano Amore e Psiche, Teseo sul Minotauro, Adone e Venere, Ebe, Le tre Grazie, il Monumento funerario a Maria Cristina d’Austria e Paolina Borghese.

Vedi anche:

 

Annunci

I tronchi scolpiti di Andrea Gandini

30 Gen

Andrea Gandini, artista 18enne, trasforma i tronchi di alberi abbandonati in bellissime sculture.

Chi vive a Roma avrà notato quanti tronchi mozzi di alberi morti adornano tristemente le vie della città.
Agli occhi più attenti non sarà sfuggito che negli ultimi mesi alcuni di questi tronchi hanno preso vita, assumendo volti ed espressioni vivamente umane.

Viale Trastevere, Via Marmorata, Circonvallazione Ostiense, Piazza Largo Ravizza sono solo alcune delle strade dove è possibile ammirare questi capolavori di recupero che non solo colpiscono per l’originalità del lavoro, ma anche e soprattutto perchè a realizzarli è un giovane artista appena maggiorenne.
Si chiama Andrea Gandini, ha 18 anni e frequenta l’ultimo anno del Liceo Artistico. Da qualche tempo, armato di scalpello e mazzuolo, gira la città in cerca di tronchi morti da riportare in vita, scolpendo sulle superfici nodose lineamenti umani, quasi a ricreare dei moderni totem che silenziosamente vegliano sulla frenesia cittadina.

“Per ogni albero tagliato bisognerebbe piantarne un altro, ma mi rendo conto che non sempre questo sia possibile” spiega Andrea. Non è neanche accettabile per un artista come lui vedere materiale utile e in alcuni casi pregiato e costoso – come il legno degli alberi di giuda – abbandonato alle intemperie e dimenticato nel grigio della città.
Così ha pensato di recuperarlo facendone un veicolo per esercitare la mano e regalare a Roma un nuovo concetto di street art, che ha un’ anima eco ma anche social, perchè invita alla partecipazione. Sebbene infatti le strade della capitale siano piene di tronchi mozzi, Andrea è sempre a caccia di “nuove tele” da scolpire: se vi piace il suo progetto, potete seguirlo sulla sua fan page e aiutarlo segnalandogli eventuali tronchi in giro per la città!

Fonte: www.bioradar.net

Vedi anche:

RomArt 2015, Biennale Internazionale di Arte e Cultura a Roma

25 Nov

RomArt 2015, Biennale Internazionale di Arte e Cultura a Roma dal 15 al 18 maggio 2015: la più grande capitale mediterranea diventa la culla dell’Arte e della Cultura Internazionale.

Roma capitale, nel suo avveniristico spazio fieristico della Nuova Fiera di Roma, ospita la prima edizione di ROMART.
Pittura, Scultura, Grafica, Fotografia, Video e Digital Art, e tante altre espressioni artistiche. Vecchi e nuovi talenti, risultato di una attenta curatela e di una oculata selezione da parte del comitato scientifico, vengono presentati in circa 17.000 mq allestiti per un grande evento di risonanza mondiale. Nel polo espositivo tra i più grandi e accreditati di Europa, opera architettonica firmata Tommaso Valle, centro nevralgico posizionato in modo strategico nel centro Italia, si sviluppano importanti collegamenti tra vecchi e nuovi mercati, vecchi e nuovi mondi.
Artisti provenienti da ogni parte del mondo, danno vita a quello che è destinato a diventare un evento da ricordare.

PROGRAMMA IN AGGIORNAMENTO

I numeri dell’evento:
17.000 mq di esposizione
5.000 opere
1.000 artisti
8 premi
8 sezioni
3 giurie

SITO UFFICIALE

RomArt 2015, Biennale Internazionale di Arte e Cultura Nuova Fiera di Roma

Scultura buddhista in Giappone: mostra gratuita all’Istituto Giapponese di Cultura

11 Giu

Scultura buddhista in Giappone: mostra gratuita all’Istituto Giapponese di Cultura dal 17 giugno al 31 luglio 2013

La statuaria buddhista giapponese si fa risalire convenzionalmente al periodo Asuka (593 – 710), cui appartiene lo Asuka Daibutsu, effigie bronzea di Shaka Nyorai a Nara. Da allora stili, fogge e relativa iconografia si sono alternati e spesso affastellati, inglobando estetica e cultura delle epoche attraversate.
Trenta pannelli fotografici, trenta capolavori del patrimonio artistico mondiale.

Orario mostre
lun – ven 9.00-12.30/13.30-18.30 merc fino alle 17.30
sab 9.30-13.00.

ORARIO LUGLIO:
9.00-12.30/13.00-16.30.
Chiuso sabato 29 giugno e lunedì 15 luglio.

MAGGIORI INFORMAZIONI

buddhismogiappone1
buddhismogiappone2
buddhismogiappone3

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: